domenica, Luglio 21contatti +39 3534242011
Shadow

La Rappresentativa Serie D esce a testa alta. La Sampdoria accede ai quarti

I sogni di gloria della Rappresentativa di Serie D si spengono agli ottavi di finale della Viareggio Cup. La Sampdoria riesce a raddrizzare l’incontro ed a centrare la vittoria ai danni dei ragazzi di Polverelli che però strappano applausi e consensi. Una gara dai due volti. Nel primo tempo sono i giovani LND ad essere padroni del campo e del gioco. La squadra gioca palla a terra e non appare affatto impensierita dal confronto con gli avversari. Il gol di Kouko, propiziato dall’ottimo Alvino, sembra aprire la strada per i quarti. La seconda frazione di gioco invece vede la Sampdoria crescere e mettere in difficoltà la squadra di Polverelli, ribaltando il risultato a proprio favore. Nonostante il rammarico per l’occasione sfumata, resta la soddisfazione per l’ottimo lavoro svolto dal gruppo e l’ottima impressione destata, sia sotto il profilo tecnico che del carattere.

LA GARA – La gara si apre con la Sampdoria subito proiettata in avanti: dopo appena un minuto Ferrari si propone in area con un passante che attraversa tutto lo specchio della porta difesa da Fanti. La risposta dei ragazzi di Polverelli non si fa attendere: al 4′ Alvino viene contrastato al momento del tiro; stessa sorte per De Witt al 9′, chiuso in extremis dalla retroguardia blucerchiata all’interno dell’area piccola. Passa un minuto e la Samp va vicina al vantaggio: corner di Soriano per la testa di Ferrari che schiaccia a botta sicura, ma Fanti si supera e neutralizza il colpo. Il disimpegno consente ad Alvino d’involarsi sulla trequarti di campo, ma trova l’opposizione dell’accorrente Patacchiola che agevola Fiorillo nel raccogliere il pallone e spegnere l’azione. I giovani LND tengono bene il campo, pur soffrendo la capacità di penetrazione dei doriani, micidiali soprattutto sulla fascia sinistra. Al 20′ Kouko intercetta il pallone al limite dell’area della Samp e serve alla perfezione Alvino che dal fondo fornisce un assist invitante: nessuno dei compagni però si trova nella posizione giusta per raccoglierlo. Poco dopo Mustacchio con un preciso colpo di testa impegna Fanti, che blocca in presa plastica guadagnandosi gli applausi del pubblico. Al 28′ arriva il vantaggio per la Serie D: l’incontenibile Alvino taglia l’area dalla destra e scarica il tiro; sulla corta respinta si fa trovare Kouko che con un pregevole colpo di tacco batte Fiorillo. Subito il gol la Sampdoria perde smalto, mentre i giovani LND conquistano campo giocando con ordine e scioltezza. Allo scadere esatto dei primi 45 minuti il direttore di gara manda le squadre negli spogliatoi. La ripresa si apre con la Rappresentativa decisa a mantenere il vantaggio ed il possesso di palla. Polverelli conferma l’undici iniziale, mentre Pea manda in campo Zamblera al posto di Mustacchio. Dopo pochi minuti Alvino si presenta davanti a Fiorillo, ma la sua conclusione è debole. I doriani rispondono con Patacchiola che con un preciso colpo di testa chiama in causa Fanti. Al 55′ Ciofani rischia grosso lisciando un pallone che potrebbe spianare la strada verso la porta a Zamblera. E’ lo stesso Zamblera, al 64′ a riportare il risultato in parità: l’attaccante della Samp è bravo a tener palla nell’area piccola ed a girarsi al momento giusto per battere Fanti. Sulle ali dell’entusiasmo arriva il colpo del ko. Sono passati appena 4 minuti ed è ancora Zamblera a rendersi protagonista: riceve la palla al limite dell’area, s’invola e serve Ferrari, che a due passi dal secondo palo, può battere a rete per il vantaggio doriano. Polverelli adotta dei cambi: richiama Flena e manda in campo Dalì. Poco dopo anche De Witt lascia il posto a Vianello. La Sampdoria tiene bene il campo sino al termine dell’incontro nonostante la spinta dei giovani LND si faccia generosa e caparbia.

SAMPDORIA – RAPPRESENTATIVA SERIE D 2 – 1

SAMPDORIA – Fiorillo, Patacchiola, Regini, Grieco, Pondaco, Ferrari, Leto, Perazzo, Mustacchio (1’st Zamblera), Soriano, Obiang (14’st Di Leva); a disp. Costantino, Campanella, Donati, Muratore, Carofiglio, Zingani, Lamorte; all. Pea

RAPPRESENTATIVA SERIE D – Fanti (R.C. Angolana), Italiano (Monterotondo), Ciofani (R.C. Angolana), Bianchi (Tavolara), Kouko (Montevarchi) dal 21’st Mortaro (Real Montecchio), Giraldi (Nocerina), Tognetti (Castellarano), Ilari (Flaminia Civitacastellana), De Witt (Cynthia) dal 38’st Vianello (Chioggia Sottomarina), Alvino (Ischia Isolaverde), Flena (Solbiatese Arno) dal 27’st Dalì (Siracusa); a disp: Mosca (Pordenone), Lorenzini (Cuneo), Pizzano (Pro Settimo & Eureka), Terrenzio (R.C. Angolana), Calabrese (Nissa), Pentucci (Fano); all. Polverelli

Arbitro: Stefanini di Livorno;
Assistenti: Liberti e Carmignani di Pisa
Marcatori: 28′ pt Kouko (Montevarchi), 19’st Zamblera (S), 23’st Ferrari (S)
NOTE: ammoniti Giraldi (Nocerina), Di Leva (S), Fanti (R.C. Angolana); angoli 6 a 2 per la Sampdoria. Spettatori 300 circa.
LE INTERVISTE – C’è rabbia e amarezza nelle parole di Polverelli per questa sconfitta che segna la fine dell’avventura della selezione LND a questa edizione della Viareggio Cup. “Usciamo dalla competizione a testa alta, battuti dalla squadra campione d’Italia. Mi resta qualche dubbio comunque sulla posizione degli attaccanti doriani in occasione del secondo gol’ – commenta il C.T. della Rappresentativa – ‘abbiamo disputato un ottimo primo tempo, dando una lezione di grande calcio, giocando con la palla a terra e controllando al meglio tutte le zone del campo. Nella ripresa abbiamo avuto un calo fisiologico, ma non mi sento di rimproverare nulla a questi ragazzi: hanno dato il massimo’. Accanto all’amarezza si fa strada però la soddisfazione per il lavoro svolto con questo gruppo. ‘Abbiamo disputato il torneo giocando come una squadra di club e non come una selezione – prosegue Polverelli – ‘ciò è stato possibile grazie all’intenso lavoro di preparazione dei giocatori e dello staff. Abbiamo ottenuto grandi risultati e goduto di belle vittorie, giocando alla pari con i professionisti’. Al riguardo Polverelli ci tiene a precisare: ‘Questa selezione è stata composta unicamente da giovani dilettanti. Credo sia un vanto ed un record per la LND aver raggiunto gli ottavi della Viareggio Cup utilizzando solamente giocatori delle proprie società’.

 

da www.seried.com

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com