venerdì, Luglio 19contatti +39 3534242011
Shadow

Orvieto Corse sfiora la vittoria alla Coppa “Paolino Teodori” ed è sempre leader nel CIVM

Dopo aver firmato il miglior tempo nella prima manche della gara marchigiana, Fabrizio Pandolfi non si ripete nella successiva ed è secondo al traguardo, ma sempre primo in campionato. Jella nera per Silvano Laschino, non partito con la Alfa 155 V6 TI. Il team umbro pronto per la Rieti Terminillo della prossima settimana. Prosegue con impegno e grande motivazione la stagione della scuderia Orvieto Corse nel Campionato Italiano Velocità Montagna. La compagine umbra capitanata da Silvano Laschino e Fabrizio Pandolfi occupa posizione di rilievo nella categoria E1 Italia, che capeggia grazie alle eccelse prestazioni dei suoi piloti.

Fabrizio Pandolfi, campione italiano in carica, sta confermando tutta la sua competitività nell’avvincente serie, raccogliendo piazzamenti di rilievo assoluto al volante della Alfa Romeo 155 V6 Ti. Il toscano è al comando della classifica provvisoria ingaggiando un’aperta sfida con l’abruzzese Roberto Di Giuseppe, anch’egli al volante di un’Alfa 155 Gta. Anche nell’ultima tappa del campionato Tricolore ACI CSAI, la cronoscalata Paolino Teodori, Pandolfi ha recitato il ruolo di protagonista, segnalandosi il più veloce nella prima delle due manche di gara. Al mattino, infatti, la vettura nei colori della compagine orvietana ha letteralmente aggredito l’asfalto dei cinquemila metri cronometrati, percorrendoli nel minor tempo rispetto tutti in 2’33″596, di un decimo e sette anche del crono di Di Giuseppe. La seconda manche non si è rivelata più rapida. Pandolfi, infatti, non ha migliorato il rilievo precedente, non lo ha fatto neppure di Di Giuseppe, che però è stato più veloce ed ha vinto la gara. Pandolfi ha quindi chiuso al secondo posto staccato di un secondo e sei. Con il piazzamento il toscano mantiene la leadership di campionato con 93 punti

La Coppa Paolino Teodori è stata avara di risultati per Silvano Laschino. Anzi è stata decisamente sfortunata per lui, costretto a non percorrere neppure un metro della salita marchigiana per un problema elettrico alla Alfa 155 V6 Ti che lo ha tenuto fermo al palo dello start nella prima manche di gara. “sono cose che succedono, anzi sono messe in preventivo in una stagione e considerati come scarti questi empasse, ma spiace veramente tanto che sia successo ad Ascoli, una salita sulla quale contavo di far bene. Peccato sarà per la prossima”.

Classifica CIVM E Italia:
1. Pandolfi punti 93;
2. Di Giuseppe 84;
3. Sambuco 62;
4. Iacoangeli 58;
4. Laschino 58Codecombat is a multiplayer game that teaches help with homework free coding

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com