lunedì, novembre 29contatti +39 3534242011




Prima vittoria femminile nella storia del Trofeo Alfa 33: la marchigiana Roberta Senzacqua sugli allori

Questo articolo è stato letto 2013 volte

Ricca giornata motoristica oggi all’Autodromo dell’Umbria, dovo sono scese a confrontarsi sulla pista arroventata dalla calura ben sei categorie automobilistiche differenti: Formula 2000 Light, Formula Gloria, Formula Racing Free, Minicar assieme ai consueti Trofei Alfa 33 e Turismo 2009. 
Dopo la conclusione dei turni di qualificazione utili a designare le griglie di partenza per le gare, le corse si sono svolte a partire dalle 12.00. La prima categoria a vedere il semaforo verde è stata la Formula 2000 Light, che ha visto la vittoria di Pierluigi Veronesi (System Team) al volante di una monoposto Dallara F3. Alle sue spalle ha tagliato il traguardo la prima delle monoposto Tatuus F.Renault (CO2 Motorsport) guidata dal tedesco Thiemo Storz. Ottava l’unica lady del lotto, la laziale Laura Polidori su Tatuus. Proprio il tedesco ha ottenuto la vittoria nella combattuta gara 2, in cui a contendergli il primato si è impegnato dapprima Amaduzzi sull’unica monoposto “Gloria” presente, seguito poi da Martin Scuncio e infine da Veronesi, stavolta salito sul terzo gradino del podio. Dodicesima la lady Polidori.

Il Trofeo Alfa 33 ha registrato oggi un evento storico: per la prima volta nella storia della serie una donna, la marchigiana Roberta Senzacqua, ha colto la vittoria assoluta davanti ai rivali uomini, che si sono battuti davvero fino agli ultimi metri per insidiare il primato rosa… ma inutilmente. La veloce pilotessa trentaquattrenne di Falerone (Fermo), da sempre coriacea combattente nella categoria magionese alla quale prende parte da tre stagioni, oggi ha messo assieme la combinazione vincente favorita anche dalla posizione “al palo” assegnatale dal sorteggio. “Quando ho tagliato il traguardo ho pensato: sto sognando” ha dichiarato sul podio “anche perché oggi non sono in forma fisicamente ed ero convinta di fare una pessima gara”. Alle sue spalle si è scatenata una vera rincorsa, in particolare per Pasqualino Amodeo, che ha scalzato dapprima l’efficace Riccardo Zenoni e poi anche Fulvio Casciandrini nella rincorsa al primato. Ottima anche la performance del campione in carica, Sandro Bettini, che dall’ultima posizione sullo schieramento di partenza si è portato con una rimonta “spietata” all’ottavo posto finale. Proprio per Bettini gara 2 si è rivelata invece una battuta a vuoto, con un problema tecnico sulla vettura del toscano che lo ha messo fuori gioco fin dal primo giro. Il vero matador della corsa è stato invece il laziale Gianluca Tricarico, dominatore dal primo all’ultimo dei dodici passaggi previsti. Sul secondo gradino del podio è salito il più giovane pilota del lotto, il ventenne pescarese Andrea Di Francesco, che ha scalzato Andrea Spalletti e l’ottimo debuttante Daniele Tomassetti. Solo dodicesima la vincitrice di gara 1, Senzacqua, sfavorita anche dalla posizione di partenza in ultima fila. Nella classifica di campionato è ora proprio Tricarico a dominare, con trenta punti di vantaggio su Bettini.

I protagonisti del Trofeo Turismo 2009 hanno offerto una gara senza particolari colpi di scena, ma molto tirata e sotto la minaccia di un violento acquazzone. Gian Marco Capozzi, detentore della pole sulla sua Renault Clio Cup 2000, ha poi dominato anche la classifica riservata alle vetture turismo, nonché quella assoluta. Alle sue spalle la Ford Focus di Luzio è stata costante. Primato tra le Barchetta del Trofeo per il perugino Luca Rossetti, detentore anche del miglior tempo nelle prove di qualificazione.

Nella prima delle due gare della Gloria Scouting Cup riservata alle monoposto con motore motociclistico il liet motiv è stato il duello ravvicinato tra il poleman Ivan Tramontozzi (PKF Racing) e l’inseguitore Omar Mambretti (Vieffe Kart), che poi non è riuscito a prevalere sul primo. A contrassegnare la gara l’alternanza di pioggia e asciutto, poi risoltasi in favore di pista asciutta. In gara 2, svoltasi sempre sotto minaccia di pioggia, ancora una volta è stato il duello fra Tramontozzi e Mambretti il tema dominante; stavolta, alle spalle dei due si è piazzato però Marcellan.

Nella gara riservata alle monoposto Formula Racing Free la vittoria è andata all’eugubino Pierluigi Perugini, sulla vettura Dallara F3 preparata dalla Perugia Corse. Fra le vetture di diverse categorie Bonacchi è stato il più velcoe su Gloria e Marcon fra le F. Predator’s.

 La gara delle piccole Minicar ha visto svariate defaillance di attesi protagonisti, con Tony Padrone (terzo sullo schieramento) che non ha completato neanche il giro di formazione per raggiungere la partenza. In gara dopo sette giri di primato, Ciro Sannino ha dovuto cedere la leadership a Pietro Giordano, che lo seguiva a ruota. Il terzo posto è andato al costante Silvestro Fusco.

Le competizioni automobilistiche tornano ora all’Autodromo dell’Umbria il prossimo 26 Luglio: si replica con i Trofei Alfa 33 e Turismo 2009.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *