martedì, ottobre 19contatti +39 3534242011




Undicesimo Judo Camp “Umbria e Vacanza Sport”

Questo articolo è stato letto 5877 volte

Nel multiforme e variopinto mondo dello sport italiano, il judo fa sì che sia ormai una realtà la stretta
collaborazione tra il Comitato Regionale Umbro e Le Fiamme Azzurre Perugia.
A Giano dell’Umbria infatti il maestro Giulio Famà, commissario tecnico regionale e il maestro Lamberto Parmegiano Palmieri, direttore tecnico della palestra Yamashita Judo Club e vice presidente della fijlkam judo domenica 22 agosto hanno dato inizio all’ Undicesimo Judo Camp “Umbria e Vacanza Sport” , stage tecnico di judo che già dall’anno scorso vanta la presenza di un campione d’eccezione nel ruolo di tecnico:
Girolamo Giovinazzo, la cui medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene e quella di bronzo a quelle di Sidney impreziosiscono ancor più un palmares già inimitabile. La novità di quest’anno, ad alzare se possibile ancora di più il livello tecnico dello stage, la presenza dei fratelli Alessandro e Francesco Bruyère, atleti torinesi in forza proprio alle Fiamme Azzurre Perugia, tra i quali titoli ricordiamo per Alessandro la medaglia d’oro ai campionati mondiali militari 2005, e per Francesco, simultaneamente attuale capitano delle squadre maschili delle Fiamme Azzurre e della Nazionale Italiana, la medaglia d’argento ai Campionati del Mondo del Cairo 2005 e quella d’oro alla prestigiosa Jgoro Kano Cup di Tokyo nel 2006.
Presenti per le Fiamme Azzurre anche la plurimedagliata ai campionati italiani Sharon Dinasta e Cristiano Turrini, atleta di origine umbre, che sottolineano ulteriormente la sinergia che si è venuta a creare tra il gruppo sportivo militare e la regione dell’Umbria e che pare essere solo agli inizi di un prosperoso rapporto reciproco.
Ospite d’onore anche il maestro Stefano Proietti, vice campione del mondo di Katame no kata.
Sono un centinaio gli atleti che hanno scelto il training camp proposto dal Comitato Regionale Umbro quale passaggio tra il periodo vacanziero e quello agonistico ormai alle porte. Nell’Hotel Park di Montecerreto, (per info: www.hotelparkmontecerreto.it) scelto come sede ufficiale dello stage, i judoka provenienti da tutta Italia, che spaziano in una fascia di età che va dai più giovani esordienti agli “anziani” seniores, potranno in questi giorni alternare momenti di intenso allenamento ad altri di puro svago, inseguendo il giusto equilibrio tra divertimento e sport, essenziale per cominciare nel migliore dei modi la stagione agonistica imminente. Tanto judo, tra perfezionamento delle tecniche, combattimenti e lezioni dei tradizionali “kata”, quindi, ma scandito dalle svariate attività proposte dai maestri Famà e Parmegiano Palmieri, nel menù che il Comitato Regionale judoistico dell’Umbria propone in questa undicesima edizione dello stage estivo tornato dopo quattro anni in quel della suggestiva Giano dell’Umbria, dove nacque undici anni fa.
E se come ci insegna la mitologia romana Giano era il Dio degli inizi, difficile immaginare un inizio di
stagione migliore di questo.

fonte:
Alessandro Bruyere
Docente allo stage e atleta della nazionale di Judo

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *