“La squadra ha risposto”. Paolo Lanzi fa il punto dopo la vittoria a Sesto

Questo articolo è stato letto 2888 volte

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un intervento di Paolo Lanzi, direttore generale dell’Orvietana Calcio che intende fare il punto dopo la vittoria di Sesto:

Ieri a Sesto fiorentino ho visto una buona squadra, messa bene in campo e con la giusta concentrazione, ci siamo confrontati con una nostra avversaria nella lotta per la salvezza e ne siamo usciti vittoriosi non solo nel risultato ma anche nel gioco espresso in campo, f inalmente ho visto mettere in atto gli schemi che vengono provati incessantemente durante la settimana.

In settimana e’ stato proprio questo, quello che e ‘ stato chiesto ai giocatori il perche’ non riuscivano a mettere in campo il lavoro svolto durante gli allenamenti, a Sesto la risposta e’ stata data.

Non credo che ci sia stato un giocatore superiore ad un altro in questa gara, ma bensi’ sono venuti fuori i valori che e’ giusto che emergano in una squadra come la nostra fatta di giovani e anziani di esperienza.

Non ci illudiamo sara’ in campionato difficile:

1) perche’ il campionato si e’ livellato in alto cosa che non avveniva dai tempi del Grosseto calcio

2) siamo una squadra giovane e anziana allo stesso tempo e ci sta’ che a volte i giocatori non rispondano al meglio

3) siamo una delle squadre che sta’ attuando un nuovo progetto e i progetti iniziali hanno sempre bisogno di rodaggio.

4) stiamo attuando il pensiero di avere meno professionismo e piu cuore.

Il nostro campionato deve essere lottato dallo Scandicci in giu’ e noi dobbiamo arrivare prima di quel gruppone,dobbiamo rimanere in questa categoria dimostrando che possiamo fare bene anche con i giovani che abbiamo,ci conforta che la nostra Juniores e’ terza in un buon campionato di categoria,questo significa che i ragazzi ci sono e possono crescere.

Ripeto domenica non e’ stata la vittoria del singolo ma la vittoria di una squadra partendo da Nulli (91) finendo da Moneti(91) ultimo entrato.

Come responsabile inoltre vorrei elogiare il mister che e’ stato bravissimo a tenere salda la situazione in questa settimana,perche’ pur sentendo la fiducia della societa’ e’ riuscito a lavorare con piglio e serenita’ cosa molto difficile.

Mi auguro che Orvieto risponda come con il Perugia alla partita di domenica,speriamo inoltre di dare soddisfazione ai nostri tifosi che non sono riusciti a vedere l’Orvietana vincente in casa in questo campionato.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

15 Comments

  • Marco Gobbino

    Mi pare che l’ultimo intervento sia una risposta valida per tutti. Ricordiamoci che fino a tre anni fa per sapere qualcosa di una partita giocata a quasi 200 km di distanza bisognava affidarsi agli articoli di giornali del giorno dopo, spesso veri trafiletti visto la considerazione che Orvieto ha nelle redazioni centrali di Perugia dei quotidiani locali, articoli peraltro affidati a giornalisti del posto e non orvietani che non conoscono la squadra. Oggi a meno di 40 minuti dalla fine del match di Sesto Fiorentino era pronta la cronaca e il tabellino, il giorno seguente il commento di un dirigente presente alla gara. E se vogliamo dirla fino in fondo tutto gratis! Ricordo che Monica ed io la domenica dobbiamo fare le ore piccole per raccogliere news da tutta Italia (il volley giocava a Parma, la scorsa settimana il basket femminile era in Calabria tanto per fare due esempi) e se qualche dirigente ci aiuta per noi è tutta manna dal cielo!

  • Luca

    Ma non stiamo tutti sul sito alla ricerca di notizie? Non ci colleghiamo per sapere qualcosa dalla viva voce dei protagonisti? Non rimaniamo delusi se non troviamo notizie nuove rispetto all’ultimo collegamento? Poi la voce più autorevole dell’Orvietana (la massima espressione calcistica del nostro territorio)ci relaziona sull’andamento della partita che nessuno di noi ha visto ma sulla quale tutto vorremmo sapere e che succede? Ci mettiamo a disquisire su cosa conviene faccia o non faccia un dg, addirittura dispensando consigli volti al raggiungimento di uno pseudo spessore al quale si dovrebbe ambire (in nome di quale obiettivo poi non è dato sapere visto che i danni di quelli di spessore ancora ce li portiamo per le ossa), io spero che questo rapporto con questo sito continui e anzi aumenti perchè la fame di notizie è veramente grande e siccome l’Orvietana è finalmente di tutti mi auguro che si continui ad informare.
    Si potrebbe semmai ragionare sulla completa immobilità del sito dell’Orvietana, ma non credo sia questa la sede.

  • Paolo Lanzi

    Ringrazio Monica per la difesa nei miei confronti,ritengo che per l’impegno che ho preso verso l’Orvietana in un anno molto difficile, un piccolo aiuto morale fa solo che bene,vorrei solo spiegare come nasce questa chiamiamola pseudo auto intervista.
    Con Marco Gobbino, per accordi precampionato,ci siamo organizzati che fuori casa, soprattutto nelle trasferte lontane, facciamo una piccola relazione e constatazione delle problematiche nate dall’incontro.
    Siccome Sesto Fiorentino e’ stata una trasferta lunga e importante ho ritenuto, visto che sugli spalti di orvietani eravamo solo quelli della societa’, di spiegare le motivazioni del successo.
    Per quanto riguarda il discorso cuore e professionismo,il discorso era indirizzato specificatamente agli atleti,che devono mantenere una vita giusta e regolare ma devono anche essere aiutati se eventualmente hanno bisogno.Per quanto riguarda la mia simpatia,vorrei essere simpatico con gli amici con qualche bella ragazza per il resto non e’ che mi interessa tanto.L’unico mio scopo e’ quello di salvare in un campionato difficilissimo l’Orvietana calcio, cercando inoltre di salvaguardare il bilancio,per questo chiedo ai tifosi veri dell’orvietana di darci una mano,non parlo solo dal punto di vista economico ma anche un aiuto morale e di sostegno durante le partite,rispetto comunque tutte critiche che ci vengono fatte una persona nota disse”purche’ se ne parli”
    Un saluto caro a tutti i tifosi e perche’ no’ anche a quelli che la pensano in maniera differente.
    Lanzi Paolo

  • calciofilo

    Che per il sito possa essere un piacere che Lanzi decida di mandare commenti proprio non lo metto in dubbio.
    Che oggettivamente,al di la della modernità o meno,per un direttore generale mandare un lettera con una simulazione di intervista mai fattagli non sia molto gratificante,però,me lo deve concedere,e ribadisco che lo dico con tutto la simpatia del mondo per la persona.
    Era solo questo che intendevo

  • Monica Riccio

    Precisazione per calciofilo (e per tutti): non è assolutamente vero che nessuno chiede opinioni e notizie al sig. Lanzi, anzi. Il nostro Gobbino durante la settimana è in contatto con il dg al quale noi stessi abbiamo più volte ribadito che è sempre gradito ospite sulle nostre pagine. Non trovo per nulla disdicevole per un direttore spedire un corsivo ad un giornale, Lanzi in questo mi sembra molto moderno rispetto al passato quando dovevamo fare i salti mortali per sapere qualcosa. Ora poi che sembri preferire il nostro giornale al sito ufficiale dell’Orvietana (dove il suo corsivo non c’è) per me e per il mio giornale è solo un onore, un piacere e ne sono molto felice. Evidentemente qua si fa opinione molto più che altrove. Poi ognuno è libero di non gradire cosa Lanzi dice, per carità, siamo tutti qua a dire la nostra, ma il gesto di per sé è apprezzabile e per questo ringrazio Lanzi e tutti i dirigenti che in passato, e spero, in futuro affideranno a OrvietoSport i loro scritti. Scusate ma calciofilo mi ha dato lo spunto per precisare questa cosa.

  • calciofilo

    Guarda il mio era solo un consiglio.
    Perchè come ho già detto il direttore generale che deve premurarsi di mandare lui le sue considerazioni se no nessuno gliele chiede mi sembra umiliante per lui,per me,onestamente,può fare assolutamente quello che vuole.
    Riguardo poi al parere su quello che scrive io sono un tifoso e faccio il tifoso,e dico altrettanto quello che penso,dato che mi sembra siano state dette cose un po preoccupanti.
    Se non puoi sopportare il mio parere ti consiglio di leggere in fondo di chi sia il commento e saltare i mie,in modo da evitare di leggerli.
    Mi spiacerebbe infinitamente essere la causa del tuo tedio.

  • Luciano

    oh mo calciofilo po parla e lanzi no?!? come sarebbe sto discorso? a me interessa più la voce della società che de uno che non se sa chi è invece!

  • uso

    DOPO AVER LETTO, LE CONSIDERAZIONI DEL TIFOSO SUL DIRETTORE GENERALE DELL’ORVIETANA CALCIO, ANCH’IO SONO D’ACCORDO CHE CERTE VOLTE LA PROFESSIONALITA’ MANCA ,PERO E’ GIUSTIFICABILE QUESTO ATTEGGIAMENTO VISTO CHE LANZI E’ PRIMA UN TIFOSO CHE UN RESPONSABILE-

  • Anonimo

    Valutero’ poichè sono coinvolto appieno nel mondo del calcio dato che ogni sabato sono impegnato sul campo di gioco!

  • Marco Gobbino

    Gentilissimo lettore,
    se lei va a ricercare, tanto per fare un esempio, gli articoli sulla Ficullese scoprirà che fino a qualche settimana fa avevamo delle appassionate che si firmavano “le fedelissime” che ogni gara, coppa compresa, ci mandavano tabellino cronaca e a volte anche foto delle gare. Poi purtroppo non abbiamo ricevuto più nulla, malgrado avessimo chiesto il perché di questo stop. Il primo anno di attività del nostro sito avevamo anche dei riferimenti ad Allerona Scalo per la Romeo Menti, se cerca in archivio i pezzi vecchi di due anni li troverà. Ma purtroppo poi non ebbero seguito. Se lei vuole mandarci dei contributi o scriverli lei di persona o se volesse altre informazioni a riguardo può scriverci alla nostra mail:
    redazione@orvietosport.it

  • Anonimo

    Comprendo appieno le difficolta’ cui andate incontro e condivido il vostro pensiero, difatti il mio era un invito anzi piu’ precisamente un suggerimento.Vorrei infatti invitarvi a ricercare collaboratori per gestire al meglio il vostro sito.Vi continuo a parlare di queste societa’,di queste realta’ facendo riferimento ad esse perchè sono nato e cresciuto in questi territori e vedo sempre centinaia di tifosi a seguire queste partite nonostante la categoria;sara’ l’ attaccamento al paese alle origini ma secondo me c’è chi è disposto a scrivere di partite, qualunque sia lo sport e naturalmente sempre in modo imparziale.Quindi vi stimolo a ricercare perchè queste realta’ hanno davvero dell’ incredibile, nulla togliendo a una grande societa’ qual’è l’Orvietana Calcio!Vi parlo per esempio della Ficullese;un tifo incredibile la sostiene,circa 60,tifosi che la seguono ovunque sia in casa che in trasferta “armati” di bandiere,tamburi e trombe!Credo che ci sia sempre qualcuno disposto a parlarne così come la Romeo Menti,la quale la domenica si ritrova il suo impianto sempre gremito di persone dai giovani agli anziani!Un attaccamento non indifferente!Questo ve lo dico perchè sono andato a vederla domenica in casa con il Santa Lucia!
    Grazie per l’ attenzione e buona fortuna, sperando che la voglia e il buon senso prendano il sopravvento sulla timidezza di coloro che volessero parlare di queste realta’!!

  • calciofilo

    Comunque a me Lanzi è sempre più simpatico.
    Cioè fa e dice cose incredibili,ma se da un lato rimango incredulo dall’altro oramai,ripeto,comincia a farmi davvero simpatia e non mi va nemmeno più di sparare a zero perchè non se lo merita,non tanto come dirigente ma come persona,che ripeto non conosco,ma sicuramente rispettabile e apprezzabile.
    Non riesco però a non permettermi di consigliarle che un direttore generale che non intervistato manda di sua sponte una autointervista ad un sito non si può davvero vedere.
    Mi perdoni,ma in tanti anni che vedo e seguo il calcio è la primissima volta che mi capita.
    Mi sembra davvero un disperato appello di considerazione che però non dovrebbe appartenere ad una figura di tale rilievo in una società.
    Inoltre vorrei tranquillizzarlo sul fatto che non siamo l’unica squadrain serie D ad essere un mix di giovani e vecchi dato che le regole ne impongono 4 in campo e almeno altrettanti in panchina e soprattutto mi sembra un tantino antistorico in un momento in cui la serie D si avvicina sempre più al professionismo(o forse il professionismo assomiglia sempre più al dilettantismo,questo non lo so..) cercare di mettere tanto cuore e poco prossionismo.
    Il cuore nel calcio fa più danni degli infortuni.Il cuore si può mettere se si mette in piedi una squadra in terza categoria senza ambizioni e ci si diverte,in interregionale non è facile salvarsi solo con i buoni sentimenti.
    Comunque le faccio i migliori auguri,e al massimo viste le premesse se le serve conosco un bravissimo cardiologo.

  • Monica Riccio

    Gentilissimo lettore Anonimo, lei ha perfettamente ragione. Su questo quotidiano, fin dalla primo giorno di vita, abbiamo sempre affermato che tutti avranno sempre spazio, dalla eventuale serie A alla amatoriale, dai senior ai mini-atleti, di qualsiasi disciplina sportiva. E così sarà almeno finchè io ne sarò il direttore. Il problema è che noi non siamo il “Corriere dello Sport”, non abbiamo tanti collaboratori, non possiamo essere presenti su tutti i campi. Quello che facciamo lo facciamo grazie all’impegno di due giornalisti (gobbino ed io), di collaboratori vari che a titolo gratuito ci aiutano, di fotografi part-time (filiberto, a volte riccardo), di gente, in generale, che ci da una mano a far conoscere quante più realtà possibile. Il tutto volontariamente, utilizzando la ns vetrina anche per far conoscere le attività e i risultati delle proprie squadre, permettendoci di offrire un vasto panorama di articoli e contributi. Il nostro sostegno viene dagli spazi pubblicitari, e anche qua siamo carenti di persone che ci aiutino a venderli. Le realtà di cui lei a ragione parla sono state molto spesso contattate da noi, in particolare da Marco Gobbino, che è il nostro coordinatore per il Calcio. Nessuno, o molto pochi, hanno risposto ai nostri inviti. O se lo hanno fatto lo hanno fatto per brevi periodi o peggio solo le loro realtà vincevano. In queste condizioni, lei ci capirà, non ci è facile seguire tutti. Anche se lo vorremmo. Per questo rinnoviamo cogliendo lo spunto dal suo gradito intervento, il nostro appello a tifosi, appassionati o ad un solo collaboratore che per noi segua tutte le squadre minori che minori non sono per niente. Noi purtroppo, pochi come siamo, non possiamo fare di più. Del resto gli eventi sono concentrati tutti il sabato e la domenica, per lo più, e tutti nei medesimi orari, e non possiamo coprire tutto. Le nostre pagine sono però sempre aperte a chi volesse darci una mano a far conoscere altre realtà, adesso poco seguite, in fondo basterebbero un paio di persone con un po’ di tempo di lunedi, o martedi, per raccogliere i tanti dati dai campi locali. Noi non ce la facciamo, e non parlo solo di calcio, ma ci mancano news dal nuoto, dal tennis, dal fitness, dai motori, dalle giovanili … Grazie, in ogni caso del suo intervento.

  • Marco Gobbino

    Gentile lettore,
    lei ha colto in pieno lo spirito che questo sito ha sempre voluto portare avanti da quando è nato. Ma a coordinarlo siamo in due Monica Riccio ed io, Marco Gobbino. E peraltro i nostri lavori “veri” sono altri, il sito lo gestiamo quando troviamo tempo. Ormai i nostri weekend sono diventati corse tra stadi e palazzetti e il sabato e la domenica facciamo le ore piccole per tenere tutto aggiornato! I nostri validissimi collaboratori ci aiutano con i loro contributi (abbiamo chi ci manda pezzi sui calcioamatori, chi sul calcio a 5 da monterubiaglio, chi fino a qualche settimana fa puntualmente ci forniva news e cronache della Ficullese tanto per fare alcuni esempi)ma non abbiamo contatti per tutte le realtà sportive che nel nostro comprensorio sono veramente tante. Insomma senza il vostro aiuto non ce la facciamo a seguire tutto, dovremmo avere almeno 40 inviati il fine settimana per tutti gli sport e tutte le squadre.
    Non vogliamo trascurare nessuno, ci fa anzi piacere che le assenze di cui lei parla, e che riconosciamo essere assenze pesanti, vogliono diventare presenze, ci fa piacere che qualcuno immagina chissà quale redazione sportiva dietro a queste pagine capace di raccogliere news da almeno una dozzina di squadre di calcio, quasi dieci di calcio a 5, tre di basket, due di volley, una di rugby ecc e spesso sono anche notizie che vengono da fuori regione! ma siamo in due!! per cui se qualche appassionato di queste realtà che settimanalmente le segue dal vivo volesse diventare nostro collaboratore e aggiornarci non possiamo che essere felici.
    Sperando in una collaborazione di tutti noi ci impegniamo sempre a migliorarci!
    grazie
    Marco Gobbino

  • Anonimo

    Partendo dal presupposto che le realta’ sportive delle societa’ dell’Orvietano si stanno affermando e si sono sempre affermate sempre a grandi livelli, soprattutto su scala nazionale,Vorrei proporre al direttore di Orvieto Sport di trattare e dedicare degli inserti anche a delle piccole societa’ sportive quali sono il Fabro,la Ficullese, la Romeo Menti, la Virtus Castel Giorgio, l’ A.C.D Allerona e l’ Audax.Dedicare spazio a queste societa’ ,e altre che momentaneamente non mi vengono in mente, coinvolgerebbe , a mio parere, un pubblico piu’ vasto.Il Fabro è l’ unica squadra a militare in Prima Categoria della quale non si parla,dato che al Ciconia vengono dedicati numerosi nie anche in passato lo stesso veniva fatto al Federico Mosco;non si parla e non si è parlato di un Audax che l’ anno scorso e salito in Seconda Categoria e poi è retroceduto ,perdendo numerosi giocatori,e nonostante cio’ si trova nelle zone alte.Non si parla della Ficullese allenato da un ex Orvietana,Simonetti,e della grande compattezza del Castel Giorgio di Prosperi,neopromossa!!!Non si parla quasi mai,anzi,raramente,di due importanti societa’ che nel loro piccolo ricevono meriti e complimenti per il lavoro che svolgono ormai da anni:la Romeo Menti e l’ A.C.D Allerona. A.C.D Allerona che è stato rifondato da 2 anni, e dopo un primo anno di “assestamento”,ora si trova primo in classifica!Non si parla,sufficientemente, e lo dico da Orvietano DOC,e non da alleronese, di una realta’ importantissima quale è, a mio parere la Romeo Menti:oltre 50 anni di storia,un vivaio fra i primi in Umbria fra le piccole societa’;oltre 100 ragazzi nel settore giovanile che militano nei vari primi calci, esordienti A e B,pulcini,giovanissimi,allievi,juniores!!!Basti pensare che il Fabro andando non so se in contro a difficolta’ o per altri motivi ha formato con altre 2 societa’ un settore giovanile supportabile in collaborazione fra queste,la ValdiChiana Umbra.La Romeo Menti invece lo sostiene auotonomamente cosa che nell’ orvietano fanno solo Orvietana e Federico Mosconi dato che il Ciconia si appoggia all’ Orvietana e il G.M.T è un ulteriore collaborazione di 3 societa’.Una prima squadra che,da quanto mi dicono,è costituita da una media’ di eta’ molto bassa,formata per lo piu’ da classe 89,90,91,92 e con una juniores serbatoio efficiente della prima squadra.Nonostante sia retrocessa quest’ anno dalla Prima Categoria,ora milita in Seconda Categoria e continua a lavorare alla grande.Ho parlato nel particolare di questa societa’ perchè mi sorprende ma cio’ non significa che si debbano tralasciare altre societa’.
    Grazie per l’ attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *