martedì, Aprile 16contatti +39 3534242011
Shadow

Cinquina della Juniores al Trestina

Dopo un primo tempo finito in parità, nella ripresa la squadra di Olimpieri si scatena. Vanno a segno Cristiano Graziani (doppietta), De Matteo (doppietta) e Cherubini su rigore.

ORVIETANA – TRESTINA 5-1

ORVIETANA: Barbabella, Colasanti, Graziani R. (21’st Muto), Di Maio, Pezzolla, Montagnolo (33’st Lellero), Grassini, Pepe (12’st Ragno), De Matteo, Cherubini, Graziani C.. A disp.: Roncella, Parrino, Arcangeli, Sisti. All.: Olimpieri.

TRESTINA: Bruschi, Conti, Tafini, Picchirilli, Canterini, Cecchetti, Bussotti (12’st Turchi), Baracchini, Paccavia (29’st Bellucchi), Agri, Marsiglietti (9’st Gustinelli). A disp.: Pazzi, Pazzagli, Della Rocca. All.: Lacrimini.

ARBITRO: Lupi di Perugia (Isidori e Antonini di Perugia)

MARCATORI: 34’pt e 20’st C. Graziani (O), 45’pt Bussotti (T), 7’st e 32’st De Matteo (O), 10’st Cherubini rig. (O).

NOTE: espulso all’8’st il portiere del Trestina Bruschi per fallo da ultimo uomo, ammoniti: Di Maio e Ragno (O), Picchirilli, Canterini e Cecchetti (T). Angoli: 9-1 per l’Orvietana. Recupero: pt: 0’, st: 3’.

Torna alla vittoria la Juniores di Olimpieri contro un Trestina che, a leggere gli ultimi risultati, sembrerebbe un po’ la squadra materasso del torneo, viste le 17 reti subite nelle ultime tre partite e ancora gli zero punti in classifica. Eppure la gara è stata combattuta per quasi un’ora. L’Orvietana schiera nove giocatori classe 94, il più anziano, per così dire, è Colasanti di un anno meno giovane, non c’è traccia di elementi della prima squadra. Nel Trestina solo Baracchini, classe 92, e un trio di giocatori del 93 rendono un po’ più esperta, anagraficamente, la squadra di Lacrimini. Gli ospiti si affidano ai lanci lunghi per gli attaccanti, ma Paccavia e Marsiglietti non sempre ne approfittano. La squadra di Olimpieri invece è abilissima sui calci piazzati, schemi collaudati e difensori avversari in confusione, ma le conclusioni di De Matteo e Graziani sono deboli. Ci pensa allora Tafini tra gli ospiti a regalare la prima emozione: un suo tiro da oltre venti metri si stampa sulla traversa. Quando i biancorossi alzano il baricentro tornano a farsi pericolosi. A metà primo tempo si accendono un paio di mischie in area del Trestina e Bruschi salva la sua porta in due occasioni. In un caso Pepe avrebbe l’occasione giusta per segnare, ma spreca tutto da due passi. Sul rovesciamento di fronte il Trestina guadagna un angolo e Paccavia di testa manda a lato di poco, l’Orvietana risponde con una triangolazione aerea Cherubini – De Matteo con quest’ultimo che prova il pallonetto che esce di un soffio. Ci vuole la solita punizione per sbloccare il risultato: Pezzolla tocca per Cherubini che fa filtrare in area il pallone dove Cristiano Graziani si fa trovare pronto per il gol. Ma dopo due minuti nell’altra area, un retropassaggio avventato mette in forte difficoltà Barbabella che nel tentativo di anticipare Paccavia lo atterra, per l’arbitro è tutto regolare tra le proteste ospiti. Il pareggio per il Trestina arriva comunque nel finale di tempo, complice l’ennesima dormita della retroguardia biancorossa che lascia scorrere la palla verso Bussotti che non perdona. La gara si decide nei minuti iniziali della ripresa, l’Orvietana conquista tre angoli in pochi minuti e pressa con decisione, ma il vantaggio arriva sempre a partire da una punizione: palla in area dove Grassini di petto rischia di buttarla dentro, ci pensa poi De Matteo a trovare lo spazio giusto per riportare in vantaggio i suoi. Neanche un minuto e De Matteo va via in slalom a tutta la difesa, prova a superare anche il portiere che lo atterra: stavolta il rigore viene assegnato e esce fuori anche il cartellino rosso. Cherubini trasforma e con il Trestina in dieci la gara virtualmente termina qui. Il punteggio sarà arrotondato dalle doppiette di Graziani e di De Matteo, il primo beffando gli avversari su uno schema di calcio d’angolo, il secondo ricevendo palla in area e girandosi alla perfezione. Doppietta che non riesce a Cherubini: il suo gran tiro da 30 metri finisce all’incrocio dei pali.

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com