domenica, Luglio 21contatti +39 3534242011
Shadow

Nuova battuta d’arresto per il Ciconia: 0-2 contro la Nuova Gualdo

Per la seconda partita casalinga consecutiva, la squadra di Ciucci non riesce a fare punti al cospetto di una Nuova Gualdo, costruita sì per vincere, ma che all’antistadio Achilli ha raccolto più di quanto seminato, capitalizzando al massimo le poche occasioni capitatele.

Ciucci conferma Casalicchio in porta e avanza Frellicca nel ruolo di esterno alto di destra a dar man forte a Hoxha e Marchigiani in avanti. Dopo due turni di squalifica torna Franciaglia e Baffo, inizialmente, parte dalla panchina.

Partita molto equilibrata nel primo tempo con le due formazioni che si fronteggiano a viso aperto a centrocampo e con le difese che hanno la meglio sfruttando la trappola del fuorigioco.

Fino al 43° del primo tempo il taccuino delle occasioni per entrambe le squadre era quasi privo di inchiostro, salvo per qualche conclusione dalla distanza che, per l’imprecisione degli attaccanti, finivano fuori o innocue fra le braccia dei due portieri. Unica occasione di nota è di marca ospite all’11° quando dopo una mischia in area bianco-celeste a seguito di un calcio d’angolo e di una palla sfuggita a Casalicchio, Marchesi tira alle stelle da ottima posizione.

Al 43° il Sig. Servillo di Terni concede, molto fiscalmente, un calcio di rigore alla Nuova Gualdo per fallo di mano di Franciaglia al limite dell’area. Notevoli le proteste del Ciconia in quanto la dinamica del fallo lo rende molto discutibile. Infatti su un lancio lungo Frunza respinge di testa e colpisce, a meno di un metro, Franciaglia sulla mano e l’arbitro concede il rigore che Marchesi, con un forte tiro, trasforma spiazzando il portiere.

La squadra di Ciucci rientra in campo nel secondo tempo molto determinata e prende subito in mano la partita sfruttando al meglio le corsie laterali e gli spazi creati da Baffo, oggi inizialmente in panchina ed entrato solo al 10° della ripresa. Il goal del pareggio sembra essere nell’aria ma l’imprecisione degli attaccanti locali vanifica i buoni cross provenienti dalle corsie laterali.

Al 25° è invece la Nuova Gualdo che trova il goal del raddoppio grazie ad un tiro da 35 metri di Gjnaj che di prima intenzione scaglia la palla in rete dopo averla rubata ad un difensore, con Casalicchio fuori dai pali.

Il Ciconia non riesce più a raddrizzare la partita e gli ospiti controllano agevolmente il finale di partita correndo un solo serio pericolo con una punizione al 40° di Marchigiani che, trovando la deviazione della barriera, inganna il portiere ma la palla finisce di un soffio a lato.

Unica e modesta consolazione per il Ciconia è quella di aver giocato alla pari con una formazione costruita per vincere il campionato e per lunghi tratti della ripresa di aver imposto il proprio gioco.

Ora il calendario propone due insidiose trasferte in Valnerina contro la 4 Castelli e il Montefranco che sicuramente dovranno dare slancio alle ambizioni della formazione orvietana.

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com