domenica, maggio 29contatti +39 3534242011




Il San Venanzo torna alla vittoria

Questo articolo è stato letto 1968 volte

Tripletta del nuovo acquisto e San Venanzo che contro il Collpepe ritrova la via della vittoria. Un 3 a 1 che fa morale, ma anche classifica: la compagine di Carli lascia la penultima posizione (ora occupata da Gualdo e Nocera) e torna alla vittoria, prima fra le mura amiche. Una sfida importante quella dell’ottava giornata, anche se in fondo alla classifica. Di sicuro una situazione non nelle previsioni di entrambe le società, ma con cui si devono fare i conti e si deve reagire. Il San Venanzo lo fa. E con una zampata da lottatore vero. Gran merito al nuovo arrivo: quel Pasquale Costanzo che regala tre punti e tre gran sigilli. Collepepe mai pericoloso sul serio, anche se dopo il vantaggio iniziale del San Venanzo, prende le redini del gioco per una buona mezz’ora. Andando per ordine, il primo assalto è già vincente per i ragazzi di Carli: al 3’ una progressione sulla fascia sinistra di Bicchieraro, regala il cross per Costanzo in arrivo: quest’ultimo scalda il sinistro e palla che finisce sotto l’incrocio lontano. 1 a 0. Ospiti che provano una reazione. Due buone occasioni arrivate, come dicevamo, nel momento in cui il San Venanzo cala un po’. +

Nonni sbaglia decisamente le misure quando forse inaspettatamente si ritrova in area a colpire di testa l’invito di un compagno. Misure appunto sbagliate e palla che rotola sul fondo, lontano dalla porta di Mortaro. Si arriva al 20’ e ancora ospiti con Marrano: stavolta a tu per tu con Mortaro, il giocatore del Collepepe tenta un pallonetto ma con poca decisione, il portiere locale blocca con un balzo. Arriva alla mezz’ora il primo dei tentativi di Bicchieraro di metterci la firma. Forse la voglia di festeggiare anche i 31 anni appena compiuti per l’attaccante sanvenanzese, che mostra una grinta ancora maggiore nel cercare il sigillo. Servito in profondità da un rigenerato Alessandro Corradi, innesca la solita lotta con un avversario ma al momento del tiro, la palla viene deviata sul fondo. E’ invece una pennellata di Costanzo ha regalare al San Venanzo anche il raddoppio: punizione dalla trequarti che aggira la barriera e finisce sotto l’incrocio dei pali, con un Leonardi immobile. Secondo parziale che inizia sempre con il San Venanzo sugli scudi: Bicchieraro stacca di testa in area, servito da Costanzo, gol. Per l’assistente è fuorigioco, ma l’attaccante salta con un avversario praticamente agganciato a lui. Decisione da rivedere.

Al quarto d’ora invece è tutta regolare la tripletta di Costanzo: dalla destra, progressione che al limite fa scagliare all’attaccante campano un sinistro tagliente che finisce ancora in rete. Rimane in dieci il Collepepe quando Marrano atterra malamente Ercolanoni, costretto all’uscita in barella e subito sostituito da Alberto Pambianco. Nessuna conseguenza grave per il centrocampista sanvenanzese. Risultato che si fissa sul 3 a 1 alla mezz’ora: rigore concesso dal direttore di gara agli ospiti, trasformato da Maggionami. Inspiegabile è la decisione dell’arbitro toscano, che ravvede un fallo in area, ma da spettatori abbiamo solo ravvisato uno scontro fra due giocatori del Collepepe, che cercavano di intercettare la palla arrivata da calcio d’angolo.

SAN VENANZO (4-4-2): Mortaro, Giorgioni, Moretti, Raspa, Bianchi, Corradi A., Ercolanoni (19’ st Pambianco A. ), Fratini , Bastiani  (45’ st Corradi G. ), Costanzo (40’ st Meniconi ), Bicchieraro . A disp.: Taddei, Pambianco L., Valentini, Rosi. All. Carli .

COLLEPEPE (4-4-1-1): Leonardi, Stori(13’ st Cerquiglini), Marrano, Conti, Nonni, Trombettoni , Scatoloni  (22’ st Casagrande ), Batini , Magionami , Bacci , Fiorucci  (32’ st Antonelli ). A disp.: Profidia, Capri, Matteucci, Romoli. All. Poponi .

ARBITRO: Frosini di Pistoia

RETI: 3’ pt, 39’ pt, 14’ st Costanzo (SV); 29’ st Magionami –R- (C).

NOTE: Espulso al 16’ st Marrano per fallo su Ercolanoni. Spettatori circa 200. Ammonizioni: Conti, Trombettoni (C); Pambianco A. (SV). Angoli: 4-4. Recupero: 1’ pt; 4’ st.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *