domenica, Luglio 21contatti +39 3534242011
Shadow

Arriva al Muzi il Castel Rigone, bestia nera dell’Orvietana

Sempre dolori per l’Orvietana contro la squadra di patron Cucinelli e anche Volpi non ha bei ricordi di Mezzanotti, sarà l’occasione per vendicare tutto? Intanto potrebbe recuperare D’Andrea, mentre la squalifica di Nami cambia l’equilibrio degli under.

 

L’Orvietana si prepara ad affrontare il Castel Rigone, squadra che da quando gioca in Serie D non ha mai lasciato scampo ai biancorossi: sia in casa, sia in trasferta, sia in campionato e sia in coppa non ci sono mai state gioie per l’Orvietana. Non solo, anche se sulle due panchine siedono allenatori nuovi rispetto alle precedenti stagioni, pure il bilancio tra Mezzanotti e Volpi è a vantaggio del primo.

 

Il Castel Rigone, vera inconpiuta di questo campionato, arriva al Muzi dopo il pareggio interno per 2-2 imposto dal Sansepolcro. Un risultato che ha scaturito una reazione insolita di patron Cucinelli, in genere sempre calmo e pacato: “L’allenatore oggi merita 3 in pagella, ha sbagliato tutto ciò che c’era da sbagliare, se avessimo avuto qualcun altro in panchina avremmo vinto, ma non lo esonero”. La squadra di Passignano sul Trasimeno per il terzo anno consecutivo ha una rosa costruita per vincere il campionato, questa volta senza l’incognita dell’esordio del primo anno e senza il Perugia di mezzo, sembrava la volta buona. Invece Pontedera ed Arezzo sono lontane. Resta il fatto che le individualità soprattutto in attacco possono risolvere la gara da soli, anche se il gioco non sempre entusiasma.

 

Sul fronte Orvietana c’è da registrare la squalifica di Vittorio Nami, unico under classe 93, che forse riporterà una maglia da titolare sulle spalle del giovanissimo, classe 94, De Matteo. Si spera anche nel recupero di D’Andrea in difesa, mentre ancora nulla da fare per Felici che resterà ancora fuori per infortunio.

 

Si gioca al Muzi domenica 29 alle 14.30, arbitrerà l’incontro il signor Sanfilippo di Catania (Salerno di Torre Annunziata – Pagano di Caserta).

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

2 Comments

  • Mirko Chiasso

    Caro osservatore voglio solo precisare che a Nocera Umbra ci sono andato esclusivamente per ragioni lavorative. Per il resto ti dico semplicemente che IO faccio parte della storia dell’Orvietana e questo è l’unica cosa che conta!!!!!

  • osservatore

    signor zinci, hai fatto un articolo a chiasso che sembrava del piero, ai dimenticato che ha giocato sempre in promozione e eccellenza, faccio solo una considerazione da quando se ne andato, 5 partite, 4 vittorie un pareggio, i numeri sono numeri purtroppo, doveva smettere prima puo darsi che qualche punto in piu’ cèra in classifica, invece stiamo lottando, a dimenticavo è una bandiera dell’orvietana, peccato che quando serviva anni fa’, se ne ando’ ha guadagnare a nocera umbra, spero che qualcuno queste cose se le ricordi, come le ricordo io che seguo l’orvietana da sempre, adesso si ricorda di voler bene all’orvietana, che vergogna, speriamo di fare una bella partita domani, forza u.s.o.

    n.b. commento modificato dalla redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com