mercoledì, Luglio 24contatti +39 3534242011
Shadow

Un Arrapaho sprecone piega Old Star

Gli Arrapaho non trascurano nulla, nulla viene lasciato al caso nell’affrontare Old Star l’unica squadra in grado di batterli nella stagione fin qui disputata. Una pretattica esasperata fa sì che si nascondano Trifici e Sarri agli occhi degli avversari, ma per un incomprensione Selvaggio resta troppo nascosto, si mormora che per sviare ogni sospetto alle 20,40 fosse ancora in stazione, mentre Trifici è dato ancora per disperso.
Fallita la mossa sorpresa l’Arrapaho questa volta entra in campo determinato e deciso, una certosina attenzione alla fase difensiva fa si che Lek non sia mai impensierito nel primo quarto di gara, i minuti passano ma gli indianini non riescono a scardinare la porta ben difesa dal portiere Old Star e nella più classica azione di contropiede Ubaldini Filippo si presenta solo di fronte a Lek con un colpo da maestro lo scavalca in pallonetto, in panchina Arrapaho sono stati istanti estremamente fruttuosi, infatti si sono creati per l’occasione imprecazioni di altissimo livello, tensione svanita appena la palla và ad impattare sull’incrocio.
Dopo la paura Alex finalmente sblocca la gara con un siluro che colpisce il 7 avversario e su cui nulla può il portierone avversario, vanno in goal anche Forbicioni che con una fucilata sfonda addirittura la rete, nemmeno fosse Mark Lenders e Bicorgna portando la partita sul 3 a 0 purtroppo una sbavatura di Morleschi, con la testa già al primo tempo di John Carter 3d, film per il quale ha rinunciato al classico postpartita al terzo tempo, concede il goal agli avversari, ma a riequilibrare le distanze arriva il goal più atteso quello di Notazio, (festeggiatissimo dai compagni e dai numerosi tifosi accorsi, speranzosi entrambi che questa marcatura lo sazi e decida di giocare ancor meno, se possibile), che con un tocco da biliardo porta la partita sul 4 a 1 punteggio che non muterà più nonostante si sia giocata solo metà partita.
Il secondo tempo è sconfusionato e mal giocato dalla nostra compagine che a 5 minuti dalla fine manda sul dischetto del tiro libero gli avversari, ma segnare a Lek è davvero difficile e nemmeno sta volta fa un eccezione, addirittura blocca la palla in presa e rilancia per il fratello. La partita termina qui con le feste del nostro Carmignani (Luca Serafini) che ebro di gioia esulta come un fanciullino…
Veniamo all’ormai Classico Pagellone stavolta stile inter(ispirazione venuta al terzo tempo assistendo alla sfortunata partita dei nero azzurri)
Lek Jaha 10 una certezza, sempre pronto, fa voto di silenzio prima dell’inizio della gara e riparla solo dopo per non rischiare nulla. Julio Cesar
Luca Morleschi 7 prima parte della gara buona anche se troppe sortite offensive, seconda parte scalpitante era troppo “infogliato” per vedere John Carter che correva da per tutto, spesso senza meta. Javier Zanetti
Sarri Selvaggio 8 qualsiasi elogio sarebbe riduttivo, solita partita, quindi splendida, la difesa quando sale lui in cattedra non soffre mai. Lucio
Bicorgna Emanuele 8 Goal a parte è il metronomo di centrocampo detta tempi e passaggi, mette spesso i compagni in posizioni vantaggiose per battere il portiere con assist millimetrici. Sneijder
Forbicioni Maurizio 8 Prestazione impeccabile fatta di sacrificio ripagato dal goal visto che siamo in tema inter cito quasi Ligabue “una vita da quasi mediano”. Cambiasso
Paradiso Marco 8 Grande attenzione ai compiti di copertura, svolge benissimo le richieste del mister e per questo è poco presente in fase offensiva dove offre comunque un assist a Alex. Maicon
Alex Jaha 8 dopo la rivoluzione causata dalla scomparsa di Rcc Caffè e dalla contestuale squalifica di spadino, ha un distacco di 17 lunghezze dal più prossimo inseguitore nella classifica cannonieri ma continua ad incrementare il bottino siglando uno splendido goal. Milito
Notazio Francesco 8 finalmente trova il goal che tanto cercava, ed è anche un bel goal, esaurisce subito il fiato peccato non ci sia più Maggi compagno di tante apnee. Adriano(so che sono anni che non è più nell’inter ma è notizia di oggi che è stato licenziato dal Corinthias perché la bilancia rispondeva male ai suoi sforzi con la forchetta, e quindi è troppo azzeccata come analogia)

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com