lunedì, Luglio 22contatti +39 3534242011
Shadow

2. OFFSIDE #28 – La legge del tre e i numeri della Telematica

Tre è il numero perfetto, tre sono le squadre di basket cittadine, tre le vittorie che hanno conquistato, tre i set vinti dai due team del volley, tre i gol subiti dall’Orvietana, tre quelli segnati dal Federico Mosconi e dal Gala.

Nel week end del tre e delle vittorie di tutte le squadre con l’eccezione numerica della Coar, vincitrice per 8-2, e dell’Orvietana sconfitta in toscana, un altro tre, seguito da uno zero, ha impreziosito l’ennesima gioia interna della Telematica Orvieto Bk.

Tre e zero come 30 ovvero i punti di uno stratosferico Marco Ottocento protagonista assoluto della partita vinta due volte, nei primi due quarti e in quello finale, dalla Telematica contro Pesaro.

Risultato finale 73-64 ripeto sette TRE sei quattro. Cosa si fa quando si è primi?

Si legge la classifica e si gioca con i numeri perché i numeri parlano e quelli della prime 6 hanno qualcosa da dire.

Orvieto, Montegranaro, Giulianova, Ancona hanno giocato 25 partite, Porto Sangiorgio 26 e Pesaro 24. Nel grande equilibrio del girone ognuna di loro, attraverso i numeri, racconta qualcosa.

Montegranaro, l’altra capolista, ha il miglior attacco interno (media punti 79,83 – 12 partite) dove ha perso una sola partita, con una minima differenza tra punti subiti in casa (69,50 – 12 partite) e in trasferta (68,23 – 13 partite).

Giulianova, l’unica tra le 5 ad aver vinto al PalaPorano, è una squadra che perde molto del suo smalto offensivo lontano dal parquet amico. In casa, dopo 13 partite, viaggia a 77,46 punti fatti e 70 subiti mentre in trasferta, dove ha disputato una gara in meno, le medie si abbassano notevolmente arrivando a 64,25 punti in attacco incassandone 65. Giulianova è anche l’unica ad avere fuori casa una differenza canestri negativa (-9).

Ancona ha il miglior attacco del campionato, in casa media punti 77,16 (12 partite) e in trasferta media punti 76,46 (13 partite), il miglior score interno (11-1) insieme a Montegranaro e, in assoluto, la migliore differenza canestri sia in casa che fuori.

Porto Sangiorgio, 26 partite equamente divise, è la squadra corsara del girone. In attesa di vedere cosa faranno nella prossima trasferta Orvieto e Giulianova, ora 8-4, i marchigiani sono gli unici ad aver vinto 9 partite fuori casa.

Pesaro, sconfitta domenica al PalaPorano, ha chiuso in testa il girone di andata, deve recuperare un match, ha un 50% in trasferta dove segna, a differenza di tutte le altre, di più (73,58 contro 71,67) rispetto alle partite interne. Come mai ha perso il primato? Semplice, molto semplice perché in trasferta incassa quasi 72 punti, ben 9 in più rispetto a quelli subiti in casa.

E Orvieto? La Telematica è la più costante in casa e fuori. Minima differenza tra punti fatti (75,15 al PalaPorano contro i 73,91 lontano dal pubblico amico) e subiti (67,08 in casa e 68 fuori), grande equilibrio, ottimo score interno (11-2) e esterno (8-4). Una squadra che prova a giocare la propria pallacanestro, spesso riuscendoci, il primo posto lo testimonia, senza subire il fattore campo.

Non so come andrà a finire, anche perché stavolta ho dato letteralmente i numeri, in tutti i sensi, sono semplicemente convinto che saranno grandi play off e che noi, finalmente, saremo protagonisti.

Noi squadra, noi società e  noi tifosi…FORZA RAGAZZI ora viene il bello!

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com