domenica, Luglio 21contatti +39 3534242011
Shadow

Salsomaggiore: U19 Orvieto, dura 25 minuti il sogno delle Final Eight

I ragazzi under 19 chiudono il concentramento di Salsomaggiore con onore dopo aver condotto per larghi tratti della gara con vantaggi anche di 16 punti ma cedendo nel finale contro la blasonata Tiber Roma che già nel 2008 vinse il campionato U21 nazionale.

Grande la soddisfazione per coach Olivieri che riesce a vincere due delle tre gare piazzando la propria squadra seconda del girone e tra le migliori sedici u19 Elite nazionali.

La gara vede partire gli orvietani, (reduci dall’entusiasmante vittoria del giorno precedente su Oderzo) scatenati in attacco realizzando tre triple con Frosinini, Brunelli e Ciriciofolo lasciando gli avversari annichiliti e chiudendo il primo quarto con ben 29 punti realizzati contro i 17 subiti da Ambrosi e compagni. Nel secondo quarto continua il predominio orvietano che raggiunge il massimo vantaggio al 15° con l’ennesimo canestro di Brunelli che la porta sul 19 a 35.

Ma la Tiber non ci sta ed approfittando di qualsiasi errore avversario si rifà sotto chiudendo il secondo quarto con la tripla di Algeri del meno 8 (30-38). Al 25° Ambrosi (miglior realizzatore per i romani con 22pt) realizza il canestro del pareggio 48-48. Ma subito dopo Ciriciofolo e Grillo riportano la squadra della rupe di nuovo in vantaggio 48-52. Sarà la quarta delle cinque triple realizzate nell’incontro da Capotorto a chiudere la terza frazione in favore della Tiber 57-52 complici le molte palle perse banalmente in attacco da parte orvietana. Al 34° sul 62 a 56 la tripla del meno tre di Ciriciofolo si stampa sul ferro dando il via ad un parziale devastante in favore dei più cinici avversari permettendo loro di chiudere l’incontro con largo margine.

Finirà 80 a 60 una gara che nulla toglie alla grande prestazione offerta dai ragazzi orvietani in questi meravigliosi tre giorni di sport rappresentando l’Umbria intera in questo difficile girone a Salsomaggiore dove solo la prima si qualifica alle Final Eight di Lignano dal 16 al 20 maggio.

TIBER ROMA – ORVIETO 80-60

PARZIALI : 17-29 13-9 27-14 23-8

TIBER: Capotorto 15, Dalsasso 4, DeDomenico n.e., Algeri 14, Paone n.e., Tammurello 3, Ambrosi 22, Gaffi n.e., Cipriani 17, Prati 4, Pucci n.e., Piccagli 1. All.: Mannucci.

ORVIETO: Trinchitelli 2, Bernucci 0, Benizielli 0, Frosinini 8, Ciriciofolo 12, Grillo 4, Brocchi 10, Quercia 2, Fogliani 2, Brunelli 20, Battistelli 0, Montegiove 0. All. Olivieri.

ARBITRI: Fontanini di Modena e Simonazzi di Reggio Emilia.

 

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

13 Comments

  • Storico

    Non solo non la penso cosi’, ma credo anche che quello che ha scritto sig. Gilles siano baggianate. Ma ognuno ha la sua opinione, e va bene cosi’.

  • gilles

    Sono tentato di non rispondere ma non è facile. Non so se “storico” e “nostalgico” siano la stessa persona, ma sembra che almeno appartengano alla stessa corrente di pensiero. Premesso ciò, anche i vini pregiati anno delle annate più o meno buone, che vai ad un “vin Italy” o ad un concorso importante, poco importa. L’importante è uscire dalle “mura” e confrontarsi con le varie realtà nazionali, squadre attrezzate, società blasonate, con organizzazioni giovanili aventi numeri importanti. Per numeri intendo: quantità di elemento umano, e numero di ….euro. Il discorso singolo dei giocatori che avrebbero potuto “sfondare”, sai benissimo che non è un discorso di dare la responsabilità a questo o a quello, che si risolve il problema. La metodologia intensiva di settori giovanili di prim’ordine, non la si può pretendere in una società piccola come la ns. Se c’è qualche ragazzo interessante, l’Orvieto Basket, non ha mai impedito che andasse a fare altre esperienze.C’è da rimarcare anzi, che i giovani U19 trovandosi “seguiti” hanno risposto alla grande, gli inserimenti in prima squadra sono reali, nel senso che giocano. Su questo credo che non ci siano dubbi. Il discorso “far crescere”, è di conseguenza a quello che ho affermato, cioè alla possibilità che la soc. da, e lo dimostra, col mettere in campo i giovani n C1. Non capisco che cosa si pretenda di più!?! Se ci fosse uno o più elementi validi stai tranquillo che si farebbero sentire, le grandi Soc., non pensi? Saluti

  • fabrizio.tre

    Credo che la ” SOCIETA’ ” sappia esattamente quale potenziale valore umano abbia nelle mani, da anni, da sempre, non da ora………i risultati vengono con le scelte giuste e con un lavoro giornaliero snervante fatto in palestra ed in cabina di regia…..in sede societaria. Solo un terzo del bilancio finanziario di ogni anno viene dedicato alla prima squadra,in gran parte coperto dallo sponsor, il resto è spalmato su tutta l’attività del settore giovanile fino agli under19. I risultati sono ciclici, generazionali e, purtroppo, molto spesso tra un ciclo ed un altro passano degli anni…..5 anni fa, quando Ciriciofolo e C. cominciavano a disputare i primi incontri ufficiali, quella squadra non vinceva quasi mai…..oggi, in DNC, molti Allenatori si informano se la nostra squadra è al completo, prima di incontrarci la Domenica, sapendo che in panca ci sono anche quegli Under. La Società ne ha di pazienza, eccome……se avesse un po’ di soldi in più riuscirebbe a costruirsi un palazzetto con le proprie forze ed allora si che il centro minibaskete giovanile sarebbe quello che meriteremmo…… spendiamo cifre considerevoli solo per pagare affitti per palestre e per giunta a proprietari che si chiamano Comune, Provincia….non un aiuto da parte loro, solo riscossioni !! Il nostro Movimento ha bisogno di gente che collabori, che si metta a disposizione, che lo faccia per passione e che abbia nulla a pretendere in cambio ed ogni ragazzino che ha trascorso gli anni della propria adolescenza in una palestra con i suoi pari età, è sicuramente un uomo migliore per il resto della sua vita ……anche se era un ” talento ” e qualcuno non se n’è accorto. Tutti ” ROSSI ” in tribuna Sabato contro il Porto San Giorgio…..non abbiamo ancora finito per quest’anno, vogliamo che non finisca subito, per questa stagione, almeno, non si rischia di retrocedere !!!!!

  • Storico

    Vorrei lanciare una provocazione: alcuni anni fa le giovanili Orvieto Bk arrivarono a ben altri traguardi, una under21 mi pare arrivò nona in Italia giocandosi non un campionato ELITE ma qualcosa di più. I ragazzi annata ’87 giocarono più volte le fasi nazionali della loro categoria giocandosela con squadre molto più titolate e settori giovanili di squadre di serie A.
    Bene la mia domanda è: quanti di quei ragazzi se si esclude il solo Negrotti hanno trovato spazio e/o continuano a giocare?
    Si noti bene che questo discorso non vuole assolutamente andare a sminuire il risultato ottenuto da ragazzi di 18 anni che, anzi, meritano rispetto. Ed è esattamente per questo che continuare a trattarli come fenomeni, facendo credere loro qualcosa che non sarà, perché tutti sappiamo che non sarà, è sbagliato e volgare.
    Quello che vorrei è solo che la società si accorgesse di quello che ha e riuscisse, con accuratezza e pazienza, a far crescere giocatori e ragazzi, sia dentro che fuori dal basket.
    Forza Orvieto.

  • VQ

    E’ stato per me un piacere e un onore assistere alle prime due partite dell’Orvieto Basket a Salsomaggiore e Fidenza. Entrambe splendide partite vinte in rimonta, contro due squadre, Cus Catania e Oderzo, molto forti e, soprattutto Oderzo, nettamente superiori all’Orvieto a livello fisico.
    Due partite di quella intensità vinte con finale punto a punto sono lo specchio di una squadra cresciuta nel gruppo e nei singoli sia a livello tecnico che nell’approccio mentale alla gara.
    Purtroppo non ho visto la partita contro la Tiber ma so che l’Orvieto l’ha dominata per tutto il primo tempo. Poi un calo che ci può stare quando giochi tre partite come quelle in tre giorni. Complimenti ai ragazzi, allo staff tecnico, agli accompagnatori che hanno organizzato una trasferta perfetta e al GUGO (Gruppo Ultras Genitori Orvieto) che si è sgolato dalle tribune.

  • gilles

    Cara Monica lungi da me il significato “striminzito risicato” naturalmente mi riferisco al NUMERO dei ragazzi su cui lavorare. La QUALITA’ è eccellente e i risultati parlano chiaro! Sono stato tra i più accesi sostenitori di questa “nuova” conduzione tecnica, ed ho sempre affermato che ci vorrebbero più ragazzi….Purtroppo dietro non abbiamo “materiale umano”. E qui gli svantaggi di una popolazione numericamente scarza…il problema di una cittadina come Orvieto, si fanno sentire eccome! Godiamoci comunque questo grandissimo risultato….e non fraintendiamoci più! Bando alle polemiche sterili….saluti!

  • Monica Riccio

    il materiale umano non è né risicato né striminzito, mi scusi gilles, casomai limitato in numero e pertanto ciò che si ottiene con poche risorse umane è sempre grandioso rispetto a realtà dove i numeri strillano di più. Striminzito non direi proprio, si tratta di ragazzi che faticano a conciliare tutto e nonostante questo ci mettono l’anima, risicato pure mi pare irrispettoso nei loro confronti. Orvieto questi numeri offre e con questi numeri siamo dove siamo, ora però c’è da riflettere non tanto sulle polemiche nelle quali a Orvieto non lo frega nessuno, quanto sul fatto che questi ragazzi stanno crescendo e cosa c’è dietro loro? fra quanto tempo riavremo una u19 così? purtroppo i numeri sono i nostri peggiori nemici ma sono anche quelli contro cui non si può fare molto …

  • gilles

    Arrivare a concentramenti e sperare in uno più facile sinceramente mi sembra ridicolo, a certi livelli ci si arriva e basta, e per quello che ha fatto Orvieto U19 si deve essere orgogliosi e….basta Il pelo nell’uovo della finale con Spoleto sa tanto di voler fare polemica a tutti i costi, cosa che a taluni orvietani viene quasi naturale fare….Bah pazienza evidentemente i parametri sono diversi…..si crede di vivere in una città alla pari di Catania, Oderzo nel trevigiano, Roma…ma sti ragionamenti non li fate???? Ci vogliamo rendere conto che il materiale umano con cui i tecnici lavorano è quantomai risicato e striminzito, o no! …..

  • Clarence Kea

    Bravi i ragazzi, bravissimo coach Leonardo Olivieri che in tutti i giorni della settimana mette in campo passione e competenza senza risparmiarsi mai.

  • Speriamo

    Complimneti ai ragazzi per quello che hanno fatto riuscinado anche per lunghi tratti ad avvicinarsi da un bel sogno ,quello delle finali nazionali di coppa italia elite..peccato per aver perso quella finale con spoleto altra umbra impegnata negli spareggi..se avessimo vinto forse in unaltro girone meno duro come questo ..chissa se il sogno fosse diventato realta! Cmq super bravi

  • gilles

    Grande ONORE a questi ragazzi e a tutto lo staff. Un risultato FANTASTICO, un GRANDISSIMO GRAZIE per le fortissime EMOZIONI che ci avete REGALATO!!! BRAVISSIMI!!!

  • Francesco Russo

    Complimenti a tutto il gruppo che finalmente ha riportato un Orvieto con grande tradizione cestistica dove deve stare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com