lunedì, dicembre 5contatti +39 3534242011




Amatori FIGC: quarta giornata di campionato

Questo articolo è stato letto 2442 volte

Anche questa settimana solita carrellata di contributi dai campi dove si sono disputate le gare dell’ultimo turno di campionato.

 

 

RISULTATI:

 

4a Giornata di Andata

BASCHI   ALLERONA 2-1
FICULLE   TORRESE 3-0
ALLMATIC   COLONNETTA 10-2
CASTIGLIONE   FERENTUM 3-2
ALVIANO   BAGNOREGIO 2-3
TORRE S.S.   GRAFFIGNANO 3-0

 

riposa CICONIA

 

 

Classifica Campionato Amatori FIGC Orvieto 2012-2013

  PUNTI PG Vi Nu Pe RF RS
BAGNOREGIO 9 4 3 0 1 12 9
CASTIGLIONE 9 4 3 0 1 9 6
ALLMATIC 7 3 2 1 0 17 3
BASCHI 7 3 2 1 0 4 2
AC ALLERONA 6 4 2 0 2 9 19
AM 83 FICULLE 6 4 2 0 2 9 7
GRAFFIGNANO 4 4 1 1 2 6 7
TORRE SAN SEVERO 4 4 1 1 2 8 9
S.S. TORRESE 3 3 1 0 2 5 12
COLONNETTA 3 3 1 0 2 7 15
GSD FERENTUM 3 3 1 0 2 5 6
CICONIA 2 3 0 2 1 3 4
STELLA AZZURRA 2 4 0 2 2 7 11

 

 

PROSSIMO TURNO

 

5a Giornata di Andata

FERENTUM   TORRE S.SEV. VEN 30/11 ORE 21 GROTTE S. STEFANO
ALLERONA   CICONIA VEN 30/11 ORE 21 ALLERONA
BAGNOREGIO   BASCHI VEN 30/11 ORE 21 LUBRIANO
COLONNETTA   FICULLE SAB 01/12 ORE 14.45 COLONNETTA
TORRESE   F.CASTIGLIONE SAB 01/12 ORE 14.45 TORRE ALFINA
GRAFFIGNANO.   STELLA AZZURRA SAB 01/12 ORE 14.45 GRAFFIGNANO

 

riposa ALLMATIC

 

DAI CAMPI:

 

TORRE SAN SEVERO – GRAFFIGNANO 3 – 0

 

TORRE SAN SEVERO: Roso, Ferrara, Biagi, Franceschini (39’ st Fitchie), Menchinelli, Della Bella, Benella (20’ st Lisei), Pasquini (32’ st Antonini), Ricciuti (36’ st Capelli), Perni (7’ st Boccio), Morosini (34’ st Biancalana). A DISP: Menichetti.

ALL. Luca Vergaro

 

GRAFFIGNANO: Cola, Ceccarini P., De Santi (22’ st Ceccarini A.), Maurizi (22’ st Laurenti), Gregori (22’ st Corradini), Reggiani (22’ st Marini R.), Afan De Rivera (7’ st Botas), Nisi (7’ st Galletti), Santorelli, Cunego (Marini M.), Corsi.

ALL. Roberto Serafini (per squalifica di Matteo Cunego)

 

Marcatori: 3’ pt Ricciuti, 4’ st Perni, 18’ st Ricciuti

Ammoniti: Maurizi, Galletti, Corsi (G); Ferrara, Pasquini (T)

Espulsi: Corsi

 

 

TORRE SAN SEVERO – Quarta giornata, cade e malamente il Graffignano in casa dell’ultima in classifica Torre San Severo, che invece archivia la sua prima vittoria.

Il primo gol arriva a freddo, dopo appena tre minuti, con Nisi che perde palla a centrocampo e Ricciuti ne approfitta sorprendendo Cola, fuori dai pali, con un pallonetto. Gli ospiti provano a reagire ma lo fanno in maniera confusionaria e non costituiscono un vero pericolo per la porta di Roso. Alla mezzora i padroni di casa sfiorano il raddoppio con l’uno due di Morosini e Perni che però sbaglia la finalizzazione. Sulla rimessa dal fondo Cola calcia lungo, Reggiani raccoglie e lancia Corsi che, non raggiungendo la palla, commette un brutto fallo e l’arbitro lo ammonisce. Non d’accordo, Corsi applaude e prende il cartellino rosso, episodio chiave della partita per quanto riguarda le speranze di rimonta del Graffignano. Anche in dieci provano a riprendere il risultato e ci vanno vicini con Santorelli che al limite dell’area del portiere non piazza bene il tiro e finisce fuori e, due minuti dopo, con Reggiani che stampa il pallone sul palo.

Il secondo tempo comincia con il Torre San Severo in attacco, prima con una punizione di Ferrara che accarezza il palo e scivola fuori, poi al 4’ con il raddoppio di Perni, tra le proteste del Graffignano che chiedeva un fuorigioco di Ricciuti giudicato però ininfluente dall’arbitro. Da qui in poi il Graffignano crolla, non riesce a reagire né a trovare la via del gol nonostante le sostituzioni, e al 18’ incassa anche il terzo gol da Ricciuti. Arrivare a fine partita è quasi una sofferenza, e ci si mette anche l’arbitro che sul 3-0 dà cinque minuti di recupero ma, alla fine, anche questa è passata.

 

Il Torre San Severo festeggia la prima vittoria e se la gode in attesa della trasferta con il Ferentum, e il Graffignano torna a perdere in trasferta. Ora, per il derby con la Stella Azzurra Alviano di sabato prossimo, serve solo cambiare pagina e affrontare la gara uniti e sereni, senza nessuno strascico.

 

(contributo a cura di ELENA SERAFINI)

 

 

 

AMATORI 83 FICULLE – TORRESE     3  –  0

AM.83 FICULLE: Brillo, D’Aurelio S.(16’st Miscetti), Peparaio, Pietrini (10’st Fratini),
Sarri, Marian I. (6’st Graziani Ad.), Tempesta, Luciani F. (21’st Topo), Martelloni (29’st Mecarone), D’Aurelio F. (29’st Marian D.), Mosconi (13’stLuciani G.)
All. Ceccantoni M.

TORRESE: Campanelli, Rappoli, Di Giovancarlo (Mazzuoli), Lo Vallo, Serafinelli,
Monachino, Rotili (Ayari), Ronca, Bastrentaz (Morlando), Riccini (Nijaoui),Galli
All. Amato M.

Goal :  18′ pt Mosconi (su  Rigore), 14′ st D’Aurelio F., 36′ st Mecarone.

Ammoniti :  22′ pt Riccini (T), 26′ st Fratini (F)

Espulsi :  27′ pt Ceccantoni M.

Gli Am.83 Ficulle tornano a vincere dopo la sfortunata trasferta di Grotte S.Stefano contro il Ferentum. Inizio partita equilibrato con prevalenza territoriale del Ficulle. Dal 10′ del pt il Ficulle aumenta la pressione ed arrivano le prime occasioni da gol. Al 12′ traversone dalla sinistra di
Mosconi che attraversa tutta la porta con Marian I., pressato da dietro, che non riesce nella deviazione in porta. Reazione della Torrese, palla in profondità per Galli sventata in uscita al limite dell’area di rigore da Brillo, a seguire traversone dalla sinistra sventato tranquillamente ancora da Brillo in uscita alta che danno sicurezza alla difesa del Ficulle.

Al 18′ pt arriva il gol del Ficulle: palla sulla destra per Marian I. che si libera di LoVallo che lo
trattiene da dietro, l’arbitro assegna il rigore che Mosconi trasforma alla sinistra di Campanelli. Al 27′ pt espulso per proteste l’allenatore del Ficulle Ceccantoni M. Al 34′ pt grossa occasione per il Ficulle per raddoppiare, Martelloni dopo due, tre dribling, salta anche il portiere, ma la conclusione
viene deviata sopra la traversa da un difensore sulla linea di porta. Il primo tempo finisce con altre due azioni pericolose del Ficulle. Nel secondo tempo inizia il valzer dei cambi. Il Ficulle continua a dominare costruendo molte azioni da gol, ma per la troppa imprecisione nell’ultimo passaggio non riesce a segnare fino al 14′ quando su una palla alta al limite dell’area di rigore Serafinelli e Campanelli non si capiscono e D’Aurelio F. può segnare a parta vuota. Il Ficulle in contropiede non riesce a concretizzare molte occasioni con Martelloni, Graziani Ad, Luciani G., D’Aurelio F.,
Tempesta e Miscetti, fino al 36′ quando un cross dalla destra di Graziani Ad. arriva  sul secondo palo al liberissimo Mecarone che solo davanti a Campanelli insacca per il definitivo 3 a 0.

 

(contributo a cura di MIRKO CECCANTONI)

 

 

 

AMATORI BASCHI – ALLERONA 2 – 1

Formazioni:
Baschi:
Ciuco, Pifferi (Gialletti), Carboni, Caiello, Fedeli (Ranieri D.), Antonelli, Boccio, Agnusdei Pensi (Ceci) Chiasso (Nulli) Busso S., Baiocco, (Busso A.)

Allerona:
Pizzo, Barbabella, Di Gennaro, Baldini S, Racanella, Mencarelli, Capretto, Brustenga, Basili, Prosperi, Braciaglia.

Mezzoprete, Norelli, Albani, Teodori, Pontremoli, Albani

Marcatori: Baiocco (B), Chiasso NELLA FOTO(B), Barbabella (A)
note:
Espulso: Pontremoli

La cronaca:
Pronti e via e Baiocco (al terzo gol in tre partite) porta in vantaggio il Baschi alla prima azione offensiva dopo neanche 5 minuti di gioco.
Primo tempo spigoloso, tanto agonismo da parte di entrambe le squadre, con il Baschi che fa la partita, ma è l’Allerona ad avere l’occasione migliore per pareggiare ma la fallisce a porta praticamente vuota.
Secondo tempo che vede ancora il Baschi fare gioco e creare occasioni,l’arbitro fischia un evidente punizione a due per retropassaggio al portiere, Baiocco tira ed un uomo della barriera ribatte vistosamente con un braccio alzato ma l’arbitro non se la sente di concedere un rigore evidentissimo, Chiasso a tu per tu con il portiere avversario non riesce a scavalcarlo con  pallonetto.
A meta secondo tempo il Baschi raddoppia a seguito della più bella azione della partita con bel cambio gioco di Pifferi per Busso che tocca di prima per Fedeli che con una finta salta l’avversario e serve Chiasso che dall’interno dell’area di rigore mette la palla in rete. A questo punta l’Allerona si butta in avanti ed il Baschi gioca di rimessa favorita anche dall’espulsione di Pontremoli, che poco dopo il  centrocampo, ferma con la mano un lancio lungo che avrebbe messo Baiocco solo davanti
al portiere avversario. A 7 minuti dal termine l’Allerona accorcia le distanze ma non  impensierisce
il Baschi che potrebbe arrotondare il risultato in più occasioni ma prima Fedeli poi Boccio e poi Nulli non riescono a trovare il gol.

 

(contributo a cura di STEFANO BUSSO)

 

 

FANELLI CASTIGLIONE – FERENTUM 3 – 2

 

E’ domenica mattina al comunale di Lubriano e mentre Grotte S. Stefano è sotterrato da una fitta nebbia il campo dei padroni di casa è baciato da un piacevole sole primaverile. Il campo di gioco non è in perfette condizioni, difatti risulta un po’ scivoloso a causa dell’umidità notturna. Le due squadre affrontano la partita con umori diversi. I padroni di casa arrivano dalle mazzate e dalla batosta per 4 a 0 inflitta loro in quel di Graffignano mentre i nostri ragazzi vengono dalla vittoria casalinga per 1 a 0 contro il Ficulle.

 

Il Ferentum, nonostante la domenica mattina, si presenta con 17 effettivi e scende in campo con un inedito 3-5-2 con Caridi tra i pali, terzetto difensivo formato da Damiani R. centrale, Rossetti a destra e Soldatino Scorsino a sinistra. A giostrare in mezzo al campo ci sono Paolucci, pronto a dar man forte ai tre dietro, con Getuli e capitan Rosatini leggermente più avanti. Le due fasce sono occupate dagli “alcolisti anonimi” Pocho Tempra a destra e Flak Gioiosi a sinistra. La coppia offensiva è composta da Tze Tze Belcapo che affianca bomber Marrone. A disposizione di Carinci E., oggi promosso allenatore per l’assenza di Villas, e di Mou ci sono Peppe Belcapo, Lama Gamberi, Milito Pizzi, Capitan Futuro Zappi, Guly Fassio e Zinedine Carinci. Guardalinee di parte il sig. Carinci A.. Out all’ultima ora Batman Ramacciani per un lieve malore e non convocati per turn-over Tachtsidis Marcellini, i fratelli Fiorenzo e Cerci. Out ancora per infortunio Bolt Ianiro e per problemi di lavoro Zuppicale e Thomas Muller. La partita parte con una sterile predominanza territoriale dei padroni di casa ma il Ferentum si difende senza alcun problema ed è pronto a ripartire in contropiede. Al 15′ minuto Paolucci batte una punizione da centrocampo pennellandola in area, sul pallone arriva Bomber Marrone che con un delizioso tocco porta in vantaggio i suoi. Il Castiglione inizia ad attaccare a testa bassa ma non impensierisce mai Pelle da leone Caridi se non con un tiraccio centrale dall’interno dell’area di rigore effettuato dopo una serie di rimpalli vinti da un giocatore locale. Tiro che però viene respinto da Caridi e rispedito al mittente sulla ribattuta da un pronto Damiani. Poco dopo è Procaccini che chiede un rigore su un dubbio contatto in area con Paolucci. L’arbitro non interviene tra le proteste dei padroni di casa. Poco dopo, intorno al 25′, su una punizione dai 30 metri guadagnata da Tze Tze Belcapo si presentano il buon Gello e bomber Marrone. Quest’ultimo disegna una parabola alla “Cristiano Ronaldo” che scavalca la barriera e va spettacolarmente a gonfiare la rete nel sette alla destra dell’incolpevole portiere castiglionese. È 2 a 0 per gli ospiti. Gli animi dei locali iniziano a scaldarsi. Curioso il battibecco alla mezz’ora tra capitan Ricci che inveisce in faccia all’arbitro senza alcun provvedimento da parte di quest’ ultimo e altrettanto curioso il comportamento di alcuni giocatori locali che insultano i 4 tifosi grottani in tribuna. I giocatori in campo però non ne risentono, l’unico sussulto lo procura Zaganella che salta in bello stile Rossetti e spara dai sedici metri un tiraccio alle stelle. Il Ferentum non sta a guardare e con le veloci ripartenze di Gioiosi a sinistra, di Tempra a destra e di Belcapo centralmente si fa vedere diverse volte nella metà campo avversaria. Il primo tempo si trascina con sterili attacchi del Castiglione fino alla fine col risultato che rimane invariato: 2 a 0 per gli ospiti. Il secondo tempo vede diversi cambi tra le fila locali. Mentre per il Ferentum Fassio prende il posto di uno stremato Gioiosi. La seconda frazione, come prevedibile, inizia col Castiglione che si butta avanti. Su cross da calcio d’angolo un difensore schiaccia il pallone di testa, Caridi si tuffa alla sua sinistra ma non riesce a raggiungere la sfera, sulla riga c’è comunque Fassio che devia di petto la palla che si alza a campanile, sulla palla si avventa Procaccini che, utilizzando Caridi ancora disteso a terra come una scaletta, sigla il gol di testa da 0 metri. Ovviamente l’arbitro fischia il gol non vedendo nulla. Infatti questo è nulla.

 

 

Ma proseguiamo con la cronaca. Il Ferentum reagisce bene con Marrone che dal limite dell’area, leggermente defilato sulla sinistra, effettua una mezza girata che attraversa tutta l’area e va a sfiorare l’incrocio dei pali a portiere imbambolato. La partita continua e poco dopo viene espulso Rossetti per doppia ammonizione. Mou è costretto a far uscire Marrone e a mettere Peppe Belcapo mischiando le carte. Il Ferentum passa ad un 4-4-1 con Paolucci terzino destro, centrali Damiani R. e Scorsino, a sinistra il neo entrato Peppe, a centrocampo a destra Tempra, centrali Gello e Rosatini con a sinistra Fassio e unica punta Tze Tze Osvaldino. Poco dopo esce Gello per Zappi. Il Fanelli Castiglione non riesce a rendersi pericoloso perchè il Ferentum si difende più che egregiamente commettendo però l’errore di non riuscire più a ripartire. Siamo intorno al minuto 40 del secondo tempo e possiamo dire onestamente che Caridi è stato autore di “zero” parate con la squadra in 10 ormai da mezz’ora. Intanto è stato costretto ad alzare bandiera bianca il Pepo Rosatini sostituito da Cacio Gamberi che va a fare il terzino sinistro, Belcapo va a destra, Paolucci scala in difesa e Damiani va in regia a centrocampo. Poco dopo esce anche Tze Tze Osvaldino sostituito da Pizzi. Al Castiglione serve un episodio che arriva proprio nei minuti finali con un tiro dal limite dell’area del difensore in sortita offensiva servito da una sponda di Procaccini che beffa Caridi sul primo palo. La partita purtroppo non è finita. Infatti mentre alcuni giocatori locali continuano a inveire contro i tifosi grottani in tribuna (cosa mai vista in tre anni di campionato amatori!!) in campo si crea un’azzuffata a centrocampo tra un castiglionese “che a Grotte ce lavora” e Zappi; nel parapiglia che si viene a creare un giocatore della squadra di casa da una vistosa manata in faccia al malcapitato Pizzi non si sa per quale motivo e anche qui l’arbitro non vede e non interviene. Pochi minuti più tardi, invece, interviene eccome fischiando un rigore quantomeno dubbio all’ultimo minuto di recupero su presunto fallo di Belcapo ai danni di Procaccini. Quest’ultimo si incarica della battuta spiazzando il povero Caridi. L’attaccante poi esulta, in maniera piuttosto inusuale, uscendo dal campo e andando in tribuna a festeggiare coi dieci tifosi castiglionesi. La partita termina lasciando l’amaro in bocca al Ferentum che esce ancora una volta battuto in trasferta punito dalle dubbie decisioni arbitrali e dagli episodi. Arbitro non all’altezza della situazione che ha cercato di recuperare agli errori producendoli altri. Rigore non dato al Castiglione nel primo tempo e gol irregolare concesso insieme al rigore finale “regalato” (parole degli sportivi tifosi del Castiglione presenti sugli spalti) per pareggiare i conti che però alla fine non tornano. A parte gli errori dell’arbitro e gli atteggiamenti a dir poco irriverenti di alcuni giocatori castiglionesi (alcuni perchè non è corretto fare di tutta un’erba un fascio) di cui è meglio non parlare per i nostri ragazzi c’è molto su cui recriminare e siamo sicuri che durante la settimana si riesca a intervenire per correggere gli errori effettuati per cercare di rialzare subito la testa per la partita di venerdì. Agli amici castiglionesi un in bocca al lupo per il prosieguo del loro campionato e un appuntamento al ritorno che giocheranno nella bolgia di Grotte.

 

(contributo a cura di RICCARDO DAMIANI)

 

 

ALLMATIC – COLONNETTA 10 – 2

 

ALLMATIC: Ricci F., Petti, Valterio (Purgatorio), Oreto A. (Chioccia), Provenzani (Spallaccia), Palmucci, Valeriani (Ricci L.), Broccatelli, Perazzini, Grassini, Petrangeli M. A DISP. Bracciantini, Mocetti

ALL. Petrangeli A.

 

COLONNETTA: Fattorini, Viscardi, Caiello, Salvi, Marinelli, Ammendola, Vincenti, Menichetti, Tancredi (Taddei), Fontanieri, Verardo (Oreto G.)

A DISP. Picchio, Pordoli, Stramaccioni

ALL. Nuccioni R.

 

Marcatori: 18°pt rig. Ammendola (C), 20° pt Petrangeli M. (A), 22°pt Oreto A. (A), 28°pt Petrangeli M., 34°pt Perazzini, 38°pt Vincenti (C), 1°st Perazzini (A), 8°st Broccatelli (A), 14°st Petrangeli M. (A), 19°st Perazzini (A), 25° Broccatelli (A), 32°st Petrangeli M. (A)

 

 

Note: al 10° pt traversa colpita dalla Colonnetta, al 20°st Broccatelli fallisce un rigore per l’Allmatic

 

(contributo a cura di ALLMATIC)

 

 

STELLA AZZURRA ALVIANO – SPORTING BAGNOREGIO 2 – 3

 

Formazione Sporting: Ceccio,Artemi,Stella,Ramacciani,Tirinnanzi G.,Bellitto,Riccini,Tirinnanzi W,Arcangeli, Fraticello, Cirica.

A disp : Bonelli, Giomini, Fiani, Quintarelli, Ambrosio.

Marcatori x Bagnoregio 33 pt Fraticello, 35 st Bellitto, 40 st Fraticello.

Contributo non pervenuto

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *