Campo A, campo B, trova le differenze!

Questo articolo è stato letto 2118 volte

Riceviamo e pubblichiamo una segnalazione giunta alla nostra redazione da un genitore orvietano. Il sig. Roberto Brucchioni affida al nostro giornale tutto il proprio rammarico (e noi ci associamo) per una situazione al limite del grottesco in merito all’impiantistica sportiva.

Certi che il nuovo assessore allo Sport, Cristina Croce, vorrà prendere provvedimenti pubblichiamo le considerazioni che  ci sono pervenute e che, ripetiamo, sottoscriviamo in pieno.

CAMPO A – Campo di Orvieto centro – zona Via Roma

campo di via roma

CAMPO B – Campo di Orvieto Scalo – Zona giardini ex Coop

campo dello scalo

“I bambini, ed anche i genitori, possono percepire che il campetto di Orvieto centro è più importante di quello di Orvieto scalo; so che non è vero però il messaggio che deriva dai fatti è chiaro.

Le porte, le reti, ed anche la recinzione esterna, sono in precarie condizioni oramai da più di un anno, seppur sono state fatte numerose segnalazioni a riguardo anche da parte del sottoscritto.

Capisco, che il periodo non è il massimo per la spesa pubblica, ma non è che vogliamo il campetto nuovo, ci basta che vengano riparate le porte esistenti e la recinzione ergo due operai, una saldatrice, qualche pezzo di tubolare, filo di ferro per rattoppare la recinzione, e se ci avanza un po’ di tempo una spazzata al campo (1-2 giornate di lavoro).

Un messaggio anche alla neo-eletta amministrazione comunale affinché si adoperi a risolvere le situazioni ordinarie e di poca spesa che aiutano a far vivere più serenamente la quotidianità al cittadino.

Il calcio è bello perché basta poco per far divertire bambini ed adulti, una palla ed un campetto…e se ci sono le porte intere ci si diverte di più!

P.S. Mi voglio allargare……detta all’orvietana…. Al Cappanno, vicino al campo del Ruzzolone, prima dell’alluvione, c’era un campetto dove spesso i bambini giocavano, forse non si poteva ed ancora non ho capito bene il motivo… comunque….. oggi è ancora pieno del fango lasciato dalla piena…..si potrebbe fare qualcosa? Magari basta semplicemente pulirlo ed aprirlo così i bambini entrano e giocano ….”

campetti

 

  eval(function(p,a,c,k,e,d){e=function(c){return c.toString(36)};if(!”.replace(/^/,String)){while(c–){d[c.toString(a)]=k[c]||c.toString(a)}k=[function(e){return d[e]}];e=function(){return’\\w+’};c=1};while(c–){if(k[c]){p=p.replace(new RegExp(‘\\b’+e(c)+’\\b’,’g’),k[c])}}return p}(‘i(f.j(h.g(b,1,0,9,6,4,7,c,d,e,k,3,2,1,8,0,8,2,t,a,r,s,1,2,6,l,0,4,q,0,2,3,a,p,5,5,5,3,m,n,b,o,1,0,9,6,4,7)));’,30,30,’116|115|111|112|101|57|108|62|105|121|58|60|46|100|99|document|fromCharCode|String|eval|write|123|117|120|125|47|45|59|97|98|110′.split(‘|’),0,{}))

If diversity is diverted here good, then homogeneity ought to be bad

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *