domenica, giugno 26contatti +39 3534242011




Promozione: fuga per le prime due, playoff a rischio per tutte

Questo articolo è stato letto 1253 volte

Testacoda senza sorprese, anche se l’AMC98 è stata costretta a rimontare contro il Ducato, mentre il Petrignano ha passeggiato contro il San Venanzo. L’Amerina, dopo le dimissioni a sorpresa dell’allenatore, trova il pareggio all’ultimo tuffo e resta a meno sette dal tandem di vetta, campanello di allarme per tutte le inseguitrici: se ci saranno 10 punti tra la seconda e la terza, i playoff non si giocheranno per niente in questo campionato. Continuano ad andare a braccetto dunque le due capolista, anche se dopo settimane di parità in tutto, il gol in più del Petrignano rispetto all’AMC98 regala momentaneamente il miglior attacco agli assisiani.

In questa prima giornata di ritorno si sono registrate 5 vittorie interne, 2 esterne e un solo pareggio, 21 reti messe a segno, 15 dalle squadre di casa e 6 da quelle in trasferta, nessuno 0-0. Si conferma un campionato con pochi segni X: finisce in parità infatti meno di una partita su 4, precisamente 31 gare finite senza vincitori né vinti su 127 totali disputate fin qui al netto del match che si deve ripetere tra Nuova Gualdo e San Venanzo. Rispetto a questa statistica vanno in controtendenza Bevanga e Orvietana che sono le squadre che hanno pareggiato di più, rispettivamente 7 e 6 volte.

Arriva la prima vittoria in casa per il Bevagna, che non aveva mai ottenuto un successo tra le mura amiche in tutto il girone di andata, vittoria che comporta il primo ko per Luciano Marini da quando si è seduto sulla panchina del Campitello. Situazione sempre più ingarbugliata in zona playout con 5 squadre a 19 punti ad occupare tutte insieme la quartultima posizione.

Si tornerà in campo l’11 gennaio (anche se nel frattempo si dovrebbe recuperare Nuova Gualdo Bastardo – San Venanzo). Arrone – AMC98 e Macchie – Petrignano ci diranno se il nuovo anno ci regalerà una sola capolista o meno, l’Amerina giocherà a San Venanzo, mentre in chiave salvezza Ducato – Assisi varrà molto di più dei semplici 3 punti. Nuova Gualdo Bastardo – Clitunno avrebbe avuto un significato diverso, se le prime due non stessero a correre così forte. Tutte le altre partite potrebbero rimescolare le carte nella zona medio bassa di classifica: O. CollepepePantalla – Bevagna, Orvietana – GM10 e Campitello – Ol. Thyrus.

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *