sabato, maggio 21contatti +39 3534242011




Promozione: Petrignano ad un passo dal cielo, mentre in fondo tutto è possibile

Questo articolo è stato letto 1071 volte

Ultima fatica prima della pausa di Pasqua ed ecco che il trend osservato nelle scorse settimane, che vedeva l’AMC98 col fiatone e il Petrignano di gran corsa, ha avuto, forse, la definitiva conferma. D’altronde la sconfitta interna contro il retrocesso San Venanzo è qualcosa che va ben oltre il campanello d’allarme per la squadra di Acquasparta e ipotizzare ora un recupero di 5 punti a tre giornate dalla fine sembra arduo. Ormai pare proprio che per il Petrignano sia solo questione di capire se potrà festeggiare in casa o in trasferta.

La quartultima giornata registra 6 vittorie interne, un pareggio e una sola vittoria esterna, mai il fattore campo aveva pesato così forte come in questa domenica. Curioso come l’unica vittoria esterna sia appunto quella del San Venanzo sul campo della seconda. 17 reti segnate dalle squadre di casa e appena 6 da quelle in trasferta. Il miglior attacco è quello dell’Arrone (49), il peggiore quello del San Venanzo (15), la migliore difesa spetta alla capolista (23) e la peggiore all’ultima in classifica (45).

Se la lotta per il primato sembra ormai avere un vincitore annunciato, la zona playoff continua a rimanere di difficile pronostico. Al momento l’AMC ha proprio 10 punti sull’Amerina e queste due squadre sono quelle che stanno chiudendo la stagione in affanno. L’Arrone invece, malgrado il secco ko, non dovrebbe avere problemi a disputarli, chi si è rilanciato è invece il Clitunno che supera l’Amerina. Il ko del Campitello dovrebbe rendere dura la rincorsa ai ternani, che francamente però sembrano avere poco interesse per questi spareggi. Dietro ormai sono di fatto tagliati fuori, sebbene la matematica ancora qualche piccola percentuale la lasci aperta.

E’ la zona playout quella più interessante. Le vittorie di Assisi, GM10 e O. Thyrus, unite al pareggio nello scontro diretto tra Macchie e Ducato, spingono proprio queste ultime due squadre nelle posizioni più scomode, mentre l’O. Collepepe Pantalla viene risucchiato ai limiti della zona calda, dove rischia di finire anche clamorosamente l’Orvietana, ormai alla terza sconfitta consecutiva.

Si tornerà in campo la domenica dopo Pasqua, due settimane di tempo dunque per preparare la terzultima giornata. Campo centrale sarà il Muzi di Orvieto dove il Petrignano vincendo potrebbe festeggiare la matematica promozione in Eccellenza, a patto che l’AMC98 non vinca ad Amelia. Lo scontro Amerina – AMC98 è determinante anche per la zona playoff, così come Campitello – Clitunno. Bevagna – O. Thyrus e O. Collepepe Pantalla – GM10 saranno invece i match i cui risultati potrebbero strigare la matassa della zona playout, dove si gioca anche Assisi – San Venanzo, Ducato – Nuova Gualdo Bastardo e Arrone – Macchie.

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *