Meeting Internazionale di Atletica Leggera. Il 2 giugno ad Orvieto il VI Memorial Luca Coscioni

Questo articolo è stato letto 1242 volte
La Libertas Orvieto, il Comune di Orvieto / Assessorato allo Sport, l’Associazione “Luca Coscioni”, la famiglia Coscioni e la FIDAL organizzano il Meeting di atletica leggera V Memorial “Luca Coscioni” – che quest’anno è di carattere INTERNAZIONALE – in programma Martedì 2 giugno 2015 presso lo stadio “Luigi Muzi” a partire dalle ore 15,00.

La manifestazione è sostenuta da Cassa di Risparmio di Orvieto, Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, Centro Nazionale Sportivo Libertas.

La manifestazione, che unisce passione e spettacolo della grande Atletica Leggera ma anche impegno civile e sociale, è nata sei anni fa da una idea di Alessandro Bracciali e Carlo Moscatelli per ricordare la figura del concittadino e atleta maratoneta Luca Coscioni.
Infatti, in pochi anni il prestigio del Memorial Luca Coscioni è diventato punto di riferimento per tutti i più grandi atleti del panorama italiano e internazionale ed è cresciuto tanto da diventare un’occasione di ritrovo per grandi prestazioni che trovano la giusta soddisfazione nell’impianto sportivo del Luigi Muzi di Orvieto.
Oltre ai risultati tecnici e di partecipazione, negli anni la manifestazione ha raggiunto, una posizione nel ranking nazionale che lo colloca al nono posto fra i meeting italiani e i primi 31 nel mondo, grazie soprattutto ad una attenta e meticolosa organizzazione.
Per queste ragioni, per la 6^ edizione 2015, la Libertas Orvieto, società organizzatrice, ha richiesto ed ottenuto dalla Federazione Italiana di Atletica  Leggera, il passaggio da  Meeting Nazionale ad Internazionale, un riconoscimento che sicuramente apporterà valore in termini di prestigio e partecipazione alla manifestazione.

Inoltre, lo Stadio Polisportivo si presta, a performance di altissimo livello che, anche quest’anno prevedibilmente, saranno notevoli. A tale proposito si registrano già importanti nomi che confermano l’alto livello tecnico della manifestazione. Alcuni esempi: nel salto in alto hanno confermato la loro presenza gli atleti Finesi, Ciotti e Grasselli; nei 400 metri gareggeranno Leonardi e Incantalupo per gli uomini, mentre per le donne ha confermato la sua iscrizione Chigbolu Maria Benedica, mentre nei 400 ostacoli per le donne ci saranno Lucudo, Boaeng e Doveri e per gli uomini ci sarà Marco Cappetti.
Inoltre, nelle gare di velocità saranno presenti atleti illustri come Francesco Basciani, Anna Buongiorno, Audrey Alloh, Vincenza Calì. Si preannuncia anche un 1500 stellare con ben dieci atleti sotto i 3’50” con Paul Sugut a difendere i colori della Libertas Orvieto. Di altissimo valore cronometrico sarà anche la gara dei 3000 siepi con la presenza di tre atleti keniani e i migliori specialisti italiani.
E ancora, nel salto in lungo sarà presente il vincitore della passata edizione Camillo Kaborè e Riccardo Serra, entrambi con un accredito oltre i 7,50 metri.  Nel disco invece ha confermato la sua presenza Giovanni Faloci Campione Italiano in carica. Prevista anche la presenza di un gruppo di atleti brasiliani di assoluto valore mondiale.
Ma le iscrizioni al meeting sono ancora aperte ed è alta la possibilità che ci siano piacevoli sorprese nelle partecipazioni. Infine, nella giornata sportiva è da sempre collocata anche una gara di velocità per atleti diversamente abili e nella passata edizione la figura di Luca Coscioni è stata simbolicamente ricordata con una gara podistica non competitiva che ha visto la partecipazione anche di numerosi bambini della Libertas Orvieto che, disponendo lettere sul campo del Muzi, componevano il nome di Luca Coscioni.

“Un uomo che ha corso oltre il rumore dei propri passi” è lo slogan del 6° Memorial Luca Coscioni – Meeting Internazionale di Atletica Leggera M/F – 2015.
Molto ricco il programma che vedrà coinvolti numerosi atleti di varie categorie:
15.30 – Ritrovo giurie e concorrenti
16.00 – Termine eventuali variazioni
16.20 – 400 HS femminili
16.35 – 400 HS maschili/ ALTO maschile
16.45 – 100 batterie femminili
17.00 – 100 batterie maschili
17.30 – 800 femminile/ LUNGO maschile
17.35 – 1500 maschile
17.45 – 60 metri diversamente abili M/F
18.00 – 400 femminile
18.15 – 400 maschile
18.40 – 100 finale femminile
18.45 – 100 finale maschile A-B
18.50 – 100 mt senza minimi M/F
19.00 – 400 mt senza minimi M/F
_____________________________

A presentare il VI Memorial Luca Coscioni sono intervenuti questa mattina in Comune: la V. Sindaco e Assessore allo Sport, Cristina Croce, i genitori di Luca Anna Cristina e Rodolfo Concioni, Alessandro Bracciali Consigliere dell’Associazione “Luca Coscioni” per la libertà di ricerca scientifica, Carlo Moscatelli Presidente della FIDAL Umbria e rappresentante della Libertas Orvieto, la Consigliera delegata allo Sport, Roberta Cotigni.
____________________________

Nel dare il benvenuto alla 6^ edizione del Memorial Luca Coscioni la V. Sindaco e Assessore allo Sport, Cristina Croce ha espresso profonda emozione perché questa manifestazione ricorda la figura di un concittadino importante, un uomo coraggioso che con il suo corpo è stato testimone e si è battuto fino alla morte per i diritti delle persone malate. Battaglie tutte combattute non per se stesso, ma per quanti – malati e disabili – nel futuro potessero avvalersi di diritti riconosciuti. Il Meeting di Atletica Leggera Luca Coscioni è la dimostrazione che attraverso lo sport si possono trarre insegnamenti di forza ed impegno civile e che lo sport è un veicolo importante per combattere per i diritti fondamentali della persona e per creare nuove sensibilità. Per i nomi degli atleti che il 2 giugno saranno ad Orvieto, la manifestazione sarà sicuramente di grande successo. Di qui l’invito a partecipare dimostrando la vicinanza di tutti gli orvietani.
Roberta Cotigni ha detto di aver conosciuto bene Luca Coscioni, “un uomo che – come recita in modo significativo il sottotitolo del Meeting di Atletica Leggera a lui dedicato – ha corso oltre il rumore dei propri passi”. Un uomo che va portato ad esempio per i giovani, che si è impegnato per dimostrare che non serve a nulla doparsi per raggiungere dei risultati e che, durante la sua vita e durante la sua malattia, ha dimostrato che si può andare avanti contando solo sulle proprie capacità. Lo sport dunque va visto non come risultato finale ma come completamento di sani stili di vita. Ha rivolto un particolare ringraziamento alla famiglia Coscioni e ad Alessandro Bracciali e Carlo Moscatelli ideatori del Memorial, grazie ai quali anche quest’anno l’appuntamento sarà uno spettacolo entusiasmante.
Dopo aver anticipato i nomi degli atleti partecipanti, a cui se ne aggiungeranno degli altri di altissimo spessore, Carlo Moscatelli ha parlato nella duplice veste di Presidente della FIDAL Umbria e della Libertas Orvieto, ricordando il contesto sportivo di grande livello che viene presentato in questo 6° Memorial, una manifestazione che in tanti ci invidiano e che negli anni ha preso sempre più piede. Da quest’anno il Meeting è internazionale in quanto apre le gare ad atleti stranieri che si trovano in Italia. Tutta l’atletica umbra ne trova giovamento, assisteranno alle gare molti umbri, per questo bisogna spingere sulla partecipazione, sull’interesse e il sostegno morale degli orvietani verso questa kermesse. A nome del presidente della Libertas, Sergio Viola (assente per impegni lavorativi) Moscatelli ha voluto ricordare il forte legame di amicizia che legava Luca Coscioni e Sergio Viola (insieme parteciparono alla Parigi/Dakar) quindi ha parlato della Libertas Orvieto come di una società emergente che fa passi piccoli ma sempre guardando avanti; una società che è grande promotrice dell’atletica in piazza e organizzatrice di appuntamenti, che forma atleti, tecnici, giudici (attualmente ben 25 giudici regionali sono formati dalla Libertas Orvieto fiore all’occhiello della Federazione).
Anche Alessandro Bracciali ha preso la parola nella doppia veste del Comitato Libertas e dell’Associazione Luca Coscioni che sarà presente ad Orvieto anche il 1° giugno con un corso/seminario sull’eliminazione delle barriere architettoniche. Una iniziativa questa attraverso la quale, per la prima volta emergono le due anime di Luca Coscioni: quella sportiva e quella dell’impegno civile. Un appuntamento che Bracciali ha fortemente voluto perché non si dimenticasse che Luca ha dedicato molto a come poter aiutare le persone con disabilità, persone che prima di tutto sono tali e che devono potersi muovere ovunque senza ostacoli. Non sempre questo è possibile nelle città italiane e negli edifici antichi dove i problemi di accessibilità sono tanti, ma la sfida che l’Associazione Luca Coscioni lancia è quella di impegnarsi tutti per riuscirci, almeno ad abbattere le barriere più evidenti.

(testo Ufficio Stampa comune di Orvieto)

 

The support for literacy by the first lady and president bush, who both gave https://www.overnightessay.co.uk/ speeches at the conference, comes at a critical time, mr

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *