giovedì, settembre 29contatti +39 3534242011




Rugby: un Foligno più malizioso ha la meglio su Orvieto

Questo articolo è stato letto 1611 volte

A causa della indisponibilità del De Martino, l’Unione Orvietana Rugby è stata costretta a spostare la partita fuori casa, quindi armi e bagagli, i ragazzi del rugby orvietano sono partiti per la delicata trasferta di Foligno. Coach Mammoli deve anche risolvere il problema formazione perché la tre-quarti orvietana settimana scorsa ha perso per infortunio due giocatori quanto mai fondamentali per il gioco voluto da Mammoli e da Vecchi (allenatore dei tre-quarti), stiamo parlando di Lorenzo Marchignani e del capitano Silvio Sarri, vero cuore pulsante della squadra.

Malgrado le difficoltà Orvieto non cerca alibi e mette in campo una solidissima formazione con i graditissimi rientri di Massimiliano Albani a primo centro e quello del viterbese orvietano numero 8 Pierpaolo Troili escluso dall’esordio con il Cus Amatori Perugia per squalifica.

Foligno parte fortissimo muovendo palla per tutta la larghezza del campo e spostando il gioco da un lato all’altro, ma la sorpresa arriva dalla difesa orvietana che nei primi venti minuti è praticamente perfetta, non si passa mai. Orvieto però fa i conti sempre con la troppa irruenza e incappa spesso nella trappola del fuorigioco quindi finisce per concedere molte punizioni ai folignati che si portano in vantaggio proprio su una di queste con il sempre positivo numero 10 Mattia De Santis.
Intorno al quindicesimo minuto un’invenzione di Crisanti porta Orvieto in vantaggio per 5 a 3, ottimo spunto del nuovo acquisto orvietano che calciando lungo e rincorrendo il pallone riesce ad anticipare la retroguardia folignate ed a schiacciare in meta, per la seconda gioia personale della stagione.

Orvieto riinizia la sua fase difensiva, ma Foligno riprende a spingere e sempre con più costanza, purtroppo per Orvieto, i folignati nelle fasi di conquista si dimostrano nettamente superiori, più che per delle qualità vere e proprie, per una questione di esperienza e di malizia, caratteristiche di cui la squadra orvietana è orfana attualmente soprattutto per il numero di nuovi giocatori all’esordio.

La mediana riesce a distribuire pochi palloni e questi , che la trequarti e la mischia riescono a giocare, sono comunque di qualità. Foligno con un buono spunto al largo riesce a segnare chiudendo la prima frazione di gioco in vantaggio.

Al rientro in campo i nostri ragazzi vengono presi dalla troppa foga agonistica ed iniziano ad incappare in una serie di falli continui che porta all’espulsione temporanea di capitano di giornata Francesco Nuccioni per 10 minuti.

Orvieto subisce ancora 2 mete all’altezza della bandierina, sintomo che la difesa stretta regge bene e che quando le maglie si allargano è un po’ fragile. Mister Mammoli esce comunque con il sorriso da questa partita perché i suoi ragazzi non hanno regalato niente ad un avversario che si è meritato giustamente il match soprattutto grazie all’esperienza e alla maggior confidenza con questo meraviglioso sport.

L’Unione Orvietana Rugby si appresta ad affrontare la terza trasferta consecutiva contro la temibilissima Città di Castello, squadra che per due stagioni si è cimentata nel campionato C elite, ma di sicuro questo non farà tirare indietro i rupestri perché più è forte l’avversario e più stimoli si trovano.

rugby_2015_0

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *