domenica, maggio 29contatti +39 3534242011




1° Cat.: il San Venanzo la spunta sul Norcia

Questo articolo è stato letto 1283 volte

SAN VENANZO: Taddei, Sargentini, Bastiani, Pambianco L., Panizzi, Giorgioni, Bugiantella (33’ st Corradi), De Santis, Trequattrini, Bazzucchi (30’ pt Ferraldeschi), Mencacci (9’ st Pambianco A.). A disp.: Pintori, Mikai, Pambianco M., Bicchieraro. All. Gambacorta.

NORCIA: Rocchi, Petrangeli V., Funari, Ezzhaar, Boateng, Giannoni, Franceschini (30’ st Garrubba), Gentile, Sampaolo (16’ st Orsini) , Petrangeli F., Taraddei (18’ st Demigi), Giordani. A disp.: Giordani, Amici. All. Giannoni

ARBITRO: Boni di Foligno

RETI: 43’ st Ferraldeschi (Sv).

NOTE: Espulso per proteste al 3’ st Ezzahaar (Norcia). Spettatori circa 100. Angoli: 4-4. Recupero: 1’ pt; 4’ st.

SAN VENANZO-  Di misura il San Venazo batte il Norcia (1-0) grazie alla rete del neo entrato Ferraldeschi. Giornata primaverile al “Pambianco” che vede iniziare la gara con un minuto di silenzio in ricordo della Vice Presidente del Cru Regionale ma anche per la vicinanza della società biancazzurra al suo dirigente e principale sponsor Rossi, colpito da un lutto in settimana. Boni di Foligno avvia la gara e al 9’ Sampaolo prova dalla distanza ma la palla va alta e per Taddei nessun pericolo. Risponde il San Venanzo con la progressione di De Santis che serve Trequattrini al limite ma uno scontro con un avversario, fa risultare il tiro del centravanti locale fuori misura. Un errore della difesa del San Venanzo quasi al 20’ favorisce Sampaolo: il giocatore ospite approfitta della disattenzione ma poi non è cinico davanti a Taddei che respinge di pugno il tiro poco incisivo dell’avversario che gli si presenta davanti. Due sono gli angoli che gli ospiti battono nell’occasione che prosegue ma ancora il Norcia ha la possibilità di portarsi in vantaggio che non riesce a sfruttare a dovere. Sul finire di tempo, arrivati al 40’ giro di lancette, sempre gli ospiti che potrebbero chiudere il primo parziale in vantaggio ma il contropiede innescato dall’ottimo Boateng non è finalizzato da Sampaolo che si ritrova la palla in area che è comunque ben arginato dalla difesa locale. E’ invece il San Venanzo che sfrutta l’occasione al 43’: sulla bandierina batte il calcio d’angolo De Santis, palla sul primo palo e Ferraldeschi ci prova di tacco. Complice la difesa nursina con il portiere Rocchi, la palla sfila in rete e manda i sanvenanzesi negli spogliatoi in vantaggio 1-0. Ottimo lo spunto di Ferraldeschi, entrato dieci minuti prima per sostituire il compagno Bazzucchi che rimedia una botta per altro in un’azione contestata dai locali, in area con richiesta di massima punizione rimasta inascoltata da Boni di Foligno. Tempo di rimettersi in campo per il secondo parziale e Ezzhaar dopo essere stato ammonito per un intervento sulla trequarti duro, con qualche parola di troppo rivolta al direttore di gara si vede sventolare il rosso e torna negli spogliatoi anzitempo, lasciando i suoi in dieci per tutto il secondo parziale.  Girandola di cambi nel primo quarto d’ora ma il Norcia sembra trovare più organizzazione anche se con un uomo in meno. Prova e riesce a spezzare un avvio difficoltoso dei locali Giorgioni quando al 65’ dalla sua metà campo di forza ruba palla e inizia una progressione chiamando in causa una volta al limite il compagno Pambianco che arrivato sul fondo crossa in area. Ancora Giorgioni riceve centralmente e fa partire un gran tiro che si alza troppo sopra il legno. Cambio di fronte quasi immediato e Norcia che guadagna una punizione sulla sinistra quasi al limite dell’area locale, ma nonostante l’illusione ottica l’esecuzione del calcio piazzato finisce appena di lato al palo sinistro di Taddei. Il finale è un po’ arrembante per il Norcia che ci prova senza trovare il guizzo vincente ed il San Venanzo un po’ in difficoltà nel chiudere la gara, guadagna tre punti preziosi e si mantiene in scia anche in classifica. Una classifica corta che potrebbe regalare altro al San Venanzo di Gambacorta che non trova la continuità che dovrebbe per portarsi nella zona nobile del campionato di prima categoria.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *