Chi è l’avversario di Coppa: Casa del Diavolo una stagione dai due volti

Questo articolo è stato letto 952 volte

Tifosi perugini pronti con coreografie per la sfida all’Orvietana, i rossoblù compiono 30 anni di vita proprio in questa stagione.

La società G. S. Casa del Diavolo compie proprio in questa stagione 30 anni di attività, essendo stata fondata nel 1986. Casa del Diavolo, realtà perugina di 1500 abitanti, ha visto in questi ultimi anni la propria squadra militare in Promozione, ma anche in Eccellenza per due stagioni. L’anno del trentennale peraltro è iniziato con un profondo rinnovo nella classe dirigenziale della società. La qualificazione alla finale di coppa è sembrata quindi un perfetto regalo per lo speciale compleanno della realtà calcistica perugina, tanto che i tifosi rossoblu stanno da giorni organizzando una particolare coreografia da mostrare sugli spalti dello stadio di Bastia per la partita contro l’Orvietana.

Inizio di campionato stentato, girone di andata chiuso con soli 13 punti, a cui ha fatto seguito uno strepitoso cambiamento di performance, grazie anche agli innesti del mercato di dicembre, in particolare del centrocampista Bambini. 7 risultati utili consecutivi, di cui 6 vittorie di fila, prima di incappare nella sconfitta di pochi giorni fa contro la Pievese. Una gara però giocata con ben 4 assenti, 5 se si conta anche il forfait del portiere titolare. Tutti dovrebbero essere recuperati comunque per la finale di coppa. Ai 13 punti nelle prime 15 giornate sono succedute quindi 8 partite con 19 punti messi in cascina. Malgrado ciò il Casa del Diavolo ha ancora il peggiore attacco in campionato nel suo girone, con 17 reti segnate in 23 partite, le reti subite sono state 25. I numeri in totale parlano di 10 vittorie, 2 soli pareggi e 11 sconfitte, che valgono l’attuale 8 posto nell’altro girone di Promozione. Il capocannoniere della squadra è Bragetti con 11 reti segnate sulle 17 totali della squadra.

In coppa il cammino del Casa del Diavolo ha invece previsto il superamento del primo turno nel quadrangolare con due vittorie e un pareggio contro Pontevalleceppi, Real Pitulum Tiberis e Pietralunghese, quindi il superamento dei Quarti di Finale contro la Ducato (perdendo 2-1 in trasferta e vincendo poi 2-0 in casa al ritorno) ed infine il successo in semifinale contro il Nocera Umbra, con un sonante 4-0 all’andata tra le mura amiche e un ko per 3-0 al ritorno.

Per il servizio sull’Orvietana leggi quihttp://www.orvietosport.it/?p=56444

logo_gsc

Si ringrazia per la collaborazione: Andrea Carosi.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *