Di Priamo e Pedetti, re e regina di Orvieto in Corsa 2016

Questo articolo è stato letto 1454 volte

Sono Alessandro Di Priamo e Valeria Pedetti i trionfatori della 5a edizioni di Orvieto in Corsa, gara podistica inserita nel Circuito “Gran Prix Fidal Umbria” – Stagione 2016 e nel Circuito “Umbria Tour 2016” svoltasi domenica 1° maggio scorsa.

L’evento, organizzato dall’Associazione “Andromeda” in collaborazione con l’Associazione Libertas Orvieto / Gruppo Podistico Amatori e con il patrocinio del Comune / Assessorato allo Sport, ha visto alla partenza oltre 120 atleti, runners provenienti da mezza Italia. La gara che si snoda su un circuito cittadino da percorrere due volte per un totale di circa 7 km, con partenza e arrivo in Piazza Duomo, ha visto primeggiare tutti Alessandro Di Priamo (Oso Italia), classe 1968, che ha coperto il percorso in 23’38” davanti a Daniele Chiappini (Athletic Terni) che ha fissato il proprio crono sul tempo di 23’53”. In terza posizione si è piazzato Marco Panfili (Atletica Taino) con 25’21”. Importantissimo quinto posto per Paolo Lupi (Libertas Orvieto) primo tra gli orvietani che ha chiuso la gara con il tempo di 26’07” e buon dodicesimo posto per il concittadino Luca Urbani (Libertas Orvieto) con 26’59”.

In campo femminile è sempre lei la regina del podismo orvietano e non, la super campionessa imprendibile Valeria Pedetti (Libertas Orvieto) che in questa edizione ha fatto registrare un tempo di 27’30” arrivando davanti a Ivana Bizzarri (Run San Gemini, 27’36”) e Laura Mosconi (Atletica Capanne, 28’29”). Sesto posto per l’altra orvietana in gara Zana Nagirniak (Libertas Orvieto, 31’20”).

Ottimo successo anche per la passeggiata non competitiva organizzata dall’associazione Andromeda: “Orvieto in corsa – spiega la vicesindaco e assessore allo Sport del Comune di Orvieto, Cristina Croce, presente alla manifestazione e alla consegna dei premi – nasce infatti dall’omonimo progetto sostenuto dall’idea di creare, attraverso lo sport, un grande contenitore in cui ciascuno può trovare socialità, corporeità, soddisfazione, autonomia e riabilitazione, idea che diventata ormai un punto di riferimento per gli atleti di tutte le età.” “E’ una giornata all’insegna dello sport – spiega Sergio Viola, presidente della Libertas Orvieto – per promuovere le buone pratiche di inclusione e di integrazione sociale a favore di soggetti – adulti e minori – con disabilità fisica e psichica o di chi, per varie ragioni, non ha potuto accedere allo sport.”

di priamo

Orvieto in Corsa 2016 – uomini

pedetti

Orvieto in Corsa 2016 – donne

 

Fotogallery

passeggiata1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *