lunedì, maggio 23contatti +39 3534242011




Si infrange a Roma il sogno A2 della Zambelli. Finale tra Casal De’ Pazzi e Marsala

Questo articolo è stato letto 1221 volte

Per la Zambelli Orvieto il sogno della promozione in serie A2 si infrange a Roma, in casa della Volleyro’ Casal De’ Pazzi. Sono infatti le romane con una doppia vittoria (2-3 a Orvieto in gara-uno e 3-1 a Roma in gara-due con i parziali 21-25, 28-26, 25-20, 25-21) ad accedere alla finale di playoff intergirone C-D dove dovranno contendersi il secondo biglietto per la A2 con la Sigel Marsala battuta dalla Battistelli Rimini che quel biglietto lo ha già staccato.

Esce di scena dunque la Zambelli ma lo fa a testa alta, con le tigri gialloverdi che contro Volleyrò, sabato 28 maggio scorso, non si sono tirate indietro, hanno dato tutto il possibile senza centrare l’epilogo della serie B1 femminile che assegna la promozione. L’approccio delle rupestri alla gara da dentro o fuori – le orvietane arrivavano dalla brutta sconfitta per 2-3 rimediata al PalaPapini due giorni prima – è buono; Sabbatini fa le prove di fuga ma le tre lunghezze di margine vengono annullate sul 9-9, miglior esiti lo ha il tentativo di Kotlar che porta sul 16-21, ipotecando di fatto l’uno a zero. Alla ripresa le parti s’invertono, la neo entrata Nwakalor, che a Orvieto in gara-uno era stata determinante, offre un saggio delle sue enormi potenzialità scavando un solco (16-11), per Orvieto entra Fastellini e le ospiti trovano la forza di reagire riuscendo progressivamente a rimontare, l’aggancio c’è sul 23-23 ma ai vantaggi è decisiva Bartolini che sigla la parità. Nel terzo parziale sono ancora le laziali a tenere in mano il pallino del gioco ma le squadre rimangono sempre a stretto contatto di gomito; Kotlar si mostra in grande giornata e fa sentire il fiato sul collo alle rivali (17-16), a fare la differenza stavolta è Provaroni che nel finale è incontenibile. Il quarto frangente rimane in bilico sino al 12-12, le avversarie perdono smalto in attacco, Orvieto sbaglia poco ma a rete non incide e le tigri finiscono per accusare le stoccate di Melli e Nwakalor che scrivono la parola fine.

Peccato, la Zambelli ci ha creduto e ci ha provato sino in fondo con grande impegno e grande concentrazione: alla fine purtroppo il sogno non si è avverato ma l’amore degli orvietani per la squadra gialloverde è senza dubbio cresciuto così come l’affetto per le tigri che hanno saputo entusiasmare tantissimi tifosi. In ogni caso mai nessuno a Orvieto era arrivato così in alto, ad un passo dalla A2 di volley femminile.

(Il Messaggero Umbria – Monica Riccio)

FMPH1376

 

VOLLEYRÒ CASAL DE’ PAZZI – ZAMBELLI ORVIETO 3-1

(21-25, 28-26, 25-20, 25-21)

CASAL DE’ PAZZI: Melli 15, Provaroni 14, Bartolini 11, Mancini 9, Spinello 2, Pamio 1, Ferrara (L1), Nwakalor 20, Turlà, Dalla Rosa, Napodano (L2). N.E. – Cecconello. All. Luca Cristofani e Sandor Kantor.

ORVIETO: Kotlar 23, Sabbatini 15, Rossini 14, Tiberi 10, Pesce 5, Ubertini 2, Rocchi (L1), Fastellini 2. N.E. – Volpi, Iacobbi, Escher, Serafini (L2). All. Gian Luca Ricci e Marco Gobbini.

Arbitri: Luca Cecconato e Francesco Rossetto.

VOLLEYRÒ (b.s. 11, v. 6, muri 17, errori 13).

ZAMBELLI (b.s. 9, v. 7, muri 13, errori 19).

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *