domenica, giugno 26contatti +39 3534242011




L’Orvietana suona l’ottava nota. Contro l’Amc98 ancora una vittoria

Questo articolo è stato letto 1538 volte

orvietana1

 

Orvietana – Amc98 2-0

IL TABELLINO

ORVIETANA: Perquoti, Ammendola, Frellicca, Cotigni, Viviani, Avola G., Brescia, Avola F., Donati (25’st Zagarella), Serafini (19’pt Cochi), Polidori. A disp: Sganappa, Di Girolamo, Tonelli, Fraleone. Allenatore Fatone

AMC98: Taddei, Tavoloni, Gentili, Merendoni, Cudini, Marinelli, Tromboni, Manni (20’st Paragnani), Russo, Terzino (29’st Dormi), Testarella (16’st Xeka). A disp: Altobelli, Busecchini, Tortorella, Antonini. Allenatore Amati

Arbitro Sig. Anselmi di Orvieto (Moscatello, Giovanardi)

Reti: 40′ pt Avola G., 28’st Polidori

Note: ammoniti Gentili e Cudini; corner 3-0, recupero 1’pt; 3’st

Non si ferma la rincorsa dell’Orvietana verso la vetta della classifica. La rotondeggiante vittoria contro l’Amc98 – l’ottava consecutiva – consente ai locali di continuare a soffiare aria sul collo di un Cannara che, altrettanto continuo nei risultati, batte la Nuova Fulginium e si conferma capolista.
La prestazione della squadra di casa, ad onor del vero, è stata tutt’altro che brillante, specie durante il primo tempo. Anzi, a dirla tutta, ad andare vicinissimi al vantaggio, durante il secondo minuto di gioco, sono proprio gli ospiti, dapprima con Terzino, che vede ribattuto il proprio tiro dal legno del palo e, sugli sviluppi, da Testarella che però spara alto.

Le prime emozioni targate Orvietana si hanno al 13′, quando Cotigni si vede ribattuta una palla velenosa. Dalla sinistra arriva Avola G. che prova una botta delle sue ma Taddei è pronto e para.

Gli ospiti, nonostante l’evidente divario tecnico, giocano però con il coltello tra i denti e provano a forzare il blocco biancorosso – il quale non sempre chiude in maniera impeccabile – con Russo che, servito direttamente da fallo laterale, riceve palla, si gira bene, ma il suo rasoterra, abbastanza debole, esce alla sinistra di Perquoti.
Risponde Cochi, subentrato ad uno sfortunato Serafini una decina di minuti prima, ma anche il suo tiro è fuori.
Il vantaggio dell’Orvietana arriva a cinque minuti dal duplice fischio: Brescia si incarica di battere una punizione dalla sinistra direttamente in mezzo all’area; spizzata della difesa ospite, ma sul pallone di avventa Avola che non lascia scampo a Taddei.

La ripresa inizia su ritmi molto contenuti e l’onore del primo tiro in porta spetta all’Amc dopo undici minuti. Punizione dalla tre quarti ad opera di Manni, con palla che spiove in area a beneficio di Russo che però manda a fil di palo.

Quattro minuti dopo, il Muzi grida al gol: Brescia dal fondo mette in mezzo, preciso per Cotigni che, a botta sicura da due passi, trova il piede di Taddei che ribatte; arriva Polidori che, dal limite dell’area piccola, spara alto.

La partita va chiusa, Fatone lo sa, tanto che incita i suoi ad una grinta maggiore. E i suoi rispondono.

È il 28′. Viviani tira una punizione dalla tre quarti, concessa per un fallo su Filippo Avola. Sulla traiettoria disegnata dalla sfera, scatta Polidori. La difesa dell’Amc98 si ferma, convinta della posizione irregolare del numero 11 locale, ma il guardalinee non sbandiera e Polidori insacca.

L’Orvietana prende fiducia. Polidori va vicino alla doppietta personale in almeno altre tre occasioni. Neanche Cochi riesce a concretizzare un tiro che era quasi un calcio di rigore, ma gli avversari sono ormai scarichi e il loro atteggiamento remissivo permette ai biancorossi di segnare altri tre punti sul pallottoliere del campionato.

Certo, a bocce ferme e dopo la vittoria conquistata, una riflessione sorge spontanea. Non è stata la migliore Orvietana quella che abbiamo visto oggi al Muzi. La pausa del campionato di domenica prossima, prevista per la disputa delle finali di Coppa, dovrà servire ai biancorossi per recuperare energie fisiche e mentali al fine di affrontare al meglio l’ultimo scorcio di stagione.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *