sabato, giugno 25contatti +39 3534242011




Orvietana, grande cuore. Domina la Nestor e vince in nove

Questo articolo è stato letto 2122 volte

IMG_0260

Orvietana – Nestor 3-1

Tutti in piedi per l’Orvietana Calcio! Al Muzi, contro la Nestor, in una partita che si era messa così in salita che di più non si poteva, gioca un eccellente secondo tempo e porta a casa il match addirittura in nove contro undici.

E’ una superiorità tattica schiacciante, quella dimostrata dalla squadra di Fatone rispetto all’undici di Borrello. La Nestor parte bene nelle battute iniziali, reclamando anche un calcio di rigore per fallo su Boutiznar al sesto minuto, senza però risultare mai veramente pericolosa. L’Orvietana però, splendidamente messa in campo, gioca in modo ordinato, contiene senza difficoltà e riparte bene.

Il preludio al vantaggio locale si ha al 23’ pt, quando Avola G. esce di potenza dalla propria area palla al piede, davanti a sé ha tutto il campo, serve Brescia in velocità che viene però fermato dalla bandierina alzata dell’assistente, tra le proteste biancorosse.

E’ al 27’ pt che il vantaggio dei padroni di casa si concretizza. Brescia viene atterrato poco fuori dell’area avversaria: punizione della cui battuta si incarica lo stesso Brescia che, con un tiro pennellato, disegna una deliziosa traiettoria, su cui Marinacci non arriva.

Brescia, sempre lui, croce e delizia del match. Allo scadere del primo tempo, un fallo scomposto gli costa il rosso diretto per gioco pericoloso e costringe così l’Orvietana in dieci. Ma i colpi di scena non finiscono qui. Si rientra dopo l’intervallo, pronti via, ed ecco il secondo giallo per Ammendola per fallo di mano. Padroni di casa in nove e con un solo goal di vantaggio sulla Nestor. Al Muzi sale la tensione.

Le grandi squadre, tuttavia, si vedono nel momento della difficoltà. I nove uomini in campo, sotto la regìa del tecnico Fatone, danno lezioni di tattica agli avversari, i quali, non solo non sanno approfittare della superiorità numerica, ma anzi subiscono il pressing dei locali che mettono in ghiaccio la partita, segnando – in nove contro undici – due reti in due minuti.

Al 12’ tocca a Cotigni volare più in alto di tutti, raccogliendo di testa un corner di Zagarella e depositando la sfera alle spalle di Marinacci. Il Muzi esulta.

Due giri di cronometro ed è la volta di Polidori, che, servito in area, si libera del suo marcatore e segna il 3-0. Il Muzi esplode.

La Nestor subisce senza colpo ferire e, solo nel finale, prova qualche debole reazione, che si risolve infine nella rete del 3-1, messa a segno da Calistroni un minuto prima del termine del tempo regolamentare; servito sulla destra dell’area, si gira bene e batte Perquoti con un diagonale che si insacca all’angolino opposto.

Gli ospiti per poco non riaprono la partita, durante il primo dei cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara, con un tiro dalla distanza di Giovi che esce di poco a lato.

Al triplice fischio, grande è l’esultanza per una prova di grande cuore, grande carattere e ottimo calcio. Il Cannara ha vinto, la distanza dalla testa della classifica rimane invariata, Brescia ha commesso una ingenuità che gli potrebbe costare la squalifica per due giornate, Polidori ha rimediato un’ammonizione tanto ineccepibile, quanto evitabilissima con un pizzico di buon senso, ma a questo ci si penserà domani. Adesso è solo tempo di godere di questa grande, immensa vittoria.

IL TABELLINO

ORVIETANA: Perquoti, Ammendola, Frellicca, Cotigni, Viviani, Avola G., Cochi (41’st Di Girolamo), Zagarella, Serafini (2′ st Avola F.), Brescia, Polidori (30’ st Donati). A disp: Sganappa, Bottoni, Tonelli. Allenatore Fatone

NESTOR: Marinacci, Trotta, Nori, Moretti, Bertolini, Trequattrini, Tordo, Ciurnelli (13’ st Giovi), Gammaidoni, Boutiznar (25’ st Calistroni), Morelli. A disp: Mattelli, Sagrazzini, Agoumi, Botnaru, Vestrelli. Allenatore Borrello

Arbitro Sig. Amadei di Terni (Margheriti, Gjoka)

Reti: 27’ pt Brescia, 12’ st Cotigni, 14’ st Polidori, 44’ st Calistroni

Note: Ammoniti Avola, Polidori (O); Bertolini, Ciurnelli, Giovi (N). Espulsi Brescia al 45’ pt per gioco pericoloso e Ammendola al 1’ st per doppia ammonizione. Corner 4-2. Recupero 3’ pt, 5’ st

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *