Orvietana-Sinalunghese. Quasi fatta per la punta Mouah e il portiere Fraola

Questo articolo è stato letto 632 volte

Nonostante il caldo e le temperature bollenti del “Muzi” di Orvieto, la preparazione estiva dell’Orvietana Calcio sta continuando senza grossi problemi. A disposizione del tecnico Riccardo Fatone c’è ormai tutta la rosa dei convocati e le prime scelte non tarderanno ad arrivare. Buon test, seppur tutto fatto in casa, quello di qualche giorno fa; una prima sgambata che poco o niente ha detto dal punto di vista del risultato ma moltissimo ha dato allo staff tecnico su cui lavorare. Oggi pomeriggio alle 18 prima uscita “vera” per l’Orvietana: al “Muzi” arriva la Sinalunghese, squadra che milita nella Eccellenza toscana.

Nelle file dell’Orvietana ci sarà sicuramente Alessandro Di Girolamo, l’attaccante classe 1995, 185 cm. di altezza, punta centrale, che arriva dal Tor di Quinto dove è cresciuto calcisticamente e dove si è distinto per un numero impressionante di reti segnate. Su di lui Fatone però sta ancora ragionando; se Di Girolamo è ancora sotto osservazione, si starebbe avviando invece verso una positiva conclusione la trattativa che il direttore sportivo dell’Orvietana Matteo Porcari sta portando avanti su Alexandre Mouah, punta, classe 1999, di nazionalità francese, 18 anni per quasi 190 cm. di altezza, in arrivo dall’Ajaccio nelle cui giovanili è cresciuto calcisticamente. “Mouah si è unito al gruppo e ci ha convinto – afferma Porcari – è un giocatore molto interessante, stiamo lavorando alla chiusura della trattativa.” Non c’è ancora nulla di nero su bianco, come per Mouah, ma anche il portiere Carmine Fraola, classe 2000, in arrivo dal settore giovanile napoletano del Mariano Keller, sembra aver convinto e potrebbe restare insieme ai locali fuoriquota Sganappa (99) e Mollichella (98).

Tutte le decisioni, però, sono rimandate a dopo Ferragosto, quando con qualche amichevole in più nelle gambe, Fatone e Porcari cercheranno di tirare le somme in vista dell’inizio della Coppa le cui gare sono previste dal 27 agosto al 3 settembre. Per il momento le maggiori soddisfazioni sembrano arrivare dai giovani: “siamo contenti e soddisfatti del lavoro che stanno portando avanti i nostri giovani aggregati al gruppo senior – spiega Porcari – parliamo di ragazzi classe ’99, 2000 e 2001. Siamo particolarmente orgogliosi di come stanno ‘reggendo botta’”. Una decisione nel frattempo è stata presa: il presidente Roberto Biagioli ha deciso che nel periodo di indisponibilità del campo del “Muzi” dovuto a semina, la squadra utilizzerà come campo di gara in campionato il “Vince Lombardi” di Castel Giorgio.

orvietana-francese2

 

 

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *