Il Ciconia ai nastri di partenza, preso Petrocchi la squadra è quasi fatta

Questo articolo è stato letto 346 volte

Manca ormai davvero poco al debutto nel nuovo Ciconia Calcio in campionato. Il rinnovato sodalizio biancoceleste, sempre agli ordini del presidente Mammanco, è pronto per debuttare in 2a categoria con una squadra nuova, una dirigenza nuova, uno spirito nuovo così come vi avevamo raccontato in precedenza. Ultimo colpo di mercato messo a segno dalla dirigenza del Ciconia l’arrivo in maglia biancoceleste di Nicola Petrocchi, punta centrale classe ’89. Petrocchi ha militato nelle giovanile dell’Orvietana giocando anche nella Juniores nazionale, ex Orvietana, Federico Mosconi, Romeo Menti e Castel Giorgio e una piccola parentesi nel calcio a 5 nella storica Coar. Fermo da circa tre stagioni per motivi lavorativi, grazie al nuovo progetto del Ciconia e al grande entusiasmo e al grande carisma di Marco di Marco, nuovo acquisto del direttivo, Petrocchi è stato ingaggiato. Dunque un pezzo da 90 per il Ciconia, un colpo di mercato che aumenta la forza in attacco e che, a quanto pare, non sarebbe nemmeno l’ultimo, si attendono infatti altri arrivi. In attesa che si inizi a far sul serio la dirigenza ha concluso un importante accordo con il main sponsor che sarà sulle nuove maglie, EDIL NOVA DI CECIO GIGLIOLA.

Montenero – Petrocchi – Di Marco

La rosa attuale e l’organigramma societario

GIOCATORI:
Alessio Montenero D
Alessandro Croccolino C
Alessio Palmucci D
Andrea Macchioni P
Angelo Vita C
Antonio Pizzo P
Elia Ricci C
Flavio Picchio C
Elia Picaria D
Francesco Schiavo D
Gabriele Croccolino A
Giacomo Puppola A
Kostantin D
Leonardo Porcari C
Lorenzo Massini Rosati C
Lorenzo Frizzi C
Marco Spallaccia D
Marco Tonelli C
Matteo Cerasari C
Nicola Petrocchi A
Radu Romandas D
Spadino Spada C
Antonio Sessa A

DIRIGENTI
Andrea Calderini mister
Alberto Mammanco presidente
Roberto Montenero
Enrico Settimi
Massimo Bicornia
Massimo Frizza
Marco di Marco

Legenda

P portiere D difensore C centrocampista A attaccante

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *