Umbria Nuoto Master: “un’esperienza mondiale”

Questo articolo è stato letto 331 volte

20 agosto 2017, festa nazionale in Ungheria e accompagnati dai fuochi artificiali per la festa del Re
e Patrono Santo Stefano si sono chiusi i 17th FINA World Masters Championships ai quali hanno
partecipato alcuni atleti dell’Umbria Nuoto.
L’evento che si è svolto dal 14 al 20 agosto ha visto abbattere molti record mondiali e continentali
ha avuto luogo in 4 pisvine olimpioniche (due alla Duna Arena sede dei Campionati Mondiali degli
atleti ’“Elite” e due sull’isola Margherita nel complesso Alfred Haiòs); inoltre erano a disposizione
altre quattro vasche per il riscaldamento delle migliaia di atleti partecipanti di tutte le nazionalità, il
più giovane classe 1992, il più anziano classe 1920.
Anna Donnini, Stefano Cinti, Daniele Francia e Claudio Zappitelli si sono cimentati nelle gare
individuali ed insieme ai compagni Sonia Rellini e Michele Turro hanno realizzato ben 4 staffette.

Le gare alle quali hanno partecipato e i relativi risultati sono:
Stefano Cinti (M50) 127° nei 50 stile libero (31″11) e 72° nei 50 rana (38″74)
Daniele Francia (M50) 82° nei 50 stile libero (29″08)
Anna Donnini (M40) 57^ nei 100 rana (1’42″85) e 46^ nei 50 rana (45″46)
Claudio Zappitelli (M50) 41° nei 50 dorso (35″75), 47° nei 200 misti (2’54″42) e 57° nei 100 dorso
(1’19”05).
Staffetta 4×50 sl m – Francia, Cinti, Turro, Zappitelli – (M160-199) 45^ 2’01”49
Staffetta 4×50 mx m – Zappitelli, Cinti, Francia, Turro, – (M160-199) 57^ 2’23”06
Staffetta 4×50 sl mixed – Zappitelli, Cinti, Donnini, Rellini – (M160-199) 50^ 2’19”68
Staffetta 4×50 mx mixed – Zappitelli, Donnini, Cinti, Rellini – (M160-199) 71^ 2’37”00

In un contesto simile, i risultati delle gare sono solo uno degli aspetti positivi, ma la cosa o più
notevole é stato trascorrere una settimana insieme, vivendo solidalmente l’emozione della
propria gara e quella dei compagni.
Ci piace quindi raccontare le impressioni di chi ha partecipato all’evento e non.
Sonia ha vissuto così la sua esperienza: “Quando sei anni fa ho imparato a nuotare non avrei
mai pensato di poter partecipare ad una manifestazione di tale livello. E’ iniziato tutto per caso
e per sfida con me stessa, grazie al nostro coach che quest’anno mi ha coinvolto nelle
avventure dell’Umbria Nuoto. Così mi sono ritrovata nella staffetta dei Mondiali Master di
Budapest ed è stata una grande esperienza, non solo dal punto di vista agonistico, ma anche
del clima che abbiamo vissuto, tanti nuotatori di nazionalità diverse insieme, pronti a
gareggiare e a sfidarsi accomunati dallo spirito sportivo, quello sano. Abbiamo trascorso delle
giornate molto piacevoli insieme intrise di nuoto e turismo a Budapest e ne è uscita una
squadra più unita che mai.”

Stefano: “Un ringraziamento speciale che viene dal cuore al nostro coach Claudio che ci ha
guidato con grande sacrificio a questo evento tanto atteso….., e l’emozione di partecipare ai
Campionati del Mondo di Budapest, dopo un lavoro di squadra preparato nell’intera stagione con
passione, per confrontarci tra migliaia di persone, pur sapendo che come sarebbe andata sarebbe
stato un successo.”

Daniele:”Mondiali e d atmosfera magnifica, impianti ed organizzazione tutto perfetto e grande
squadra…..con grandi possibilità per il futuro…. per questo faccio un arrivederci ai prossimi
europei master a settembre 2018.”

Michele: “Partecipare ai mondiali di Budapest?….. Non è stato solo un sogno, ma un obiettivo
raggiunto……. Perché nel nuoto contano le sfide e gli obiettivi, costruiti sempre con questa
formidabile squadra…..!!”

Anna: “Un viaggio è già di per sé un’esperienza interessante e unica ogni volta, quando poi ad
animarlo è una passione sportiva succede che questa possa diventare il vero valore aggiunto.
Ed è la passione genuina per il nuoto che ha trascinato la nostra squadra, l’Umbria Nuoto, con
una rappresentativa di sei atleti, a Budapest, cornice del Campionato mondiale master 2017.

A coronamento di una stagione ricca di gare ed impegnativa, tra varie peripezie ed imprevisti
dell’ultimo istante, abbiamo affrontato una competizione che ci ha visto insieme ad atleti di
ogni nazionalità, livello e categoria. L’adrenalina che si respirava negli angoli della Duna

Arena e nelle piscine scoperte dell’Isola Margherita, prima e durante tutte le gare, era mista
alla stessa emozione e gioia di esserci, di far parte dello spettacolo. Si poteva sentire e vedere
tutto, come se fosse amplificato: l’odore di cloro, i palpiti per l’attesa, i visi di chi si trovava lì
solo per un urlo di incoraggiamento. Ed in mezzo alla folla ed ai mille costumi e pass attaccati
al collo (…Vi giuro enormi per dimensione!!!), l’idea sempre presente anche dell’altro atleta
diverso per provenienza, ma uguale in vasca, animato dallo stesso spirito di agonismo e
divertimento. Si dice che le passioni bruciano presto, ma non è proprio così. Il nuoto ci ha
portati verso belle esperienze e questa del mondiale ci ha visto eccellere a modo nostro
raggiungendo i migliori risultati di stagione o nondimeno eguagliandoli. L’Umbria Nuoto,
insieme anche a chi era da casa a seguire passo passo la nostra avventura, si è fatta valere e
allora aumentiamo ancora la passione!”

Claudio invece ringraziando tutta la squadra che lo ha accompagnato in questa avventura,
seppur vissuta con qualche sventura, e tutti i compagni che da casa hanno attivamente
partecipato al tifo ed all’incoraggiamento prima e dopo ogni gara, pensa che: “qualunque sia il
nome della squadra la cosa importante siano le persone che la compongono, e tutti coloro che
hanno partecipato a questa stagione agonistica si sono rivelati non solo degli atleti di valore,
ma soprattutto degli “Amici” con la A maiuscola e l’abbraccio spontaneo dopo un 50 dorso
solitario ne è la dimostrazione. Grazie a tutti.”

Paola che non ha partecipato alle gare dice: “ho seguito costantemente la loro esperienza
tramite le foto e i video che hanno inviato. Sono stata orgogliosa di vedere i miei amici
affrontare questa sfida così impegnativa con coraggio e col sorriso, anche se sono
abbastanza sicura che sul blocco di partenza gli tremavano le gambe! Seguire le loro
giornate é stato emozionante anche per noi che eravamo in città, in vacanza o a lavoro e
credo che tutti avremmo voluto essere lì, per gareggiare, per visitare la città o semplicemente
per divertirsi insieme.”

La stagione agonistica 2016-2017 é conclusa, l’appuntamento é al prossimo settembre in cui
la squadra sarà di nuovo in acqua per delle nuove avventure!

 

 

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *