Zambelli doma la parigrado Baronissi ma non senza faticare. Grigolo top

Questo articolo è stato letto 273 volte

Test importantissimo quello messo in campo ieri, giovedì 21 settembre, dalla Pallavolo Az Zambelli che al PapaPapini di Orvieto (per l’occasione è stato installato a terra il tappeto regolamentare rosa-fucsia richiesto dalla Lega Pallavolo per le gare di A2) ha ospitato la parigrado P2P Givova Baronissi. Al di là del risultato (l’incontro è stato vinto dalle orvietane per 3 set a 1 ed è stato poi giocato un ulteriore set finito a favore delle salernitane) lo scopo del match era quello di testarsi per ambedue le compagini con un team più o meno dello stesso livello. Zambelli e Baronissi sono entrambe neopromosse in A2 e i rispettivi allenatori Matteo Solforati e Ivan Castillo hanno sicuramente tratto dall’incontro molti spunti sia per lavorare ancora in vista del debutto in campionato previsto per domenica 8 ottobre, sia per confermare i risultati della preparazione in corso.

Dalla Zambelli arrivano segnali sicuramente confortanti; la squadra appare in forma, in crescita e concentrata. Coach Solforati ha potuto quindi testare al meglio schemi e indicazioni mandando in campo praticamente tutte le giocatrici a sua disposizione. L’allenamento congiunto, in definitiva,  ha confermato allo staff tecnico che c’è ancora da lavorare per migliorare sia la condizione atletica del sestetto orvietano che i concetti principali dal punto di vista tattico ma nel complesso le tigri sono sulla buona strada. Ottima la gara di Grigolo su tutte, molto bene anche Aricò e Santini, ma in generale buon apporto di tutte le gialloverdi. Buona anche la prova di Baronissi che in più di una occasione si è mostrata capace di impensierire le orvietane, spesse costrette al recupero.

Nel primo set, infatti, le tigri gialloverdi sono partite meglio ma poi sono state riprese, sul 15-15 è stata Kijakova (otto punti in apertura) a spingere la squadra campana verso un comodo uno a zero.

Alla ripresa le padrone di casa hanno inizialmente subito l’iniziativa di Gagliardi ma poi sono riuscite a riallineare il punteggio, stavolta sul 13-13 ha fatto valere il suo peso la correlazione muro-difesa delle locali che con Montani hanno trovato la parità.

Nella terza frazione il copione non è cambiato, le ospiti sono andate avanti per merito di Mendaro Leyva ma anche stavolta la seconda parte del set si è capovolta con Grigolo che è stata capace di imprimere le accelerazioni nel momento topico firmando il vantaggio.

Il quarto periodo ha visto più rovesciamenti di fronte, prima sono andate avanti di quattro lunghezze le orvietane (6-2), poi hanno messo la freccia le irnine (8-13), gli ingressi di Ciarrocchi, Muzi, Ginanneschi e Zonta hanno consentito di recuperare il gap e di assestare il colpo del kappao con quest’ultima.

Si è poi deciso di giocare un quinto set a punteggio regolare e sestetti parecchio rivoluzionati, stavolta l’andamento è stato a senso unico in favore delle baronissesi che con Quarchioni in evidenza sono andate ad imporsi.

I collaudi esterni, per le orvietane, cominceranno domenica 24 settembre con il torneo quadrangolare di Frosinone che impegnerà la formazione umbra in due partite, una al mattino ed una al pomeriggio contro avversarie di A2 e B1. Un allenamento congiunto di estremo interesse sarà invece quello di giovedì 28 settembre che porterà le orvietane in trasferta a Firenze, squadra tra le più quotate della massima categoria italiana, prima di concludere i test a Orvieto, domenica 1° ottobre contro San Giustino (B1).

 

ZAMBELLI ORVIETO – P2P GIVOVA BARONISSI  3-2

(20-25, 25-19, 25-22, 26-24) (15-25)

ORVIETO: Grigolo 16, Montani 11, Santini 11, Aricò 11, Mio Bertolo 9, Valpiani 3, Rocchi (L1), Zonta 5, Ciarrocchi 2, Ginanneschi 2, Muzi M., Venturi (L2). All. Matteo Solforati e Giuseppe Iannuzzi.

BARONISSI: Kijakova 23, Mendaro Leyva 22, Strobbe 16, Gagliardi 7, Moneta 5, Avenia 1, Maggipinto (L1), Quarchioni 7, Baruffi 4, Prestanti 1. All. Ivan Castillo e Teodoro Cicatelli.

Arbitro: Alessandro Maria Li Donni.

ZAMBELLI (b.s. 12, v. 7, muri 13, errori 17).

P2P GIVOVA (b.s. 22, v. 4, muri 14, errori 18).

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *