Azzurra cade a Palermo ma si fa valere

Questo articolo è stato letto 320 volte

 

Orvieto si fa valere a Palermo ma il confronto con una delle favorite per la vittoria finale del campionato la vede perdere i due punti. Ottima Lombardo, alla fine segnerà 18 punti, e ottima la prova della squadra ma i centimetri di Preskienyte e la precisione dalla lunetta di Ferretti e Russo permettono a Palermo di vincere. Comunque prova confortante in vista delle prossime gare perché tenere testa alle Isolane per quasi tutta la gara fa ben sperare per il futuro e significa che c’è la crescita tanto cercata dallo staff tecnico di Orvieto.

Il primo canestro della gara è di Preskienyte (1,93 di altezza) a cui fanno seguito due liberi a bersaglio di Ferretti per il 4 a 0. Ci pensa Rupnik a ridurre lo svantaggio con un canestro e un libero realizzato per il 6 a 3, poi è Porcu ad accorciare ulteriormente ma la solita Preskienyte realizza l’8 a 5, punteggio con cui si gira. Miccio realizza in appoggio ma Orvieto non molla, con Manfrè e Chrysantidou  il tabellone segna 10 a 9. Ancora Palermo a far tremare la retina e, quando manca 1’ al suono della sirena, è 13 a 9. Nel finale Porcu non realizza da tre per ben due volte, Chrysantidou pareggia quasi i conti da 2 e Verona fissa il primo punteggio della partita sul 14 a 11. Si chiude un quarto equilibrato. Prove di fuga per le isolane che sono arrivate presto al 2 a 0, poi Orvieto non ha mollato mai tanto da limitare il passivo a 3 punti. Alla ripresa del gioco bastano 5’’ a Manfrè per far arrivare Orvieto ai 13 punti, Lombardo realizza il sorpasso ma Russo e Miccio fanno riallungare ancora Palermo. In 2’ il punteggio è cambiato tante volte, è ancora Porcu a ridurre le distanze ad 1 solo punto (19 – 18). Lombardo da 3 recupera l’allungo di Preskienyte dalla lunetta  e dopo 15’ il risultato è di 26 a 22 con il tema della gara che è sempre lo stesso, Palermo cerca la fuga e Orvieto non cede canestri. A 3’ dalla fine del tempo il risultato è apertissimo grazie anche a Lombardo che, dalla lunetta fa 26 a 24 e Rupnik che, dalla distanza porta in vantaggio le ospiti. Dura poco, però, perché anche Miccio da 3 fa cambiare il risultato (29 a 27). Romano chiede il Time out e organizza le sue per recuperare i 2 punti che separano le squadre. Il tempo si chiude sul 29 a 27. Si riparte dal pareggio di Porcu e da una alternanza di canestri che, dopo 1’ porta il punteggio sul 34 a 32. Dopo 2’ è Chisanthydou che realizza quello del pareggio. A Preskienyte e Russo riesce di realizzare il 38 a 34 ma ancora Porcu  fr 3 punti con l’aiuto di un libero. Si va avanti punto a punto e la gara è emozionante. A 3’ Manfrè realizza il canestro del 43 a 43 e Porcu quello del 45 a 45. A 2’ Lombardo, da 3, concretizza ancora un sorpasso (45 – 48) e Palermo chiede il time out. Il terzo quarto finisce 47 a 50 con un parziale di 18 a 21. Lombardo sale ancora in cattedra e, in apertura dell’ultimo periodo, fa allungare ancora Orvieto sul 52 a 47. Per un po’ non si segna e Romano chiede il time out. A 4’ dalla fine Orvieto conduce ancora ma Preskienyte accorcia e, adesso, sono 3 i punti che distanziano le due squadre. Poi Russo dalla lunetta riapre completamente i giochi e il finale è emozionante. A 3’ Manfrè fa il 51 a 54, Ferretti realizza un libero, Preskienyte due e il punteggio torna in parità. Ad 1’ e 49’’ è tutto da rifare. La lunga Lituana di Palermo, ancora dalla lunetta ne fa 1 su 2 e il tabellone segna 55 a 54 per poi segnare 57 a 54 grazie ancora alla straniera delle Isolane. Anche Russo sfrutta una sola opportunità dai liberi e Romano, a 1’ dalla fine, chiede la sospensione per preparare le sue a giocarsi il tutto per tutto. La gara sembra dover essere decisa dalla lunetta ed è ancora Verona a fare il 61 a 54 che decide, di fatto, la partita. Vince Palermo 61 a 54.

 

Andros Basket Palermo: Russo 11, Ferretti 8, Miccio 13, Verona 6, Preskienyte 21, Tumminelli, Cerasola, Bonura, Ferrara, Riccobono,Carrara 2, Casiglia; all. M. Giordano

Azzurra Ceprini Orvieto Basket: Porcu 11, Bambini, Rupnik 9, Manfrè 10, Coffau, Grilli, Petronyte, Presta, Chrysanthidou 6, Lomabrdo 18; all. M. Romano

Arbitri: M. Ragionieri A. Giunta

Risultato:  61 – 54 (14 – 11 / 29 – 29 / 47 – 50)

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *