Michele Staccini saluta l’Orvieto Basket e approda in A1 a Lucca

Questo articolo è stato letto 388 volte

Chiusa da poco una bella e importante stagione che ha visto l’Orvieto Basket tornare di nuovo tra i nomi forti della pallacanestro umbra maschile, è tempo per la squadra del presidente Carlo Febbraro di cominciare a mettere a punto il prossimo campionato. E non sarà del gruppo biancorosso coach Michele Staccini, nello scorso campionato assistente di coach Andrea Brandoni, responsabile del settore giovanile e coach delle under 20 e 18. Termina dunque l’avventura di Staccini a Orvieto: il tecnico, classe 1985, originario di Umbertide, è stato infatti chiamato a ricoprire il ruolo di assistente di coach Lorenzo Serventi sulla panchina del Basket Le Mura Lucca, team che milita in serie A1 femminile e che nel 2017 si è laureato per la prima volta nella sua storia campione d’Italia. Un incarico di prestigio che dimostra ancora una volta tutto il valore del giovane tecnico che in passato, oltre ad aver ricoperto il ruolo di coach nelle under 15 e 17 del MontePaschi Siena ha allenato la squadra maschile di Umbertide e collaborato sempre come vice di Serventi nella femminile in serie A1 raggiungendo le final four di Coppa Italia e la semifinale playoff scudetto. “I risultati e soprattutto la crescita dei ragazzi delle giovanili – si legge in una nota della dirigenza Orvieto Basket – che hanno dato un contributo fondamentale alla causa della prima squadra, sono stati un segno del lavoro quotidiano di coach Staccini e ne hanno dimostrato il valore a livello sia tecnico sia umano. Per questo a Michele vanno i più sentiti ringraziamenti per quanto fatto quest’anno e i migliori auguri per il prosieguo della sua carriera, nella speranza che un giorno la sua strada possa tornare ad incrociarsi di nuovo con quella dell’Orvieto Basket.”

Da parte sua Staccini ha affidato al proprio profilo Facebook un saluto alla tifoseria: “Ciao Orvieto – scrive – è stato solo un anno ma per me bellissimo e vissuto molto intensamente, abbiamo ottenuto risultati importanti e siamo cresciuti, lavorando tanto e con impegno siamo andati oltre le difficoltà che fanno parte del lavorare insieme creando bellissimi legami di stima ed affetto. Orvieto è un posto super dove fare pallacanestro perché c’è grande tradizione e passione. Voglio ringraziare tutti, le nostre strade per ora si dividono, spero non sarà un addio ma solamente un arrivederci.”

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *