Orvietana di scena di sabato. Al Muzi arriva il Sansepolcro

Questo articolo è stato letto 551 volte

La quinta giornata del campionato di calcio di Eccellenza umbra, regala agli appassionati tifosi dell’Orvietana un sabato tutto da scoprire al “Muzi” di Orvieto. Oggi pomeriggio, con fischio di inizio alle 15:15, la squadra di Riccardo Zampagna, in arrivo dalla sconfitta patita contro la Pontevecchio, ospita infatti la Vivi Altotevere Sansepolcro. L’anticipo, richiesto dalla società rupestre per prepararsi un giorno in più al turno di ritorno in semifinale di Coppa che porterà i biancorossi a Foligno mercoledì 10 (all’andata a Orvieto era finita 1-1), potrebbe essere un buon momento di riscatto per l’Orvietana. Non che l’attuale andamento della squadra necessiti un riscatto, ma una vittoria, dopo una sconfitta e alla vigilia della gara contro Foligno potrebbe certamente dare una mano in più.

L’avversario di turno, Vivi Altotevere Sansepolcro è la nuova denominazione, è di quelli carichi di storia ma al momento fiaccati da una partenza in campionato non troppo splendida e probabilmente non all’altezza delle aspettative. Motivo in più per Zampagna per assestare un buon colpo. Due gli ex di lusso nelle file dell’Orvietana: Dida e Idromela, per il resto tutti abili tranne forse Castelletti alle prese con qualche debito in preparazione. Torna Bernardini e questa è senza dubbio una buona notizia. All’Orvietana si respira aria serena ma è certo che qualche punto in più, dopo quattro giornate, poteva essere portato a casa. Poco male, il campionato è lungo e l’obiettivo è concretamente alla portata del team della rupe. L’Orvietana si trova al momento a 4 punti, il Sansepolcro a 5.

Si gioca sotto la direzione di gara della terna tutta ternana diretta dall’arbitro Andrea Castrica e coadiuvato dagli assistenti Federico Giovanardi e Lorenzo Capicci. Le altre gare di domenica: Angelana-Pontevalleceppi, Castel Del Piano- Pievese, Ellera Calcio-Assisi Subasio, Foligno-Ducato, Narnese-Lama, San Sisto-Pontevecchio, Spoleto-Massa Martana.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *