Orvietana – Ellera. Sfida da vincere

Questo articolo è stato letto 150 volte

In attesa di conoscere quando sarà recuperata la partita Lama-Orvietana sospesa domenica scorsa per impraticabilità di campo dovuta al forte al maltempo, i biancorossi orvietani di Silvano Fiorucci saranno impegnati al “Muzi di Orvieto” domenica 4 novembre, con fischio di inizio alle 14:30, nella sfida casalinga contro l’Ellera, sfida che la nona giornata in Eccellenza Umbria propone. L’Orvietana, dopo una partenza a dir poco complicata sta pian piano crescendo, lo ha dimostrato domenica scorsa contro la ex capolista Lama portandosi in vantaggio e tornando finalmente a far vedere qualcosa di buono. Se non fosse stato per il diluvio e la sospensione della gara, con conseguente annullamento del momentaneo 0-1 per l’Orvietana, chissà, magari sarebbe potuta venir fuori una prestazione da “ora si gira pagina”. Pagina che comunque tutta la rosa, e tutta la società, sta cercando di girare grazie all’impegno di Fiorucci, insomma una riga e a capo che non può che far bene a tutti.

La classifica dell’Orvietana è però difficile, difficile ma non irrecuperabile: 7 gare giocate, 5 punti, 1 vittoria, 2 pareggi, 4 sconfitte, 7 reti segnate, 13 subite. “E’ vero ancora non vinciamo – spiega Fiorucci – ma stiamo pian piano crescendo. Vedo miglioramenti giorno per giorno – dice il tecnico che solo un mese fa è subentrato a Riccardo Zampagna alla guida del club – seguo questi ragazzi ogni giorno, vedo uno spirito diverso, più partecipazione. Piano piano questa squadra si risolleverà.” Viaggia decisamente meglio l’Ellera di Zoran Luzi: 5a posizione, 12 punti, 3 vittorie, 3 pareggi, 2 sconfitte, 17 reti segnate, 13 subite. I bianco azzurri arrivano dal pareggio per 1-1 con il Castel del Piano, l’Orvietana da soli 45 minuti di gioco contro il Lama per il momento scavalcata in vetta da Spoleto e Foligno. Orvietana – Ellera sarà diretta dall’arbitro Daniele Agro’ della sezione di Terni, con lui gli assistenti Filippo Malacchi di Foligno e Francesco Baroni di Bologna.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *