Orvietana, tre punti preziosi e quattro reti al Massa Martana

Questo articolo è stato letto 263 volte

 

Tante emozioni – e tante reti, ben sette – domenica 20 gennaio al “Franco Martelli” di Todi per la stra-classica del calcio umbro Massa Martana – Orvietana in programma nella giornata numero diciotto di Eccellenza umbra. A spuntarla con il risultato di 3-4, in una gara ricca di emozioni e di azioni costruite da ambo le parti, l’Orvietana di Silvano Fiorucci che con i tre punti conquistati si muove ancora più in avanti verso le posizioni strategicamente importanti in chiave play-off. Dall’altra parte un Massa Martana che non può far altro che leccarsi le ferite e restare fermo un turno. La girandola delle reti inizia al 10’pt con un cross dalla sinistra di Angeli, testa di Gesuele e 1-0 per i locali. Al 23’pt pareggio dell’Orvietana che vede andare in rete il giovanissimo Bianco (oggi al debutto come titolare) che non sbaglia a raccogliere il tiro da calcio calcio di Missaglia. Nella ripresa le due squadre continuano a darsi battaglia a suon di reti fin dal fischio di inizio con Polidori che raccoglie al 2’st un ottimo suggerimento di Colace, tiro di testa e 1-2. Direttamente dalla ripartenza a centro campo arriva la rete del 2-2 martano, al 3’st il cross di Angeli colpisce la mano di Annibaldi, per il direttore di gara il fallo è da rigore e Bagnato non perdona dal dischetto. Il Massa si riporta poi in vantaggio al 27’st: su punizione dal vertice sinistro dell’area orvietana Angeli si inventa un diagonale basso che spazza tutta l’area orvietana per finire direttamente alle spalle di Sganappa. Ma è di nuovo pareggio con il 3-3 conquistato dall’Orvietana con il bomber Polidori che su punizione di Bernardini firma un eurogoal da cineteca spalle alla porta con rovesciata e palla che gonfia la rete martana. La gara sarebbe potuta finire anche qui, e il pareggio non sarebbe stato cosa ingiusta, ma il Massa Martana incappa nella frittata delle frittate: Bertoldi appoggia all’indietro sul portiere Tamburini ma il passaggio è corto e sbagliato, Gulino passa da quelle parti ed è un gioco da ragazzi per lui rubare palla e segnare a porta vuota.

MASSA MARTANA – ORVIETANA 3-4

MASSA MARTANA: (4-4-2) Tamburini 5,5, Vichi 6, Bietolini 6, Bagnato 6,5, Nulli Costantini 6, Alabastri 6 (20’st Ferrante sv), Prudenzi 6, De Santis 6 (41’pt Bertoldi 5,5), Gesuele 6,5, Pugnali 6, Angeli A. 6,5. A disp.: Santini, Benedetti, El Bouhali, Monaco, Angeli M. All. Vincenzo Corradetti 6

ORVIETANA: (4-3-3) Sganappa 6, Annibaldi 6, Bianco 6,5, Bricchetti 6, Dida 6 (34’st Liurni sv), Lispi 6, Bernardini 6,5, Colace 6,5, Polidori 7 (45’st Locchi sv), Missaglia 6,5 (48’st Frellica sv), Perquoti 6 (23’st Gulino 6,5). A disp.: Massetti, Dottarelli, Gulino, Frellicca, Caciolla, Liurni, Cincarelli, Locchi, Ciccone. All. Silvano Fiorucci 6,5

ARBITRO: Filippo Trotta di Foligno 6 (Costantini-Argenti)

MARCATORI: 10’pt Gesuele (M), 23’pt Bianco (O), 2’st e 41’st Polidori (O), 3’st Bagnato (M),

27’st Angeli (M), 44’st Gulino (O)

NOTE: recupero +1’pt/+5’st, ammoniti Bagnato, Gesuele (M)

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *