Per Michela Ciarrocchi la Zambelli Orvieto è pronta a ripartire

Questo articolo è stato letto 175 volte

Continua ad alternare buone prestazioni a prove meno brillanti la Zambelli Orvieto che di conseguenza ottiene risultati contrastanti che rendono sempre indecifrabile il suo cammino.

Nella pool promozione di serie A2 femminile dopo aver vinto in trasferta con la capolista Perugia, è arrivata la sconfitta interna con Ravenna che era penultima, nell’arco di una settimana dunque si è passati dall’euforia alla delusione.

A quattro giornate dal termine della seconda fase le tigri gialloverdi conservano la settima piazza della classifica, l’ultima utile ad accedere ai play-off, con un vantaggio di quattro punti sulla formazione romagnola che è l’inseguitrice più diretta.

La centrale Michela Ciarrocchi commenta l’ultima prestazione: «La partita contro Ravenna non è andata come speravamo, abbiamo abbassato la guardia in un momento troppo delicato. Nella pool promozione il livello di ogni singola squadra si equivale e proprio per questo non bisogna mai sottovalutare nessuno. Domenica è stata evidentemente una giornata no per noi e questo non dovrà ripetersi, ma io sono sicura che riusciremo a dimostrare la grinta e la volontà che abbiamo di raggiungere il massimo obiettivo. Credo che in questo momento della stagione non c’è più da concentrarsi su qualcosa in particolare. A livello di tecnica il nostro gioco e già impostato, evidentemente mancata un po’ di grinta».

Sarà dunque un finale di campionato dove davvero non è concesso rilassarsi, con la compagine umbra che dovrà cercare di rifarsi anche lontano da casa per conquistare punti che possono alimentare il sogno degli spareggi per la promozione.

«Domenica prossima giocheremo in casa del San Giovanni in Marignano, un campo sicuramente molto impegnativo per il gran tifo dei suoi sostenitori, dovremo entrare in campo determinate e con la cattiveria delle vere tigri. È una squadra che difende molto quindi dobbiamo prepararci ad una partita fatta di scambi lunghi, dobbiamo avere pazienza ed essere attente a mantenere la precisione tecnica nelle rigiocate».

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *