Zambelli. Gabriela Stavnetchei torna a casa

Questo articolo è stato letto 253 volte

Termina in anticipo sui tempi previsti alla Zambelli Orvieto l’esperienza della prima atleta straniera della sua storia, elemento ingaggiato per affrontare il campionato di serie A2 femminile.

Una stagione abbastanza tribolata nella quale diversi infortuni avevano privato della schiacciatrice per periodi più o meno lunghi, ed ultimamente le tigri gialloverdi non l’avevano a disposizione da ormai quasi un mese.

Il problema alla spalla della giocatrice Gabriela Stavnetchei non si risolverà in poco tempo e vane sono le speranze di rivederla in campo in questo finale di stagione, pertanto di comune accordo è stato rescisso il contratto.

In attesa del suo ritorno a casa la ventitreenne brasiliana di Curitiba ha voluto salutare la squadra ed i tifosi: «Mi dispiace di partire adesso, volevo rimanere ed aiutare la squadra a raggiungere i suoi obiettivi nel campionato. Sfortunatamente ho sofferto di una lesione alla spalla e anche se non è molto grave il tempo di recupero è superiore al tempo che rimane alla fine del campionato. La società e io abbiamo pertanto raggiunto un accordo che è positivo per entrambi ed è per questo che me ne vado in anticipo, andrò a casa per riprendermi dal mio infortunio potendo stare vicino alla mia famiglia. Voglio solo ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato da quando sono arrivata qui, la società, lo staff, la squadra e la città di Orvieto. Ognuno mi ha accolto bene e ha fatto molto per farmi sentire a casa, questo lo apprezzo molto. In bocca al lupo per questa ultima fase e voglio dire che credo che la squadra abbia la capacità e la forza per andare ai play-off. Seguirò e tiferò dal Brasile. Grazie a tutti».

Da parte sua la società sportiva rupestre ringrazia l’atleta per quanto ha fatto nel periodo in cui ha vestito la magia della Zambelli e la saluta augurandole una pronta guarigione e le migliori fortune per la sua carriera.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *