Una Zambelli Orvieto fantastica espugna Torino e fa sua gara-uno di semifinale

Questo articolo è stato letto 270 volte

TORINO – La Zambelli Orvieto è più forte della sfortuna e si aggiudica una gara-uno della semifinale nei play-off di serie A2 femminile riuscendo a dominare in trasferta una grande avversaria.

Un’altra bella impresa delle tigri gialloverdi che hanno dovuto compensare la defezione della centrale Ciarrocchi venuta a mancare subito dopo l’avvio di partita per un problema al ginocchio, ma ben sostituita da Angelini.

Tra le mura amiche ha cercato di sfruttare i riferimenti conosciuti e la spinta del pubblico amico la Barricalla Cus Torino, giocando una partita con poche sbavature, ma alla fine è stata costretta alla resa.

Per capire bene la portata del successo va ricordato ancora una volta che al Pala-Ruffini in questa stagione le universitarie hanno perso solo due partite, ed entrambe per mano di una straordinaria Zambelli.

La gara comincia bene per le ospiti che grazie a Decortes (metterà otto palle a terra) vanno avanti di tre ma poi vengono riprese (7-7). Il ginocchio destro di Ciarrocchi duole e Angelini la rileva, la tensione è tanta e gli errori sono protagonisti, la più attiva dalla parte opposta della rete è Coneo (18-18). D’Odorico trova l’allungo a più tre ma le torinesi rispondono con l’inarrestabile Coneo che opera il sorpasso (23-22). Ci sono tre palle-set che vengono annullate e alla prima occasione il muro di Bussoli significa uno a zero.

Alla ripresa le padrone di casa partono bene ma la situazione si rovescia con il muro umbro che fa buona guardia (4-9). Agostinetto sostituisce Vokshi ma è Fiorio (sei volte a segno) e qualche errore di troppo ad invertire radicalmente la situazione (13-12). Solforati getta nella mischia Kantor, Venturini e Mucciola ma la falla non accenna a fermarsi e il pareggio è inevitabile.

Nella terza frazione sono ancora le settentrionali a fare l’andatura approfittando di ogni regalo altrui (10-7). Sono le strepitose difese di Cecchetto ad evitare lo scollamento del punteggio in una fase molto delicata e poi il turno di battuta di Prandi che pesca l’ace vale il 15-15. Si procede a braccetto per un po’ sino a che il D’Odorico aziona il turbo, ed è proprio lei a mettere giù la palla del nuovo vantaggio.

Quarto frangente che sorride in avvio alle settentrionali (10-6). La Zambelli prende le misure a muro e opera una progressione che consente di mettere la freccia (14-15). Dura poco però perché l’orgoglio di Coneo ribalta di nuovo propiziando quattro punti consecutivi (18-15). Con un guizzo le umbre agganciano ma poi sbagliano tutto e franano, il muro di Mabilo rimanda il verdetto.

Al tie-break Orvieto scappa con le fucilate di Decortes e D’Odorico (2-5). Il margine è gestito splendidamente da Prandi che trova infinite risorse con Bussoli (6-10). Il turno dai nove metri di Montani fa crollare le locali (6-13). Il punto del successo lo mette Decortes che fa esplodere la gioia.

BARRICALLA CUS TORINO – ZAMBELLI ORVIETO = 2-3

(26-28, 25-13, 22-25, 25-19, 10-15)

TORINO: Coneo 27, Fiorio 17, Mabilo 9, Gobbo 8, Vokshi 3, Morolli 1, Lanzini (L), Agostinetto 10, Martinelli 1, Camperi, Gamba. N.E. – Garrafa Botta, Poser. All. Michele Marchiaro e Fulvio Bonessa.

ORVIETO: Decortes 23, D’Odorico 21, Montani 11, Bussoli 8, Prandi 3, Ciarrocchi 1, Cecchetto (L1), Angelini 12, Venturini, Kantor, Mucciola. N.E. – Quiligotti (L2). All. Matteo Solforati e Luca Martinelli.

Arbitri: Cesare Armandola (PV) e Veronica Mioara Papadopol (ROM).

BARRICALLA (b.s. 8, v. 0, muri 11, errori 13).

ZAMBELLI (b.s. 12, v. 4, muri 16, errori 20).

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *