Coppa Eccellenza. Al “Muzi” emozioni fino al 97′ ma la vittoria è dell’Orvietana

Questo articolo è stato letto 387 volte

Le buone indicazioni che erano arrivate nei 20 minuti di Narni si sono confermate anche contro la Trasimeno, squadra veloce e ben messa in campo scesa a Orvieto con la voglia di vincere e di dimostrare il proprio potenziale. Un 3-5-2 che copriva tutto il campo e, complice la velocità di molti protagonisti, che sembrava sempre pronto a colpire.

Fiorucci invece cambia qualche pedina rispetto all’undici che era sceso titolare nel match rinviato per la pioggia domenica scorsa. Davanti a Beccaceci i due centrali sono Annibaldi e De Vitis, con Paletta e Bianco sugli esterni. Dida è il solito punto fermo davanti alla difesa, ai suoi fianchi ci sono Marchi e Locchi. In pratica la linea mediana è l’unica del tutto confermata rispetto a domenica scorsa. Davanti torna titolare Danieli, con Mortaroli e Keita.

Keita da una parte e Vignali dall’altra provano delle incursioni in area in avvio che non spaventano però i portieri. La Trasimeno prova spesso ad entrare in area dal lato corto alla propria sinistra, ma la prima volta che è l’Orvietana a penetrare gli ultimi 16 metri la gara si sblocca. Dopo un’azione manovrata, la palla arriva a Keita che entra in contrasto con un difensore al limite dell’area, viene sbilanciato, prova a rimanere in piedi e poi frana addosso all’altro difensore. L’arbitro assegna il rigore, punendo di fatto il primo contatto. Ci sono proteste, ma Danieli dal dischetto non si fa intimorire e manda la palla dove il portiere non può arrivare.

L’Orvietana sfiora il raddoppio al 32′, stesso schema che aveva portato al vantaggio a Narni, corner di Mortaroli, stavolta da sinistra, e testa di De Vitis di poco fuori. La Trasimeno invece non si fa più vedere dalle parti di Beccaceci fino al fischio di metà gara.

I primi 5 minuti della ripresa vedono ancora l’Orvietana in avanti, un tiro a girare di Mortaroli, poi un’occasione per Keita in area dimostrano come i padroni di casa non pensino certo solo a difendere. Ma anche la risposta degli ospiti è pericolosissima, Silvestri viene fermato sul filo del fuorigioco quando ormai era solo davanti al portiere. Il suo tiro poi finisce in rete con l’azione ormai ferma da tempo. Cominciano i cambi, la Trasimeno diventa ancora più a trazione anteriore con l’ingresso di Sacco, ma a parte un paio di tiri dalla distanza che trovano sempre attento Beccaceci, non riesce a produrre azioni pericolose. L’Orvietana però sembra un po’ troppo attendere gli avversari, allora anche Fiorucci manda forze fresche in campo. Il più stanco, anche perché reduce da un infortunio e con pochi allenamenti, dovrebbe essere Danieli, molti si aspettano la sua sostituzione, invece il numero 9, sfrutta una triangolazione veloce e si ritrova al limite dell’area, il suo tiro è deviato in angolo da De Leo.

Ma sarà il successivo angolo, dalla parte opposta, a riportare tutto in parità: Ventanni scaraventa il pallone sul secondo palo, un suo compagno rimette in area dove Silvestri trova la rovesciata vincente che vale il pareggio: è il minuto 85. Ora l’andamento sembra favorire gli ospiti, per il morale e per la loro formazione iperoffensiva. Ma i contrasti a centrocampo continua a vincerli l’Orvietana e le poche ripartenze ospiti non riescono ad innescare le punte. Ecco allora che proprio allo scoccare del 90′ Mirco Perquoti dà il via all’azione che porta prima Giurato a superare un paio di difensori e tirare verso la porta, quindi Danieli a a trovare lo spazio giusto per ribadire in rete.

Ci stanno da giocare 7 minuti di recupero, praticamente mezzo tempo supplementare, ma l’Orvietana riesce a tenere lontano dalla porta gli avversari senza rischiare nulla. Una vittoria che riapre il discorso qualificazione, in vista sia della trasferta di Marsciano domenica, sia del recupero contro la Narnese dove l’Orvietana partirà con il gol di vantaggio messo a segno da Keità nei primi 20 minuti già giocati.

Queste le parole di Fiorucci a fine gara:

Era un antipasto di campionato, la Trasimeno è una buonissima squadra tra le più attrezzate e in ottima forma, mi aspettavo una bella battaglia e così è stato. I giocatori sanno che a nessuno sono garantite 30 partite, perché fortunatamente quest’anno ho la possibilità di fare 5 cambi validi, con l’opportunità di gestire uomini e tattica anche all’interno della singola gara. Perché ho tenuto Danieli fino all’ultimo? Me lo stavo chiedendo anche io se lasciarlo in campo o meno e ho voluto tenerlo, a volte la vecchiaia qualche scelta saggia te la fa fare. Molti pensavano che alla fine potevano essere loro quelli più vogliosi di vincere, ma non era così e tenendolo in campo ho dato il messaggio di volerla vincere ancora e così è stato, merito anche a Perquoti che ha fatto tutta l’azione che ha portato al gol”.

COPPA ITALIA ECCELLENZA, Fase regionale umbra, 1° turno, 2° giornata: Narnese – Nestor 2-2; Orvietana – Trasimeno 2-1. CLASSIFICA: Orvietana* e Trasimeno 3; Narnese* e Nestor 1. * una partita in meno3° giornata domenica 1 settembre: Nestor – Orvietana; Trasimeno – Narnese.

ORVIETANA – TRASIMENO 2-1
ORVIETANA (4-3-3):
 Beccaceci; Paletta, De Vitis, Annibaldi, Bianco; Marchi (43’st M. Perquoti), Dida, Locchi (22’st Cotigni); Mortaroli (22’st Giurato), Danieli (50’st Grizzi), Keita (35’st Sulimani). A disp.: R. Perquoti, Mosconi, Lanzi, Cruciani. All.: Fiorucci.
TRASIMENO (3-5-2): De Leo; Fiorucci (32’st Pauselli), Moyano, Fratini (35’st Lilollari); Antolini (10’st Poli), Vignali (32’st Meattelli), Battistelli (10’st Sacco), Fattorini, Silvestri; Ventanni, Braccalenti. A disp.: Dini, Furlani, Soro, Gioacchini. All.: Farsi.
ARBITRO: Verdoliva di Terni (Giovanardi di Terni – Andreani di Terni).
MARCATORI: 18’pt rig. e 45’st Danieli (O), 40’st Silvestri.
NOTE: Spettatori circa 200, ammoniti: Beccaceci, Dida e Danieli (O); Vignali (T). Angoli: 5-4 per la Trasimeno. Recupero: pt: 2’; st: 7’.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *