Piccoli furti al Muzi. Non ci siamo proprio

Questo articolo è stato letto 638 volte

Sabato 21 settembre, come ogni fine settimana, gli impianti sportivi del Muzi hanno registrato piena attività e un movimento massiccio di persone, tra gare di campionato e altre manifestazioni sportive.

Purtroppo, alcuni utenti ci segnalano un episodio spiacevole che si sarebbe verificato nel pomeriggio di sabato. Dal magazzino, che utilizzano i ragazzi dell’Orvietana per riporre i propri indumenti, sarebbero spariti diverse paia di scarpini da calcio e qualche accappatoio. La porta, come di consueto, era aperta, in quanto, confidando sulla correttezza e sull’onestà degli sportivi che utilizzano gli impianti, non si è mai verificata la necessità di tenere sotto chiave il materiale ivi depositato.

Riteniamo che questo tipo di episodi siano sempre da denunciare e pubblicamente da condannare, non tanto e non solo per il danno economico conseguente – parrebbe di oltre 300 euro di valore – ma, soprattutto, perché, in questi casi, sorge spontanea una domanda: ma che persona è una che dice di rifarsi ai valori sportivi e poi, senza farsi tanti problemi, si appropria in questo modo di oggetti altrui?

Confidiamo che queste poche righe servano a sensibilizzare, e magari – chissà – a convincere l’autore della bravata a restituire (anche alla chetichella; la porta resta comunque aperta) ciò che indebitamente è stato prelevato.

 

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *