Bum Bum Danieli e l’Orvietana ferma la capolista

Questo articolo è stato letto 405 volte


Orvietana – Tiferno 2-0

Tre punti importantissimi, quelli realizzati oggi dall’Orvietana, incastonati in una prestazione perfetta, in una gara giocata nell’unico modo in cui era possibile giocare: attesa dell’avversario e ripartenza. E le ripartenze, evidentemente preparate da Fiorucci in modo minuzioso, hanno sempre messo in difficoltà le retroguardie tifernati, che, in più di un’occasione, hanno dovuto ricorrere a falli, sanzionati con copiosi cartellini gialli, per fermare le incursioni di Danieli, Mortaroli e Keita.

La Tiferno, dopo la fiammata iniziale, culminata con la conclusione di Bartoccini a fil di palo e una ripartenza sbrogliata dalla difesa locale in corner, subisce le incursioni biancorosse senza colpo ferire, dimostrandosi quasi incapace di reagire, lasciando Beccaceci inoperoso per tutto il match, se si eccettua una parata nel secondo tempo, ma su un tiro di uno dei suoi, evitando in questo modo un clamoroso autogoal.

Danieli, in ottime condizioni, sovrasta fisicamente tutti gli avversari che si sono presi la briga di tentare di marcarlo, come al 21′, quando “vince” un pallone a centrocampo. Della Rina prova inutilmente a fermarlo, ma Danieli si reimpossessa prepotentemente della palla, crossa dalla sinistra e tutto beneficio di Locchi che, però, non ci arriva per un soffio.

E’ solo il preludio al vantaggio locale: Colangelo – sicuramente il migliore in campo – approfitta di una sbavatura della difesa ospite e serve in mezzo all’area Danieli. Per lui, battere Vaccarecci da quella posizione è un gioco da ragazzi.

Il primo tempo è quasi terminato, quando, dai piedi di Bianco, parte un lancio lungo all’indirizzo del numero 9 biancorosso, che si libera agevolmente di Eramo, il quale, già dentro la propria area, nel tentativo di evitare il tiro, si oppone con la mano. E’ lo stesso Danieli che, dal dischetto, trasforma.

Anche la ripresa, giocata sotto un diluvio torrenziale, è tutta appannaggio locale, nonostante Santececca tenti di alzare il baricentro dei suoi, sostituendo, dopo dieci minuti, Mancini con Sbardella.  La Tiferno prova a rendersi pericolosa con Orlandi, che, di testa, manda alto un traversone di Tersini. Sarà l’unica occasione per gli ospiti di tutto il secondo tempo, i quali, a pochi minuti dalla fine, si ritrovano anche in inferiorità numerica per l’espulsione di Alagia, che segna la resa finale.

Il triplice fischio sancisce un successo meritato per la squadra di Fiorucci, che dimostra che l’Orvietana, in questo campionato, c’è, ci fa ed ha tutta l’intenzione di dire la sua.

IL TABELLINO

ORVIETANA: Beccaceci, Paletta, Bianco, Annibaldi, Dida (40’st Cotigni sv), De Vitis, Locchi (26’st Marchi), Colangelo (46’st Grizzi sv), Danieli (33’st Chiumarulo sv), Mortaroli (30’st Perquoti M. sv), Keita. A disp.: Perquoti R., Lanzi, Sulimani, Simoncini. All. Silvano Fiorucci

TIFERNO: Vaccarecci, Mancini (10’st Sbardella), Tersini, Della Rina, Cangi (22’st Lentini), Eramo, Bruschi, Bartoccini, Orlandi, Alagia, Lavano. A disp.: Palozzoni, Grilli, Piombini, Bianchi, Morvidoni, Mariucci, Mercuri, Sbardella, Lentini. All. Massimiliano Santececca

ARBITRO: Tommaso Capoccia di Perugia 6 (Brizioli – Cardinali)

MARCATORI: 29’pt e 43’pt (rig.) Danieli (O)

NOTE: angoli 2-5, ammoniti Annibaldi, Dida (O), Cangi, Eramo, Sbardella (T), espulso Alagia (T), recupero + 2’pt / + 4’st

 

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *