Orvietana, tre punti contro l’Assisi Subasio valgono il quarto posto

Questo articolo è stato letto 429 volte

Orvietana – Assisi Subasio 2-1

Più su. Sempre più su. La vittoria sull’Assisi Subasio è importantissima in termini di classifica: vale infatti il quarto posto, in coabitazione con la Nestor, a tre punti dalla seconda e terza piazza del campionato divisa fra Narnese e Spoleto, entrambe a 37 punti, e a solo quattro lunghezze dalla testa della classifica, che è stata riconquistata dalla Tiferno, grazie alla vittoria contro lo Spoleto.

La gara, in realtà non entusiasmante, entra nel vivo solo negli ultimi venti minuti. Prima c’è da segnalare il vantaggio dell’Orvietana, alla mezz’ora del primo tempo, nell’unica occasione utile subito sfruttata da biancorossi: è Bertino che dà il la a Danieli dentro l’area, con la difesa ospite che neutralizza l’attacco del n. 9 rupestre. La palla tuttavia non viene trattenuta dal portiere, resta in gioco, a vantaggio dell’accorrente Keita che batte Catarinelli e sigla la sua prima rete in campionato.

Il match si trascina lento, molto frammentato, con numerosi falli e calci lunghi da ambo le parti. Se ne risente in termini di costruzione del gioco e di occasioni: le squadre sembrano più preoccupate di non subire piuttosto che provare a sfondare le retrovie avversarie. Ai due portieri, praticamente inoperosi per tutti i novanta minuti, può essere assegnato il famoso 6 politico.

Ecco perché c’è molto poco da segnalare fino al minuto 27′ della ripresa: proteste ospiti per un presunto fallo di mano di Bianco nella propria area, non reputato tale né dall’arbitro né dal suo secondo assistente. Si innesca allora il contropiede dell’Orvietana, con Dida, Danieli e Bertino in superiorità numerica tre contro due; è Dida che appoggia su Bertino che, da due passi, insacca.

Enormi le rimostranze dell’Assisi Subasio, Grilli rimedia il cartellino giallo.

Ora la partita si fa più nervosa; i perugini cercano di reagire di orgoglio e l’Assisi Subasio si scopre più propositiva, tanto che al 33′ riesce ad accorciare le distanze. Punizione sul lato corto dell’area avversaria: è Prete che mette in mezzo, a beneficio di Bura che si esibisce in un grande gesto atletico, trafiggendo Beccaceci in rovesciata. Gli ospiti prendono fiducia e attaccano, prestando inevitabilmente il fianco alle ripartenze locali. Ma quello che si è visto nella prima parte della partita, eccettuati i cinque minuti in cui si sono registrate le reti del secondo tempo, si ripeterà fino al sesto e ultimo minuto di recupero. Il triplice fischio consegna la vittoria al team di Fiorucci e consolida ulteriormente la posizione play off dell’Orvietana.

IL TABELLINO

Orvietana: Beccaceci, Paletta, Simoncini (22′ st Bianco), Annibaldi, Berardini, De Vitis, Bertino (32′ st Cotigni), Colangelo (18′ st Chiumarulo), Danieli (45′ st Idromela), Dida (41′ st Locchi), Keita. A disp: Kikkri, Lanzi, Matuzalem, Perquoti. Allenatore Fiorucci

Assisi Subasio: Catarinelli, Pastorelli, Rossi (48′ st Schirone), Prete, Sardella, Francioni, Montanucci (37′ st Fedeli), Marchetti (10′ st Cirilli), Signate, Bura, Mastrantonio (24′ st Mariano). A disp: Longetti, Fioretti, Rossi, Capitini, Alunno. Allenatore Grilli.

Arbitro: Simone Pannacci di Perugia (Suriani, D’Andola).

Reti: 30′ pt Keita (O); 27′ st Bertino (O); 33′ st Bura (AS)

Note: Ammoniti Montanucci, Grilli (AS); Chiumarulo (O). Corner 2-1. Recupero 1′ pt, 6′ st

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *