Elisabetta e la sua Bianca in corsa alla San Valentino di Terni

Questo articolo è stato letto 742 volte

Tra le circa 3.300 persone che ieri a Terni si sono date appuntamento per la 10a edizione della Maratona internazionale di San Valentino, e tra gli oltre 1200 iscritti al Family Charity Run, percorso ludico motorio di 4/8 km. che si è affiancato alle due lunghezze competitive, c’era anche una orvietana, Elisabetta Primavera. E non era da sola. Elisabetta, 44 anni, personal trainer, insegnante di educazione motoria ma soprattutto grande sportiva, ha corso, per la prima volta in una manifestazione ufficiale con la piccola Bianca, un anno da poco compiuto, sua figlia. Elisabetta ha corso spingendo Bianca, comodamente a suo agio in un passeggino attrezzatissimo: “Si questo passeggino è un modello specializzato per correre o per affrontare percorsi di montagna – spiega Elisabetta – nessun problema quindi ha avuto Bianca né per la corsa, né per il fondo stradale in sampietrino.” Mentre mamma correva, a dire il vero, Bianca si è concessa addirittura un sonnellino che poi, vista la giornata a dir poco primaverile ternana, sarà stato pure piacevole. “Bianca è bravissima – spiega Elisabetta – corro molto spesso con lei nel passeggino, ormai s’è abituata e dorme tranquilla e beata.” Elisabetta, anche prima della nascita di Bianca, ha ideato a Orvieto un corso proprio dedicato alle neo mamme che possono correre, tonificarsi e anche divertirsi, restando sempre accanto al proprio piccolo. Lo ha chiamato “baby stroller”, un “passeggino workout” un percorso di preparazione riconosciuto dal Coni che in molte città già si pratica. E l’arrivo di Bianca ha reso tutto ancora più facile: Elisabetta si allena con lei al fianco, e quando coordina i gruppi-mamme che hanno con loro i loro piccoli, il momento è utilissimo, oltre che per tornare in forma dopo il parto, anche per conoscersi, confrontarsi, insomma socializzare. “L’esperienza mi è piaciuta – spiega Elisabetta in riferimento all’evento di San Valentino – spero di poter partecipare a altre edizioni e lancio una idea per gli organizzatori, un percorso, o una categoria dedicato a genitori con passeggino!”

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *