giovedì, maggio 26contatti +39 3534242011




Cede il passo l’Orvietana capolista, ma tiene il Lama ancora lontano

Questo articolo è stato letto 489 volte

Seconda sconfitta stagionale, ma dietro il Lama pareggia.

PONTEVALLECEPPI – ORVIETANA 2-1

PONTEVALLECEPPI (4-4-1-1): Biscarini; Dyrma, Giuliacci, Mattia, Covarelli; Dolcini (25’st Cicioni), Bernardini, De Iuliis, Polidoro; Dragoni; Buonavolontà. A disp.: Brachelente, Bucaioni, Puletti, Cancellotti, Franceschelli. All.: Lisarelli.

ORVIETANA (4-3-3): Frola; Lanzi (1’st Biancalana), Fapperdue, Guinazu (41’st Baci), Flavioni; Proietti (20’st Cotigni), Greco, Di Patrizi (12’st Keita); Bracaletti, Sciacca (36’st Barbini), Vicaroni. A disp.: Perquoti, Lombardelli, Cipolla, Simoncini. All.: Ciccone.

ARBITRO: Bartolucci di Città di Castello (Fiordi di Gubbio – Spena di Perugia).

MARCATORI: 6’pt Bracaletti rig.(O); 39’pt De Iuliis rig. (P), 35’st Dragoni (P).

NOTE: espulso al 30’ st Biancalana (O) per somma di ammonizioni; ammoniti: Dyrma e Mattia (P); angoli: 4-3. Recupero: 1’ + 5’.

L’Orvietana deve cedere il passo al Pontevalleceppi al termine di una gara iniziata con la capolista in pieno controllo del gioco, ma con i padroni di casa che con un continuo crescendo sono riusciti a ribaltare completamente l’esito finale, complice un secondo tempo poco attento, se non del tutto distratto dell’Orvietana che comunque ha avuto diverse occasioni per scrivere un finale diverso a questa sfida.

E pensare che il Pontevalleceppi era in completa emergenza, mancano su tutti Minelli, Procacci e Urbanelli, tanto che Lisarelli si presenta con ben 5 sottoquota, tra cui addirittura due 2004, e con appena 17 giocatori in lista. Ciccone non ha a disposizione Guazzaroni e Nicodemo e propone un 4-3-3.

La gara si sblocca dopo soli 6’: percussione di Proietti che vede in area Vicaroni, atterrato da Dyrma. Rigore che batte Bracaletti spedendo la palla all’angolino per lo 0-1. L’Orvietana è in pieno controllo del gioco e potrebbe raddoppiare al quarto d’ora quando si assiste ad uno scambio tra Sciacca e Flavioni, ma la conclusione dell’esterno non ha la potenza giusta per impensierire Biscarini. Per vedere i padroni di casa pericolosi ci vuole una disattenzione dell’Orvietana: un retropassaggio di Guinazu, con Frola che corre per evitare il calcio d’angolo, ma serve inavvertitamente Buonavolontà, il giovane talento di casa però cicca il pallone.

L’Orvietana cala di ritmo, i perugini trovano il pari al 38’ quando De Iuliis va via in mezzo a tanti avversari e cade in area toccato da Lanzi, l’arbitro concede un altro rigore che lo stesso De iuliis trasforma. La squadra di Ciccone prova a scuotersi e prima dell’intervallo torna pericolosa quando Sciacca supera un avversario, serve l’accorrente Flavioni che cerca Vicaroni sul secondo palo, ma l’attaccante non arriva alla deviazione.

La ripresa inizia con Biancalana al posto di Lanzi nell’Orvietana e dopo pochi minuti la squadra di Ciccone ha subito l’occasionissima per tornare avanti: Vicaroni si guadagna una punizione che Bracaletti indirizza all’incrocio dei pali, i legni salvano Biscarini. Il Pontevalleceppi prova a venire avanti, quanto basta a spezzare il ritmo all’Orvietana. Ma sono ancora gli ospiti a tirare in porta, stavolta direttamente su punizione battuta da Greco, è attento Biscarini.

Gli equilibri però cambiano alla mezz’ora quando arriva il secondo giallo per Biancalana per un fallo su Dragoni, con il Pontevalleceppi partito in contropiede e con l’avversario nemmeno diretto a rete, un fallo inutile e pagato a prezzo carissimo: Orvietana in dieci con Ciccone costretto a rivedere tutte le posizioni in campo visti i 3 cambi su 5 già effettuati (erano usciti oltre a Lanzi anche Di Patrizi e Proietti).

Ecco che allora il Pontevalleceppi ci crede e trova il gol vittoria proprio spingendo su quella fascia dove avevano giocato prima Lanzi poi Biancalana: il centrocampo non riesce a fare filtro, Covarelli arriva in fondo, stavolta senza nessuno che lo fermi né con le buone, né con le cattive, mette palla in mezzo dove Dragoni pesca il diagonale vincente che ribalta il risultato. Come se non bastasse poi Ciccone è costretto a togliere anche la punta Sciacca per un risentimento.

Eppure l’Orvietana riesce a confezionare l’occasione per pareggiarla subito, ma è clamoroso quello che si mangia Keita al 38’, ormai solo davanti al portiere, il giovane arriva scoordinato e spreca un’occasione colossale.

I giovani di Lisarelli, che effettuerà un solo cambio in tutta la gara, tengono fino alla fine portando a casa un successo di platino, sfruttando sia i propri tanti pregi, che le poche ma determinanti disattenzioni orvietane. Lisarelli infatti vede ora il terzo posto della Narnese distante appena un punto. La capolista subisce uno stop che rende un po’ meno dolce il Natale, ma non rovina certo una prima parte di stagione stratosferica, sono infatti 8 i punti di vantaggio sul Lama secondo.

Prossima gara sabato 8 gennaio alle 14.45 in casa contro il Branca.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *