sabato, maggio 21contatti +39 3534242011




L’Orvietana dura 20 minuti, poi stacca la spina, poker della Nestor

Questo articolo è stato letto 137 volte

L’assillo della classifica non c’era per nessuna delle due squadre, la Nestor doveva però riscattarsi dal brutto risultato di Narni di una settimana prima, l’Orvietana, dopo aver ottenuto il record di vittorie, provava a puntare anche a quello di punti.

Si inizia con il bel gesto di tutti i giocatori e dello staff tecnico di casa che accolgono l’ingresso in campo dell’Orvietana con applausi per complimentarsi della vittoria del campionato. Rispetto e complimenti fuori dal campo, ma nei 90 minuti, come è giusto che sia, nessuno sconto.

Ci sono assenze da entrambe le parti: Polpetta squalificato, Ciurnelli e Regnicoli infortunati, tra i padroni di casa e nell’Orvietana manca il capitano Bracaletti, appiedato dal giudice sportivo, oltre l’infortunato di lungo corso Vicaroni. Ciccone sceglie Barbini e Biancalana come titolari sulla fascia destra.

L’Orvietana parte meglio: appena un minuto di gioco e Nicodemo avrebbe già la palla buona, ma colpisce senza potenza su assist di Biancalana. Prima del quarto d’ora altra doppia occasione per la squadra di Ciccone: Greco trova una traietoria insidiosa e ci vuole una parata di Baldoni in angolo per lasciare inviolata la porta, dal successivo corner, il colpo di testa di Guinazu richiama di nuovo al tuffo il portiere di casa per la seconda volta in pochi secondi.

Dopo aver sfiorato il gol però l’Orvietana si spenge. La distanza tra le linee non è perfetta come sempre avveniva in precedenza e Mattia Sisani ruba palla a centrocampo, serve Faraghini che vede Giabbecucci liberarsi sulla sinistra, il numero 11 di casa arriva al momento giusto sulla palla per infilare Frola. L’Orvietana accusa il colpo e due soli giri di orologio dopo la Nestor raddoppia. Azione in velocità, stavolta è Fastellini che arriva fino in fondo sull’out di destra, cross rasoterra a pescare ancora Giabbecucci sul secondo palo che non manca il tapin da due passi. La reazione dell’Orvietana è più di rabbia che di tecnica, tanto che la Nestor insiste e trova il 3-0 al 40’: tutto parte da una rimessa laterale in zona d’attacco palla in area, colpo di testa di un giocatore di casa e D’Ambrosio si rtrova sulla linea di porta pronto a spingere la palla in rete.

I ragazzi di Ciccone provano a reagire al 45’ con Sciacca che va via veloce supera un paio di avversari, viene fermato fallosamente al momento del passaggio a Nicodemo. Ma Greco non trova la mira giusta su punizione.

La ripresa inizia con gli stessi effettivi, l’agonismo comunque non manca, come confermano i cartellini gialli estratti dall’arbitro, se ne conteranno ben 7 alla fine in una gara senza praticamente nulla in palio.

Il primo pericolo del secondo tempo è di marca Orvietana con Proietti al 18’, servito da Di Patrizi, il centrocampista ospite non è però fortunato visto che la sua conclusione finisce sulla parte alta della traversa. Poco dopo ci proverà anche il neoentrato Cotigni, ma il tiro è centrale e facile preda per Baldoni.

La Nestor rimane sempre attenta in difesa, quanto basta per chiudere i tentativi velleitari dell’Orvietana, al 37’ i padroni di casa potrebbero ancora passare: gran sgroppata di Fastellini che arriva a crossare ma né Faraghini né Covarelli, approfittano della buona posizione, ciccando entrambi il pallone. Poco dopo una ripartenza della Nestor potrebbe ulteriormente punire la capolista, ma Fastellini si vede parare il tiro da Frola in uscita. I marscianesi chiudono in crescendo e trovano anche il poker al 90’: un fallo di Bonisnegni su Faraghini viene punito col calcio di rigore che va a battere Fastellini per il 4-0 definitivo.

La sconfitta macchia un po’ le statistiche biancorosse, fin qui l’Orvietana non aveva mai subito più di 2 reti in una partita, si vede raggiungere dal Lama nella classifica del miglior attacco e superare dalla Narnese in quella della miglior difesa. Dettagli, rispetto al campionato vinto nettamente…e poi c’è sempre ancora un’ultima giornata da giocare: domenica in casa contro la Ducato Spoleto.

NESTOR – ORVIETANA 4-0

NESTOR (3-4-3): Baldoni; Nofrini (39’st Rondolini), Bormioli, Santantonio; M. Sisani (33’st Covarelli), D. Sisani, D’Ambrosio (37’st Crocetti), Nofri Onofri (44’st Szczesniak); Faraghini, Fastellini (46’st Brizi), Giabbecucci. A disp.: Pascucci, Ciurnelli, Vestrelli, Regnicoli. All.: Caporali.

ORVIETANA (4-2-3-1): Frola; Barbini (20’st Cotigni), Fapperdue, Guinazu (9’st Boninsegni), Flavioni; Proietti (39’st Baci), Greco; Biancalana (20’st Lanzi), Guazzaroni (9’st Di Patrizi), Nicodemo; Sciacca. A disp.: Rossi, Lombardelli, Cipolla. All.: Ciccone.

ARBITRO: Trotta di Foligno (Fiordi di Gubbio –Cannoni di Città di Castello).

MARCATORI: 21’pt e 23’pt Giabbecucci, 40’pt D’Ambrosio, 45’st Fastellini rig..

NOTE: ammoniti: Nofrini, Faraghini, Bormioli, Santantonio (N); Nicodemo, Sciacca, Boninsegni (O) . Angoli: 3-5. Recupero: 1’+ 3’.

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *