Orvietana Calcio, tutto facile con l’AMC98

Questo articolo è stato letto 1242 volte

Coppa Promozione Girone H: Orvietana – AMC98 5-1

Comincia a intravedersi l’Orvietana di Riccardo Fatone, che andrà alla conquista del girone B del prossimo campionato di Promozione. Al netto di alcune assenze – seduti in tribuna ci sono ancora, per motivi di salute, Perquoti e Tonelli, nonché Olivieri, che invece è assente per motivi burocratici, legati alla mancata ricezione del transfer dagli States – e dell’obiettiva modestia degli avversari, i biancorossi stanno velocemente diventando squadra.

Ritorna disponibile Serafini, che parte dalla panchina, mentre, per quanto riguarda gli under, il tecnico orvietano si affida a Sganappa, Di Girolamo, Cotigni e Cochi.

Ci vogliono comunque dieci minuti prima che i biancorossi si affaccino nell’area avversaria e lo fanno con Polidori, il quale, dal limite, prova ad assestare un tiro che però finisce alto. L’azione tuttavia è utile a dare il la al vantaggio dell’Orvietana. Solo un minuto dopo, infatti, Cotigni si fa largo tra la difesa avversaria, sino a raggiungere i sedici metri, e serve Brescia, che intravede Polidori, largo a sinistra: il suo fendente non lascia scampo all’estremo avversario Altobelli.

Gli ospiti subiscono il pressing dei locali, tanto che si fanno vedere dalle parti di Sganappa solo al 27’: fallo di Nuccioni; l’AMC guadagna una punizione all’altezza del vertice sinistro dell’area. Del tiro si incarica Tavoloni D., che però impatta sulla barriera.

Ancora quattro minuti ed è Frellicca che, servito largo sulla sinistra, mette in mezzo per Cochi, solo solo in mezzo all’area avversaria: facile per lui ribadire in rete.

C’è ancora tempo, prima della fine della frazione, per un brivido: Dormi intravede Sganappa fuori dai pali e prova a batterlo con un tiro dalla distanza: l’idea era buona, ma la conclusione alta.

Posanzini, negli spogliatoi, deve aver provato a dare la carica ai suoi, perché l’AMC98, all’inizio della ripresa, parte subito in attacco. Di Girolamo fa salire le proteste ospiti per un atterramento in area, su cui però il direttore di gara sorvola; gli ospiti guadagnano anche qualche calcio piazzato da posizioni interessanti, uno dei quali costa anche il giallo al numero 2 di casa. Al 4’ minuto, è ancora Dormi che riceve dalla fascia sinistra, solo in area davanti a Sganappa, ma il suo controllo è da dimenticare e il portiere si appropria della sfera.

Gol mancato, gol subito: il neo entrato Serafini tocca il suo primo pallone per Cochi: sponda su Bartoli, tiro e 3-0 per l’Orvietana. La reazione ospite è tutta in un tiro dalla distanza sul quale Sganappa si disimpegna in corner.

Polidori letteralmente divora una rete già fatta, sparando dritto sul portiere e, dal corner conseguente, Nuccioni riceve in area: gran botta di destro per il poker dei locali.

Siamo quasi alla mezz’ora, quando l’Orvietana subisce un contropiede. E’ sempre Dormi, sicuramente il migliore tra i suoi, che, fra due difensori, arriva a toccare la sfera, depositandola alle spalle del n. 1 biancorosso.

L’AMC si ferma qui; mentre per i padroni di casa c’è ancora spazio per la giocata di Brescia che, dalla lunetta dell’area serve Polidori a destra. Stavolta l’esterno d’attacco non sbaglia: 5-1 e doppietta personale per lui.

IL TABELLINO

Orvietana: Sganappa, Di Girolamo, Frellicca, Cotigni (30’ st Golfieri), Nuccioni, Avola G., Bartoli, Avola F. (24’ st Casarelli), Cochi (6’ st Serafini), Brescia, Polidori. A disp: Mollichella, Ammendola, La Vecchia. Allenatore Fatone

AMC98: Altobelli, Manciucca, Manni, Merendoni, Cudini, Tavoloni D., Tromboni (10’ st Tavoloni S.), Cassetti (10’ st Brizi), Dormi, Antonini (30’ st Pergolari), Terzino. A disp: Tabuani, Proietti, Guzzi, Paragnani. Allenatore: Posanzini

Arbitro: Pianigiani di Perugia (Servillo e Gjoka di Terni)

Reti: 11’ pt e 33’ st Polidori, 30’ pt Cochi, 10’ st Bartoli, 24’ st Nuccioni, 28’ st Dormi

Ammoniti: Avola F., Di Girolamo, Casarelli (O); Manni, Merendoni, Brizi, Terzino (AMC)

Corner: 4-7 per AMC98

Recupero: 0’ pt; 0’ st.

uso amc

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *