Tc Open: è tempo di serie B. Parola al presidente Stefano Spaccini

Questo articolo è stato letto 2423 volte

Data storica, quella di domenica 2 aprile, per il tennis orvietano, che per la prima volta vedrà una sua squadra prendere parte ad un campionato nazionale. Non si è ancora spento l’eco del mega torneo BNL per le pre qualificazioni al foro italico, che il circolo ai piedi della rupe si trova a dover affrontare un’altra avventura assolutamente impegnativa. Un circolo che incarna perfettamente l’entusiasmo trasmesso dal presidente Stefano Spaccini. Proprio a lui, dunque, spetta il compito di presentare la stagione di Serie b che sta per cominciare:

La serie B è un campionato nazionale quindi non potevamo aspettarci d’incontrare squadre deboli. Il nostro girone è sicuramente competitivo ma forse non dobbiamo lamentarci perché poteva andare peggio. Partiremo il 2 aprile in casa contro Benevent; la domenica successiva ancora da noi contro Romano di Lombardia Bergamo. Due partite dure perché Benevento ha una squadra solida in ogni componente mentre Bergamo ha i numeri 1 e 2 molto forti, cioè giocatori stranieri tra i primi 500 al mondo ATP. Dopo la pausa pasquale giocheremo fuori casa a Verona contro una delle favorite del girone, il C.T. Scaligero che ha il fortissimo Roncalli come punta di diamante. Nella 4ª giornata derby in casa con gli amici e partner del CT Giotto Arezzo guidati da un top ATP come Luca Vanni (n.130 al mondo ATP) e dal maestro Federico Raffaelli, uno che cinque anni fa lottò con Goffin (top 10 ATP). Mio figlio Simone sarà nostro avversario: incredibile il destino. Poi dopo una pausa di due settimane giocheremo un match importantissimo per la salvezza a Macerat,a per chiudere il 28 maggio in trasferta a Lecco contro i favoriti del girone. Eventuali play-out nel mese di giugno”.

SPACCINI+BALZERANI

Cosa pensi della squadra e delle nuove regole relative ai giocatori del vivaio?

La squadra è la stessa dello scorso anno con l’aggiunta di un top come Riccardo Balzerani (fresco finalista al torneo prequaly Foro Italico) e del giovanissimo (classe 2002) Tommaso Ricco, uno dei più forti giocatori italiani della sua età. Un ragazzo top in quanto a semplicità ed educazione, tra l’altro a scuola ha la media del 9. Poi abbiamo inserito due giovanissimi orvietani che fanno parte del nostro vivaio (esistiamo dal 2012): Samuele Grilli ed Edoardo Cuini che ha 12 anni. Stante le nuove regole (uscite improvvisamente con applicazione immediata) uno di loro giocherà titolare insieme a Saverio Trippetti, un ragazzino pure lui (anno2002) che però è già 3.1 ed ha classifica internazionale ETA. Dispiace dover far giocare solo uno tra Aloisi, Di Ienno e Montani (che sta crescendo molto), ma le nuove regole c’impongono questo”.

Cosa senti di dire agli appassionati?

Venite in massa a fare il tifo perché giocheremo contro dei colossi, club storici che esistono da decenni e contro i quali non avremmo mai lontanamente pensato di poterci giocare. È come se l’Orvietana calcio si trovasse improvvisamente in serie B a giocare contro il Verona, l’Atalanta etc. Cioè contro società super organizzate e con potenti mezzi economici. Noi per fare un esempio fatturiamo mediamente un decimo dei nostri rivali e dobbiamo compensare con cuore, anima e cervello. Sarà durissima salvarsi, impresa quasi disperata ma con l’aiuto di voi tutti almeno non ci sentiremo da soli e poi chissà magari Davide può ancora dire la sua contro Golia”.

Appuntamento, dunque, domenica 2 aprile alle ore 10 a La svolta per la sfida TC OPEN ORVIETO vs BENEVENTO.

tcopen bDer dampf steigt dann in kleinen blasen in lesen, was er sagte der flüssigkeit auf und entweicht

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *