Orvietana. E’ salvezza! Ma che fatica… Porcari: “felice per tutti”

Questo articolo è stato letto 725 volte

E’ finita. La stagione 2017/2018 in Eccellenza umbra per l’Orvietana è finita. Ed è salvezza diretta, in perfetta linea con l’obiettivo stagionale che la società aveva consegnato nelle mani del direttore sportivo Matteo Porcari e dell’allenatore Riccardo Fatone. Non è stato sempre facile, anzi tutt’altro. E’ stato complicato, difficile, e spesso quasi impossibile. Dopo un girone di andata condotto dai biancorossi a ottimi livelli, tanto da stazionare spesso e volentieri tra le prime posizioni, un girone di ritorno travagliato, sconnesso, altalenante, sfortunato e chi più ne ha più ne metta, aveva messo in serio pericolo la possibilità di salvarsi. E l’incertezza aveva finito per pesare anche sul rendimento di tutto il team, fiaccato anche da infortuni che in alcuni casi hanno messo out per molte gare vari giocatori.

Il pareggio a reti inviolate contro la Trasimeno, che giocherà la propria salvezza invece ai play-out, ha rimesso in pista gli orvietani anche grazie alle buone, poi diventate ottime notizie in arrivo da Castel del Piano dove l’identico pareggio tra i locali e il Massa Martana ha di fatto consegnato all’Orvietana la salvezza diretta. Della gara c’è poco da dire se non che nella prima parte si sono viste due squadre lottare a denti stretti e senza risparmiarsi alla ricerca dei tre punti salvifici per entrambe e nella seconda parte, con le orecchie tese ad ascoltare i risultati in arrivo dagli altri campi, entrambe le formazioni hanno tirato in remi in barca.

In campo c’è da dire che è stata la Trasimeno a fare gioco ma l’Orvietana ha creato più occasioni, da quella bruciata da Cotigni con parata di Biscarini, all’un uno-due tra La Cava e Locchi che spara alto sopra la traversa. Per il resto, poco davvero da raccontare, in una tipica partita di fine campionato che più che altro si è giocata con l’orecchio teso altrove.

“Sono felice – dichiara il direttore sportivo dell’Orvietana, Matteo Porcari – sono felice per tutti, questa salvezza è il raggiungimento del nostro obiettivo stagionale. E’ vero siamo stati protagonisti di un girone di andata ottimo e di uno di ritorno mediocre, ma siamo salvi, e siamo felici. Più di tutti sono felice per Roberto Biagioli e Luciano Petrangeli, i vertici dell’Orvietana senza i quali nulla di tutto questo sarebbe mai stato possibile.”

TRASIMENO – ORVIETANA 0-0

TRASIMENO: (4-3-3) Biscarini, Moyano, Paterni (41’st Likaj), Castro, Miccio, Scarpelli (24’st Gobbini), Cibele, Brescia, Urrufy, Micheletti, De Santis. A disp.: Montesi, Gobbini, Agha, Mituku, Likaj, Guazzaroni, Ladu. All. Matteo Valeri

ORVIETANA: (4-3-3) Sganappa, Gulino, Frellicca, Bernardini, Viviani, Avola, Zagarella, Cotigni (Bonaccorsi), La Cava, Locchi, Saleppico. A disp.: Frola, Spatoloni, Bonaccorsi, Caciolla, Dottarelli, Perquoti, La Vecchia. All. Riccardo Fatone

ARBITRO: Daniele Cravotta  (Costantini – Dumitru)

NOTE: ammoniti Brescia (T), recupero +4’/+3′

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *