“Sarà una Azzurra giovane”. Prima uscita ufficiale di coach Dragonetto

Questo articolo è stato letto 523 volte

Prima uscita ufficiale del nuovo tecnico della Azzurra Ceprini, Francesco Dragonetto, ieri al PalaSport di Porano dove il coach ha potuto iniziare a lavorare con le ragazze più giovani e con alcune delle atlete della prima squadra. Un primo appuntamento per il nuovo capo allenatore del team rupestre che milita nel campionato di basket femminile di serie A2, del tutto informale, un primo contatto, in pratica quello di ieri, per prendere confidenza con l’ambiente orvietano e con le giovanissime di Azzurra Academy il progetto che ormai da qualche anno cura, in casa Ceprini, la crescita fisica e tecnica delle giovani cestiste.

“Orvieto mi sembra un posto accogliente – dice alla sua prima uscita ufficiale nella città del Duomo – c’è entusiasmo, è un bel posto dove lavorare, sono felice di essere qui.” Con lui, oltre al presidente Giampiero Giordano, a fare gli onori di casa c’è parte dello staff tecnico, Paolo Egidi, Azzurra Gaglio e Francesco Tringali mentre manca, assente giustificata, Francesca De Fraia, il secondo coach, impegnata con la nazionale italiana over 40 ai campionati europei di Maxibaket che si stanno svolgendo a Maribor (Slovenia). Dragonetto, napoletano classe 1984, che questa estate sarà impegnato in Bielorussia per il mondiale con la nazionale italiana under 17 femminile, ed è in arrivo da una stagione in cui ha allenato alla Stella Azzurra Roma come responsabile del settore femminile, raccoglie dunque l’eredità lasciata a Orvieto da Massimo Romano che in cinque anni di Azzurra ha costruito molto: “Il lavoro di Romano – dice il neo tecnico – è stato fatto molto bene e i risultati, importanti, si sono visti e si vedono. E’ una eredità non facile – aggiunge – ma stiamo già lavorando per poter far bene. Ho già avuto un primo contatto con le ragazze più giovani e intendo dare continuità al progetto Academy che Romano ha portato avanti con successo.”

Nel pomeriggio di ieri si è svolto quindi un primo allenamento con alcune ragazze: “c’è bisogno di giovani – dice – far crescere queste ragazze e portarle a giocare in prima squadra è un obiettivo importante, in questo sarà massimo il mio impegno, sono molto orgoglioso di essere qui.” Ma come sarà la nuova Azzurra targata Dragonetto? “Stiamo lavorando al roster – afferma il tecnico – manca qualche tassello ma direi che ci siamo quasi. Sarà una Azzurra giovane e motivata, con una panchina molto giovane. Il nostro obiettivo è condurre un campionato tranquillo ma ‘l’appetito vien mangiando’ – scherza – magari potremo fare anche di più.”

 

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *