Autore: Luisa Calistri

Ciconia, una partita che vale una stagione

Ciconia, una partita che vale una stagione

1a categoria, Calcio, Ciconia Calcio, news
A due giornate dal termine, i biancocelesti, chiamati al difficile scontro diretto fra le mura amiche contro il 4 Castelli Valnerina, si giocano la permanenza diretta in prima categoria, con un occhio a quel che succede a Campitello e a Fratta Todina Quella che si sta per concludere è stata una stagione altalenante per i ragazzi di Francesco Romanini, che ci hanno abituato ad altisonanti successi, a cardiopalmatiche rimonte e a dolorosi default. Ad oggi, i biancocelesti hanno collezionato otto vittorie, di cui sei in casa, sette pareggi (due in casa e cinque in trasferta) e tredici sconfitte, di cui, anche in questo caso, sei rimediate fra le mura amiche, per un totale di 31 punti. Attualmente al quint'ultimo posto in campionato, con nove punti di vantaggio sul Giovanili Campitello e
Fabrizio Tafani, tra il Palermo, il Cronometro d’oro e una dedica tutta speciale per la festa del papà

Fabrizio Tafani, tra il Palermo, il Cronometro d’oro e una dedica tutta speciale per la festa del papà

Calcio, news
Squadra che vince non si cambia. Lo sa bene il Presidente Zamparini, il quale, anche quest’anno, ha confermato lo staff tecnico che la scorsa stagione aveva traghettato il Palermo in serie A. Tra loro, Fabrizio Tafani, che, dopo aver aggiunto al suo “album” un altro campionato vinto, da pochi giorni è stato premiato come miglior preparatore atletico della serie B, per il campionato 2013/2014. Ed io, approfittando, e non poco, dell’amicizia che ci lega, non ho perso tempo: l’ho chiamato subito, insistendo, nonostante i suoi mille impegni, per un’intervista. Il Taffy, che, col cuore grande che ha, di no non lo sa dire, ancora una volta ha acconsentito a regalarmi un po’ del suo tempo. Allora, ci eravamo lasciati esattamente un anno fa. Era febbraio, se non vado errata. Io ti
Tanti gol e poco spettacolo. Così il Ciconia liquida la pratica Strettura

Tanti gol e poco spettacolo. Così il Ciconia liquida la pratica Strettura

1a categoria, Calcio, Ciconia Calcio, news
La doppietta di Selimi apre le danze; proseguono le marcature Gabriele Croccolino e Santo e il Ciconia mette in cassaforte tre punti preziosi.   Ciconia - Strettura 87 4-0 Incontro di bassa classifica. Il Ciconia ha un disperato bisogno di punti; altrettanto lo Strettura, fanalino di coda, che deve cercare di evitare la retrocessione diretta, provando a puntare almeno ai play out. La partita non appare caratterizzata da altissima intensità, con gli ospiti che, a dispetto della posizione in classifica e nonostante si presentino con una squadra alquanto sfilacciata, provano subito ad attaccare, e con i locali che, dal canto loro, chiudono bene gli spazi e spezzano sul nascere ogni velleità avversaria. Il cronometro segna l’undicesimo minuto, quando Croccolino G., solo in mezzo all’a
Niente da fare per l’A.C.D. Allerona; la Coppa Umbria di terza categoria è del San Luca

Niente da fare per l’A.C.D. Allerona; la Coppa Umbria di terza categoria è del San Luca

3a categoria, Allerona, Calcio, news
FRATTA TODINA – Di fronte ad un nutritissimo pubblico, accorso al Comunale di Fratta Todina addirittura con un pullman a due piani, è il San Luca che, in questa domenica di campionati fermi e di finali di coppa, si aggiudica la vittoria, contro un Allerona mai domo e che prova fino all’ultimo a riaprire i giochi. Le tifoserie sono quelle delle grandi occasioni, con tamburi, fumogeni, striscioni, cori, che sortiscono l’effetto di caricare le squadre in campo, che, a loro volta, regalano novanta minuti gagliardi e divertenti. La squadra di Bevagna sigla il gol partita al dodicesimo del primo tempo, ma rischia di rimanere, non appena riprende il gioco, invischiata nelle trame intessute dai ragazzi di Prosperi, che, nell’azione successiva al vantaggio, si mangiano l’occasione più cla
Coppa Umbria di Terza Categoria: l’ACD Allerona in finale!

Coppa Umbria di Terza Categoria: l’ACD Allerona in finale!

3a categoria, Allerona, Calcio, news
  “Tra le prime due della regione”. Cristiano Prosperi, allenatore e condottiero dell'Acd Allerona, non prova neanche a nascondere la grande soddisfazione. “Allerona è un paesino di poche centinaia di abitanti e la consapevolezza che siamo la prima o la seconda squadra dell'Umbria riempie tutti di grande orgoglio.” L'Acd Allerona si è qualificata per la finale di coppa dopo un percorso durato cinque turni, che, affiancato agli impegni di campionato, ha veramente fatto arrivare fin qui la compagine nostrana con il fiato corto e anche con qualche acciacco. Sette vittorie, un pareggio e due sconfitte: così il team di Prosperi è riuscito ad eliminare le dirette concorrenti e ad aggiudicarsi la finale, che si giocherà domenica primo marzo, presso il campo sportivo di Prepo, contro
Storie di casa nostra: Filippo Marricchi alla Juve?

Storie di casa nostra: Filippo Marricchi alla Juve?

Calcio, news, Orvietana Calcio
E' piccolo Filippo, ha appena otto anni, quando incontra per la prima volta il pallone, ma lui quella sfera non prova neanche una volta a calciarla; a lui piace afferrarla con le mani. Si piazza tra i pali e lì resta. E' quella che, comunemente, si chiama passione. Solo che stavolta c'è di più: oltre all'amore per il calcio, qui c'è stoffa, c'è talento, insieme - che non guasta mai -  al coraggio e alla tenacia con cui affronta il sacrificio e l'abnegazione richiesti. E Carlo Duranti, nome noto e dai gloriosi trascorsi nel calcio nostrano con la maglia dell’Orvietana, è bravo a leggere in lui tutto questo e nutrire giorno dopo giorno quella passione con i suoi insegnamenti. E’ per merito suo se Filippo matura la decisione di diventare un portiere. Carlo porta quel bambino con sé ovu
Super Vigor schianta la capolista

Super Vigor schianta la capolista

Calcio, news, Vigor Acquapendente
ACQUAPENDENTE - Gara alla nitroglicerina, quella che è andata in scena oggi al Dante Vitali di Acquapendente. Si affrontano, infatti, il Città di Fiumicino, che mira a difendere la vetta della classifica, e la Vigor Acquapendente, che su quella vetta, ormai è chiaro, vuole posare gli artigli. Fatone deve fare i conti con le numerose assenze; oltre al lungodegente Nuccioni, mancano all’appello Guidotti e Danieli, quest’ultimo poi schierato nella ripresa. Pronti via, neanche il tempo di un sospiro che il Fiumicino si fa pericoloso, con Di Fiandra che va in gol, ma viene fermato dalla bandierina del guardalinee. Risponde al quarto minuto la Vigor, quando tutti protestano per un atterramento in area, ma l’arbitro fa proseguire. Poco dopo, Barbabella sbaglia un rinvio, con la palla che arri
Ciconia beffato nel finale dal Trevi

Ciconia beffato nel finale dal Trevi

1a categoria, Calcio, Ciconia Calcio, news
Che a volte nel calcio premia più la fortuna che il gioco, purtroppo, lo si sa. Quando, però, a farne le spese è la squadra che non demerita dispiace un po’ di più.   Ciconia: Dominici, Bonino (43’ st Croccolino G.), Frizzi, Massini Rosati, Franciaglia, Dini, Leonardi, Santo (20’ st Selimi), Dami, Giani, Ranchino Trevi: Busciantella, Bevilacqua, Settimi, Pergolari (Pieri), Dari, Fastellini, Metushi, Cappelletti, Brunelli, Partenzi, Murad (Almir) Reti: 45’ st Pieri Ammoniti: Frizzi (C), Selimi (C), Dini (C); Pergolari (T), Fastellini (T) Note: espulsi Massini Rosati (C) e Partenzi (T) per doppia ammonizione; recupero 1’ pt; 3’ st; corner 2 – 1 per il Ciconia Arbitro: Sig. Mattia Dottori di Terni Ciconia – Trevi, praticamente la partita d’esordio in casa per i bi
Lo Sport e l’attività fisica nei bambini

Lo Sport e l’attività fisica nei bambini

news
I benefici per chi pratica sport fin dall’eta scolare. Ne parliamo con Stefano Silvi Un bambino sportivo in più, oggi, sarà un adulto malato in meno domani, il cui benessere psico-fisico gli consentirà di condurre una vita più serena e di evitare alcune patologie. Una persona sana avrà minori necessità di cure mediche e peserà in misura ridotta sulle risorse pubbliche. Ne abbiamo parlato con Stefano Silvi, dottore in Scienze Motorie e Istruttore settore giovanile Orvietana Calcio, il quale conferma che “praticare sport fin dall’età evolutiva sia importantissimo per lo sviluppo ottimale dell’apparato muscolo-scheletrico, la regolazione del metabolismo e la socializzazione fra coetanei. Di solito i bambini iniziano a praticare sport intorno ai 3-6 anni, in un momento della vita dove l'att
Fatone: “Buona la partenza, ma c’è ancora da lavorare”

Fatone: “Buona la partenza, ma c’è ancora da lavorare”

Calcio, news, Vigor Acquapendente
Esordio in Eccellenza laziale per il tecnico orvietano, che, anche quest’anno alla guida della Vigor Acquapendente, è sceso in campo ieri mattina, in trasferta a Ciampino, contro l’Almas Roma, per la prima volta nella massima serie regionale. Sprizza soddisfazione e orgoglio, Riccardo, quando ci incontriamo, ieri pomeriggio, per caso, in un bar del centro storico, dove, in compagnia di un altro orvietano “esportato”, il d.s. Giuseppe Olimpieri, prova, senza riuscirci, a bere in pace un aperitivo. L’occasione, per me, è troppo ghiotta per rinunciare a raccogliere le sue impressioni e, allora, decido di rovinare questo momento di relax e chiedo di sedermi al loro tavolo. Un pareggio, 2 -2, che è stata l’occasione per assaggiare il salto di categoria. “Sarà tosta quest’anno; sarà veramente
TuttOM. Dell’amore, della vita e delle passioni, ovvero elogio allo sport

TuttOM. Dell’amore, della vita e delle passioni, ovvero elogio allo sport

news
Passione, amicizia, solidarietà ed fair play siano la nostra stella polare “La pratica dello sport è un diritto dell'uomo. Ogni individuo deve avere la possibilità di praticare lo sport senza discriminazioni di alcun genere e nello spirito olimpico, che esige mutua comprensione, spirito di amicizia, solidarietà e fair-play.” (Comitato Olimpico Internazionale). Non ho mai praticato sport a livello agonistico; decenni della mia vita sono stati dedicati alla danza, in tutte le sue espressioni. Lo sport, quello che si pratica per vincere intendo, lo seguivo in televisione. Poi, solo da pochi anni, mi sono avvicinata alla pratica “dal vivo”, che qui ad Orvieto è ricchissima di discipline e di sfaccettature. E mi si è spalancato davanti un universo. Quasi per gioco, ho cominciato a collaborar
La danza è Harmònia, ma con l’accento sulla O. Antonella Campanari si racconta

La danza è Harmònia, ma con l’accento sulla O. Antonella Campanari si racconta

Danza, In evidenza - NON USARE, news
“Si balla ai compleanni, ai matrimoni, per le strade, sul palcoscenico, dietro le quinte. Per comunicare gioia e dolore. Come rituale per vivere esperienze estreme. Il ballo è un linguaggio universale: ambasciatore per un mondo di pace, per l’eguaglianza e la tolleranza. Il ballo insegna sensibilità e consapevolezza. Il ballo è manifestazione di vita. Il ballo è trasformazione, il ballo è espressione dell’anima. Il ballo ci dà la possibilità di sentire il nostro corpo, di innalzarci, di andare oltre, di diventare un altro corpo. Il ballo è partecipare attivamente alle vibrazioni dell’universo.” Questo leggevo sulla pagina Facebook di Antonella Campanari il giorno che ho deciso di incontrarla al Teatro del Carmine, che è la sede della sua scuola di danza Harmònia. Qui Antonella insegna a
Non solo danza. Laura Famoso e la New Art School

Non solo danza. Laura Famoso e la New Art School

Danza, news
Benessere e cura del corpo a trecentosessanta gradi. E’ questa l’impressione che io e Marco abbiamo, appena varcata la porta della New Art School, almeno a giudicare dagli attestati, conseguiti dai vari professionisti che vi gravitano attorno, appesi ai muri della scuola: danza per tutti i gusti, ma anche fitness: step, pesi, pilates e tanto altro. E gente di tutte le età che la frequenta. Laura ci accoglie nell’ufficio che funge anche da segreteria della scuola. Ha appena terminato una lezione ed è impegnatissima con le prove del saggio di giugno. Una passione innata ed una vita dedicata alla danza, il cui studio è cominciato, a Orvieto, all’età di otto anni, guidata dall’insegnante Patrizia Danielli. Un paio d’anni di stop forzato, dovuto all’inconciliabilità dell’orario delle sc
La forza e l’energia senza la gravità: Marco Virgili e la scuola di danza Vertycal

La forza e l’energia senza la gravità: Marco Virgili e la scuola di danza Vertycal

Danza, news
Una scuola di danza, io, la troverei anche se mi trovassi nel bel mezzo di una città di quattordici milioni di abitanti e fossi bendata. Ma, oggi, mentre mi aggiravo tra capannoni industriali, supermercati e officine varie, pensavo che una zona artigianale potesse essere un posto alquanto improbabile per il ballo. L’immagine di un danzatore, che volteggia aggraziato, richiama alla memoria luci, luccichìo di specchi ed il caratteristico odore della pece, non certo opifici e attività commerciali. Poi, ad un tratto, l’ho sentita. Ho chiuso gli occhi e l’ho seguìta. La musica. Non esiste una scuola di danza che ne sia priva, da cui la musica non traspiri dalle sue mura e si sparga intorno, inondando, come un olio benefico, tutto il mondo. Ed è così, che in un pomeriggio di sole, ho inco
Storie di casa nostra. Fabrizio Tafani, preparatore del Palermo e castiglionese doc

Storie di casa nostra. Fabrizio Tafani, preparatore del Palermo e castiglionese doc

Calcio, news
C’era una volta un ragazzo che coltivava il suo sogno, che vestiva in jeans “calati”, che portava a tracolla la borsa verde militare con i libri di scuola, che giocava la schedina durante l’ora di matematica e cantava Albachiara nell’ora di religione. Ti guardava con i suoi occhi scanzonati e con quel suo sorriso irriverente, da bullo. Faccia da schiaffi per chi non lo conosceva; grande cuore per gli amici veri. Fabrizio Tafani per le cronache sportive; il Taffy per tutti noi. L’avevo perso di vista ai tempi delle scuole superiori e l’ho ritrovato grazie a una diretta Sky Calcio e a qualche social network. Vive a Palermo adesso, in una casa dalla cui finestra si vede il mare. Quello che è successo nel frattempo me lo racconta proprio lui. Dal “cantuccio” a scuola nell’ultimo banco, ai r