lunedì, Giugno 17contatti +39 3534242011
Shadow

Michele Fattorini trionfa alla Castellana

Tanto sole a far da cornice, pubblico e incasso record, organizzazione impeccabile e a vincere un pilota di casa con tanto di nuovo record del tracciato. Non poteva svolgersi e concludersi meglio la 43sima Cronoscalata della Castellana. E’ lui, l’orvietano Michele Fattorini, classe 1990, portacolori della Speed Motor su prototipo Osella PA2000 Honda di gruppo E2/B curata dal Team Trentino, a vincere l’edizione 2015 della crono orvietana, prova valida per entrambi i gironi (nord e sud) del Trofeo Italiano Velocità Montagna. Fattorini, autore di due salite-show da record del tracciato (2’51”16 in gara-1 e 2’50”70 in gara-2, tempo aggregato 5’41”86) ha preceduto sul podio Stefano Di Fulvio (staccato a 23”41) in grado di ben figurare con l’ormai attempata versione della PA20/S BMW che il giovane abruzzese ha portato su limiti cronometrici mai toccati in precedenza alla Castellana e Franco Cinelli che (staccato a 26”04 ) ha pagato una scelta di gomme troppo morbida sulla Lola-Judd di F.3000 del team CMS.

Sfumata l’attesissima sfida ingaggiata a distanza tra Fattorini e il vicecampione italiano Christian Merli alla sua prima Castellana; il trentino, al lavoro sullo sviluppo della Osella FA30 RPE – a Orvieto per un test importantissimo in ottica tricolore- è infatti uscito di strada senza conseguenze dopo poche curve di gara-2. “E’ un’emozione unica vincere la gara di casa che diverse volte mi era sfuggita di un soffio – ha detto Fattorini prima della premiazione – sono felicissimo, anche di condividere questo successo con tutto il team e la scuderia. I record segnati a ogni salita dimostrano i significativi e rapidi progressi compiuti in sole tre gare al volante della PA2000, che in questo week end è stata perfetta, così come le gomme Avon.”

Tra le GT il successo è marchiato da Roberto Tarquini sulla Porsche 996, mentre in E2/S escono di scena in gara-1 sia l’orvietano Francesco Laschino sull’Alfa 155 DTM, deluso per un altro ko nella gara di casa (causa frizione), sia Renato Capotosto per una toccata con la Lancia Beta Montecarlo. Il gruppo E1 ha visto l’Umbria e la classe 2000 sugli scudi con un altro atteso orvietano, Daniele Pelorosso, che non si è smentito sull’estrema Renault Clio Proto. Sul fronte delle auto storiche convincente la gara di Uberto Bonucci con l’Osella PA9. Il toscano è stato il più veloce tra le auto storiche precedendo il corregionale Stefano Peroni. Podio anche per Massimo Vezzosi primo nel gruppo 3 al volante di una BMW 2002 Schnitzer mentre la coppa Dame è andata alla pilota Paola Pascucci su Mini Cooper S.

Classifica assoluta dei primi dieci 43^ Cronoscalata della Castellana: 1) Michele Fattorini (Osella PA2000 Honda) in 5’41”86; 2) Di Fulvio (Osella PA20/S BMW) a 23”41; 3) Cinelli (Lola B99/50 Evo Judd) a 26”04; 4. Moratelli (Osella PA2000 Honda) a 41”09; 5. Greco (Osella PA2000 Honda) a 41”35; 6. Fortunati (Ligier JS49 BMW) a 43”98; 7. Bottura (Osella FA30 Zytek) a 44”02; 8. Rampini (Osella PA27 BMW) a 48”57; 9. Pedrotti (Tatuus F.Renault) a 55”98. 10. Graziosi (Tatuus F.Master) a 56”80.

43a Cronoscalata della Castellana – Michele Fattorini from anthesya comunicazione on Vimeo.

fotogallery della premiazione in allestimento

castellana2015_michele fattorini

 

castellana2015_podio assoluto_vincitore michele fattorini

castellana2015_podio auto storiche assoluti - primo bonucci

castellana2015_podio storiche gruppo 3 classe 2000 - primo massimo vezzosi

 

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com