domenica, maggio 29contatti +39 3534242011




Ciconia e San Venanzo non si fanno del male: finisce 1-1

Questo articolo è stato letto 1626 volte

Entrambe le squadre non riescono a dare una scossa alla propria classifica, partita con poche emozioni, tutte concentrate all’inizio e alla fine del match.

Tante le assenze da entrambe le parti, Ciconia senza Frizzi e l’ex Ranchino, ospiti che devono fare a meno, tra gli altri, di Giorgioni e Panizzi. Per il San Venanzo si tratta dell’esordio in panchina per Vito Cruccolo. In avvio i ritmi sembrano subito elevati, almeno sul piano dell’agonismo, neanche un giro di orologio e De Santis già prova la conclusione da lontano, sul fronte opposto un cross di Filippi non viene sfruttato da Santo per un soffio. La gara si sblocca all’11 quando A. Pambianco, nel tentativo di intercettare il pallone, per poco provoca un autogol, il San Venanzo si salva in angolo, ma il successivo corner porta al rigore assegnato per mani di Bugiantella. La realizzazione di Santo ha potenza e precisione, quanto basta per il vantaggio locale. Ma la gioia per la squadra di Baldini dura appena 4 minuti, la reazione del San Venanzo è veemente e Bicchieraro, ricevuta palla al limite dell’area da posizione defilata, supera un avversario e trova il diagonale imparabile per Dominici. Le emozioni però tenderanno a svanire e nel primo tempo restano da segnalare solo due belle parate, una per parte. Prima è Taddei a mettere in corner un gran tiro di Isidori, quindi Dominici si esibisce su Bazzucchi e su Farnesi che si erano creati una doppia occasione nella stessa azione.

La ripresa si apre con gli stessi effettivi del primo tempo. Per i movimenti di gioco il Ciconia si fa leggermente preferire al San Venanzo, ma l’incisività manca del tutto, al contrario il San Venanzo sembra più pericoloso quando si avvicina alla porta avversaria, ma la fatica per arrivare negli ultimi metri del campo avversario è tanta. Tra le fila ospiti entra Ferraldeschi per Corradi, i portieri però restano inoperosi a lungo. Piuttosto emblematico il minuto della prima azione pericolosa che si registra nella ripresa: 31’. E’ sempre Bicchieraro il protagonista di un tiro che sembra vincente se non ci fosse la seconda grande parata, e non sarà l’ultima, di Dominici. Negli ultimi dieci minuti arrivano altre emozioni, al 35’ Massini prova la bordata dal limite, Taddei si oppone, ma nessun attaccante del Ciconia è pronto a prendere la ribattuta corta del portiere. La gara sembra a questo punto scorrere via tranquilla verso il pareggio, ma al 92’ ancora Dominici si erge a migliore in campo intercettando in tuffo un tentativo di De Santis, sulla ribattuta poi Bugiantella non riesce ad approfittare della porta sguarnita. Tutto finito? No perché il Ciconia parte subito in contropiede, riesce a servire in area G. Croccolino che però perde il tempo giusto per tirare in porta.

CICONIA – SAN VENANZO 1-1

CICONIA: Dominici, Leonardi, F. Croccolino, Giani, Ricci, Bonino, Isidori (37’st Casarelli), Massini Rosati, Santo, N. Filippi (40’st G. Croccolino), R. Filippi. A disp.: Serranti, Silvi, Grafeo, Pepe, Selimi. All.: Baldini.

SAN VENANZO: Taddei, Antonini, A. Pambianco, Bastiani, L. Pambianco, Farnesi, Bugiantella, De Santis, Corradi (12’st Ferraldeschi), Bicchieraro, Bazzucchi. A disp.: Pintori, Mikaj, Mencacci. All.: Cruccolo.

ARBITRO: Cirillo di Terni.

MARCATORI: 11’pt rig. Santo (C), 15’pt Bicchieraro (SV).

NOTE: ammoniti: F. Croccolino, Ricci e Isidori (C); Farnesi, Bugiantella e De Santis (SV). Recupero: pt: 2’; st: 5’.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *